Turismo e territorio

cima antonio Il Turismo della ragionevolezza:
Saperi, Territorio ed Enogastronomia,
ovvero ciò che siamo.

(vedi foto eventi a fondo pagina)  - Antonio Cima Amantea 04-06-2014
Ci sarà un motivo se EXPO MILANO 2015 assunse come slogan: “L’importanza del territorio, cibo e cultura dei Paesi”.

Quando si parla di turismo
occorre fare subito una distinzione tra grandi e specifici contesti e piccole/ordinarie realtà. I due ambiti hanno coinvolgimenti e aspettative ben diverse.

Per grandi contesti intendo un viaggio culturale in Egitto, nella Roma Antica, itinerario dei grandi fiumi africani, escursioni sulle grandi catene montuose, nelle foreste amazzoniche, ecc. Sono, queste, scelte specifiche nelle quali l’obiettivo primario, praticamente totalizzante, è costituito da ciò che si va a visitare. Aspetti collaterali possono interessare, si, ma rappresentano un di più a cui si può rinunciare.
Chi va in Egitto per vedere e approfondire l’immensa quantità di elementi archeologici presenti, poco s’interessa degli aspetti correlati alle usanze correnti, non ne avrebbe nemmeno il tempo.

E’ cosa ben diversa fare un viaggio in un luogo che non si connota per grandissimi elementi attrattivi, ma che dispone di variegate e comuni risorse da proporre con accorgimenti tali da farli risultare interessanti. La differenza non la fa il normale castello, la normale chiesa, il normale lungomare, il normale panorama, che esistono ovunque, ci vuole qualcosa di più specifico che esalti il territorio.

Da anni vado sostenendo che le armi vincenti, e convincenti, nel turismo di media-piccola levatura, sono la territorialità (luogo e tradizioni), l’enogastronomia e l’agroalimentare in genere (ormai ovunque è così). La valenza dell’ambiente, dell’architettonica, dell’archeologia, dell’arte, della cultura, non essendo di rilevante portata, da sole non sono sufficienti, quindi, vanno opportunamente correlate all'alimentazione, ai suoi processi produttivi, consumo, costumanza. Deve avvenire una fusione tra le varie componenti.
La visita in un borgo antico, che non sia una meta famosissima, esaurisce velocemente l’interesse; ciò che può ampliare la permanenza e l’attenzione per il luogo è far immergere il turista negli aspetti “intimi” del territorio facendolo diventare, ove possibile, protagonista. Non vale, ovviamente, per la totalità dei turisti, ma per coloro che hanno tale predisposizione. Il turista moderno sta subendo una metamorfosi dall'aproccio passivo all'attivismo conoscitivo: il film delle sue vacanze lo vuole raccontare standoci dentro come protagonista.
Se il luogo ha una connotazione agricola il turista vuole diventare contadino; se la natura è marinara vuole diventare pescatore, negli ambiti della pastorizia si vuol diventare pastori.
Diventare protagonista non significa necessariamente fare il pastore, contadino, pescatore, ma “imbrattarsi” negli aspetti di quel micro cosmo, assistendo, osservando i processi del lavoro e delle usanze, partecipando alla preparazione di ciò che sarà vissuto/mangiato e portato nelle proprie residenze come cimelio da mostrare.
Sempre meno si chiede il generico intrattenimento e si guarda a forme di coinvolgimento attivo territoriale.
Il turista vuole ballare la Tarantella in Calabria, vibrare con la Taranta in Puglia, cimentarsi con lo Scacciapensieri in Sicilia; non preferirà a questi, in nessun modo, sfilate e miss che può averle ovunque quando vuole (tranne che siano eventi di portata monumentale).

In tale contesto diventa predominante l’agroalimentare e l’enogastronomia che non sono altro che la risultante immediatamente percepibile della complessiva civiltà e storia del luogo.
Un genovese che va in Puglia è certo che non chiederà il pesto, ma pretenderà le orecchiette locali; un valtellinese che viene in Calabria giammai ordinerà bresaola, ma ansimerà per la soppressata.
Il principio elementare, ormai affermatosi in tutto il mondo, è offrire il territorio in tutte le sue specificità: ambiente, edificazioni storiche, alimentazione, usi e costumi, arte, creatività.


Affinchè ciò possa realizzarsi occorre la lungimiranza dell’amministrazione comunale, un Ente di promozione del territorio efficiente, associazioni in sintonia con le peculiarità del circondario, una capacità d’accoglienza adeguata.

Un luogo che non sa interpretare tali esigenze, che offre eventi non pertinenti alle usanze, cose fruibili ovunque (ancor più se banali come spesso accade), privi d’interesse per il visitatore, perderà la scommessa con i flussi turistici.
Gli eventi rilevanti vanno programmati poco prima o poco dopo della grande affluenza estiva. Un grande evento si basa sul principio di portare gente nel luogo quando la gente non c'è e non di beneficiare delle presenze già in essere (a tavula parata, vieni panu ca ti mmuccu).

Se Amantea saprà razionalizzare tali aspetti contenendo ciò che va finalizzato ai residenti e massimizzando ciò che deve coinvolgere i turisti, potrà presto occupare un posto di rilievo nella fascia turistica di pertinenza; se non si riuscirà a svoltare, permanendo nello status degli ultimi decenni, resterà il rammarico di aver perso un’altra buona occasione.
Antonio Cima 04-06-2014


Seguono alcuni eventi di varie località in cui la territorialità è vincente; ne potrei indicare centinaia nella sola Calabria. Tutte le manifestazioni (dalle più piccole a quelle monumentali) sono legate al territorio esaltandone la godibilità dei prodotti, dei luoghi, dei costumi, che sono lo strumento di contaminazione. (tutte manifestazioni vissute personalmente, alcune di esse con funzioni organizzative)

Giugno 2014 - tra Reggio e Scilla pesca-turismo - simulazione caccia al pesce spada; decine di queste barche; nel cesto sull'albero tre turisti, altri in cabina e sul ponte; girano sottocosta ove il pesce spada esiste solo disegnato sulle murate delle barche; eppure consapevolmente pagano una cifra per vivere questa esperienza.
turismo-territorio-1

Maggio - 2014 viaggio nel barocco siciliano - Modica nella più rinomata ditta di cioccolato - un gruppo di turisti nordici si vuole "imbrattare" nella produzione di questa eccellenza del luogo ed entra nei laboratori; tutto è organizzato per accoglierli.
turismo-territorio-2

agosto 2013 - palio ciucci di Laino Borgo - un evento attesissimo con tanta gente dalla Calabria e regioni confinanti - la sera del giorno primo degustazione gratis nei cinque rioni cittadini offerta dai residenti.
turismo-territorio-3

Ottobre 2013 - Pizzo - rievocazione sbarco/fucilazione Gioacchino Murat; una grandiosa manifestazione sulla storia locale; accorrono da tutta la Calabria e anche da fuori; è una delle manifestazioni in tema più rilevanti d'Italia; La rievocazione dell'assedio di Amantea, ripresa, speriamo arrivi lontano.
turismo-territorio-4

Agosto 2012 - Vivere Belmonte - chapeau - magistrale evento della calabresità ormai nell'elitè regionale, frutto di dedizione e lungimiranza
turismo-territorio-5

Settembre 2010 - Festa peperoncino Diamante - evento di rilievo internazionale; il tutto basato su un prodotto elementare della terra di Calabria: il peperoncino. Folle oceaniche per vari giorni; si svolge a metà settembre non nel pieno dell'estate; il principio del buon fare: la festa porta la gente nel luogo e non la festa che prende quelli già presenti.
turismo-territorio-11

Novembre 2013 - S.Maria del Cedro - Festa del Cedro - 4 giorni intensi sul prodotto che caratterizza i luogo - manifestazioni nei campi e nelle aziende - festa di chiusura con Troupe Rai di Roma.
turismo-territorio-15

Agosto 2011 - festa dell'aquilone S.Pietro in Amantea - nella splendida piazza si ritrovano intere famiglie
a costruire l'aquilone per poi alzarlo in volo allu muntariellu.
costo zero per l'amministrazione
turismo-territorio-10

Marzo 2012 - Castrovillari - festival del dialetto di Calabria - significativa manifestazione con esaltazione della identità culturale regionale; studiosi dei ceppi linguistici e degli "innesti" valdesi, grecanici, albanesi.
turismo-territorio-14

Agosto 2011 - festa delle tradizioni di Borgochianura nel borgo di Amantea - sagra pasta e mollica, musica etnica, mostra foto, mostra quadri, recite a soggetto. Ogni anno oltre 1000 persone arrivano fin sotto il castello per vivere questo evento. Se con tutte le difficoltà logistiche per arrivarci si contano 1000 presenze lascio alla libera deduzione quanti ve ne sarebbero nelle comode strade del centro pianeggiante di Amantea.
costo zero per l'amministrazione
turismo-territorio-6

Amantea Luglio 2013 - festa dei ciuoti - Estemporanea goliardia che sempre più gente coinvolge - è ormai tempo di farla diventare evento cittadino (sissignori); musica, degustazioni e balli esaltano gli increduli turisti.
Costo zero per l'amministrazione
turismo-territorio-7

Amantea agosto 2013 - convivio con Borgochianura - degustazioni, musica, balli - chiese aperte giro notturno per il borgo - pur essendo fuori programma e senza pubblicità tanta gente è accorsa.
costo zero per l'amministrazione
turismo-territorio-8

Amantea agosto 2013 - abbracciamo il tra-mondo con Avis - esordio sperimentale - in tanti ci si ritrova sulla battigia per un tuffo collettivo quando il sole tocca l'acqua, con bagno fino alla totale immersione del disco rosso. Sarà riproposta con adeguato coinvolgimento.
costo zero per l'amministrazione
turismo-territorio-9

Amantea 2012 - convivio nel borgo con Accademia Italiana della Cucina - si decide il programma e gli ospiti portano specialità dai luoghi di origine. Esperienza meravigliosa.
costo zero per l'amministrazione.
turismo-territorio-12

Amantea 2009 - incontri culturali nel borgo su temi architettonici del luogo.
costo zero per l'amministrazione
turismo-territorio-13

Leggi su expo 2015  commento 1     commento 2

CLICCA QUI per vedere le tante manifestazioni territoriali nel borgo di Amantea

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA