Amantea: Fiera d'ottobre, così cominciò

sciandra salvatore La fiera di Amantea
Approfondimenti sulle date d'inizio
di Salvatore Sciandra
Non fu il 28 febbraio 1507, ma a fine estate 1528

© Riproduzione riservata - Nessun uso è consentito degli elementi della pagina
Cartolina illustrata
di Salvatore Sciandra 26-10-2011
La Fiera di Amantea: “A proposito di date”

Su “Ecco. . .Amantea”, Guida Turistica di Amantea, a cura della Publyservice, e in quasi tutti gli scritti che fanno riferimento storico alla Fiera di Amantea, o “Fiera dei morti” od ancora “Fiera di Ognissanti”, si vuole far risalire il riconoscimento ufficiale della stessa ad un presunto Privilegio di Carlo V del 1507 (28 febbraio).
D’accordo con Gabriele Turchi (“Storia di Amantea”, Fasano Editore, CS-198i),puntuale e documentato nel citare gli atti del Notaio Ferraro del 1729 e deI 1755 in cui è descritta la cerimonia d’apertura e lo spostamento della Fiera da giugno ad ottobre, nutro qualche dubbio sulla data del Privilegio di Carlo V.
Carlo, flglio di Filippo il Bello d’Asburgo e di Giovanna di Castiglia, detta “la Pazza”, nacque a Gand il 24 febbraio del 1500, nella Contea di Fiandra, perciò inizialmente detto “Carlo di Ganci”.
Alla morte del padre, avvenuta il 25 settembre 1506, il nonno Massimiliano I d’Asburgo in poco tempo trovò nella zia di Carlo, l’Arciduchessa Margherita d’Asburgo, la nuova reggente, nomìnata governatrice dei Paesi Bassi nel 1507(anno in cui si vorrebbe far risalire il “Privilegio” di Carlo V per la Fiera di Amantea).
11 5 gennaio 1515, nella sala degli Stati dei palazzo di Bruxelles, Carlo fu dichiarato maggiorenne e fu proclamato nuovo “Duca di Borgogna”.
Il 23 gennaio 1516 morì il nonno materno Re Ferdinando d’Aragona.
Carlo, a soli sedici anni, ereditò anche il trono d’Aragona (che comprendeva:i Regni d’Aragona, Valencia e Maiorca e le Contee sovrane di Barcellona, Rossiglione e Cardagna nonché i Regni di Napoli, Sicilia e Sardegna) concentrando nelle sue mani tutta la Spagna, per cui potè fregiarsi del titolo di Re di Spagna a tutti gli effetti, assumendo il nome di Carlo I.
La proclamazione ufficiale avvenne il 13 marzo 1516.
Alla morte del nonno paterno Massimiliano I°, avvenuta il 12 gennaio 1519, Cario si recò in Austria per raccogliere anche l’eredità asburgica e quindi concorrere per la successione imperiale.
il 28 giugno 1519, nella città di Francoforte, fu eletto Imperatore del Sacro Romano Impero.
Carlo fu incoronato Imperatore dall’Arcivescovo di Colonia il 13 ottobre 1520 nella cattedrale di Aquisgrana. “Carlo di Gand” (così era chiamato fino ad allora),come imperatore del Sacro Romano Impero, assunse il nome di “Carlo V”, e come tale è passato alla storia.
Dal 1521 al 1529, Carlo combattè ben due lunghe e sanguinose guerre contro la Francia e nel corso della seconda guerra, nel 1527, si verificò il “Sacco di Roma” ad opera dei Lanzichenecchi, suscitando non poco sdegno in tutto il mondo civile, tanto da indurlo a prendere le distanze dai suoi mercenari e a condannare fermamente l’operato.
Nel 1528,nel contesto della guerra fra Francesi e Spagnoli, Amantea, fedeie all’Imperatore Carlo V, dovette sostenere un assedio da parte delle truppe francesi di Lautrec. A ricompensa della fedeltà mostrata e dei servizi resi, Filiberto di Chalon, principe di Orage, a nome di Carlo V, fece riparare le mura della città e del castello, che i Francesi avevano danneggiato ed il 31 gennaio 1529, con un Provvedimento emanato nella città dell’Aquila, concedeva ad Amantea alcuni sgravi fiscali e riconfermava gli antichi privilegi.
Ritornando quindi alla data del “Privilegio”, escludendo quella del 28 febbraio 1507, per chiari motivi d’età, di ruolo e dì nome dì Carlo, l’anno che potrebbe essere preso in considerazione (se si dovesse trattare di un “privilegio” riguardante esclusivamente la “Fiera”), è il 1528 (alla fine dell’estate), quando era ancora vivo il Gran Cancelliere Mercurio di Gattinara (morto nel 1530) il Consigliere più influente ed ascoltato del Re, che contribuì a far emanare non pochi privilegi per il Mezzogiorno d’Italia, oppure il 1529 l’anno del “Provvedimento” di Filiberto d’Orange.
Il 22 febbraio 1530, a Bologna, nel Palazzo di Città, Clemente VII, incoronò Carlo V, come Re d’Italia, con la Corona Ferrea dei Re Longobarsi e due giorni dopo, nella Basilica di San Petronio, sempre a Bologna, fu incoronato imperatore del Sacro Romano Impero, anche se la corona imperiale gli era stata imposta, in Aquisgrana dall'Arcivescovo di Colonia.
Amantea 26-10-2011
  

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA