Da Coreca al Savuto nel 1812

amantea savuto 1800 Una straordinaria immagine che racconta
il territorio di Amantea nel 1812

Passage du Savuto entre Amantea et Nocera
di Franz Ludwig Catel
da una ricerca storica di Alessandro Tedesco

amantea savuto 1800Si vuole segnalare, a chi ne ignori l’esistenza, il bellissimo disegno a penna e acquerello “Passage du Savuto entre Amantea et Nocera” (dimensioni 21,7x33,5 cm) realizzato nel 1812 dal pittore berlinese Franz Ludwig Catel. Il Catel, in quell’anno, prese parte alla spedizione in Calabria intrapresa dal colto archeologo Albino Luigi Millin che, spinto dal suo desiderio di conoscenza e di raccontare l’esperienza del “viaggio” comune a molti intellettuali di eta' romantica, decise di documentare i paesaggi e i monumenti delle terre calabresi.
Dopo essersi fermati a Paola, dove il Catel documento' il centro storico e i luoghi di San Francesco, nonche' prima di giungere a Mileto, luogo dalle mille suggestione per i due (alla luce delle testimonianze ivi descritte risalenti al suo glorioso passato in eta' normanna), percorsero la costa tirrenica passando anche da Amantea, dove il dotto Millin annotò importanti riflessioni sulle devastazioni subite dai monumenti e dai paesaggi causati dalla “furia degli uomini” e dal “desiderio sfrenato di distruzione”. Tali considerazioni si riferivano, soprattutto, alle recenti devastazioni causate dai napoleonici durante la campagna d’Italia (1806-1807).

L’affresco ha come punto d’osservazione la foce del fiume Savuto e riprende la scena dell’attraversamento del corso d’acqua, da parte della carovana, guardando verso nord-ovest. Catel raffigura la costa fino al promontorio di Coreca, in cima del quale rappresenta la torre d’avvistamento mentre ai sui piedi lo scoglio grande. La collina che delimita l’odierna localita' della Marinella fu fedelmente rappresentata con il suo aspetto roccioso, mentre le terre dell’Oliva vengono qualificate mediante la rappresentazione di un’area alberata. Si osservano, inoltre, una linea di costa molto spostata in avanti rispetto a quella odierna in molti punti, nonche' la rappresentazione dello scoglio di Isca che, in virtu' dell’ottimale punto d’osservazione della scena, il Catel pote' fedelmente rappresentare senza che lo stesso venisse nascosto dal promontorio di Coreca.

 

Infine, si vuol riflettere sull’intenzione del Catel di esaltare, con la sua rappresentazione, i luoghi nel loro aspetto naturalistico e minimizzando la presenza antropica sul territorio immortalato. Tale riflessione nasce dall’aver constatato come sulla zona costiera da lui rappresentata, compresa tra il Savuto e lo scoglio grande di Coreca, non siano stati riportati edifici.
Sebbene la scena non riprenda le aree di campagna dell’allora fondo di San Giovanni, gia' caratterizzate a inizio XIX secolo dalla presenza di diverse dimore rurali ricadenti all’interno dei vari possedimenti fondiari appartenenti a questa zona del territorio amanteano, lungo la costa da ormai tre secoli era presente il torrione di San Giovanni, facilmente osservabile dal disegnatore dal suo punto d’osservazione (oggi la relazione visiva tra la foce del Savuto e il torrione di San Giovanni si e' persa in virtu' della presenza del rilevato stradale); nonostante cio', a mio avviso, lo stesso torrione non fu rappresentato volutamente dal pittore tedesco.
Infatti, la tendenza del Catel a minimizzare la rappresentazione di testimonianze antropiche “di poca importanza” (ovvero, classificabili non come emergenze architettoniche di pregio) inserite in contesti paesaggistici ad alto valore naturalistico e' desumibile dalla sua copiosa produzione, di chiara ispirazione romantica. L’unica emergenza architettonica presente nel disegno e', invece, la torre d’avvistamento di Coreca che, al contrario di quella di San Giovanni, offre continuita' alla linea naturale che fa da sfondo all’intera rappresentazione, ovvero quella dello stesso promontorio.

 

L’acquerello del Catel e' oggi conservato presso la Biblioteca Nazione di Francia a Parigi.
Alessandro Tedesco 13-05-2015
amantea savuto 1800

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#4 Toscano 2015-07-24 17:18
Il disegno con altri del viaggio di Catel in Calabria è stato pubblicato da d'Achille, Iacobini, Toscano, Il viaggio disegnato, Roma, Campisano editore 2012.
Citazione
 
 
#3 Franco Pedatella 2015-05-17 00:26
Bravo, Alessandro, per il tuo impegno nell'indagine e nella divulgazione di quanto indagato! Il tuo commento al disegno e le notizie storiche che fornisci sono pertinenti ed interessanti.
Citazione
 
 
#2 Elvira Suriano 2015-05-14 20:13
Estremamante interessante.So no tra quelli che ne ignorano l'esistenza.
Nonostante le mutazioni paesagistiche è riconoscibiliss imo questo tratto di costa ancora,nonostan te tutto, di grande bellezza naturalistica.C oreca, l'Oliva e il Savuto evocano purtroppo i fantasmi della contemporaneità e ci riconducono alla complessità della nostra epoca.
Citazione
 
 
#1 myriam 2015-05-14 19:38
Grazie Alessandro un altro tassello importante nella conoscenza del nostro territorio
Citazione
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA