Amantea, Madonna del Rosario con la marineria

amantea rosario marineria Amantea e la religione che guarda al territorio
L'osservanza della liturgia e l'attenzione alla Pietà Popolare pertinente alle radici

Nel Rito della Madonna del Rosario i simboli marinari

© Riproduzione riservata - Nessun uso è consentito degli elementi della pagina
Le persone che seguono un credo religioso tracciano degli schemi esistenziali nei quali sono collocati gli spazi della partecipazione. Tali spazi diventano sempre più abitudinari con l’avanzare dell’età.
La coesistenza religiosa è nettamente diversa da luogo a luogo, tra grandi centri urbani e realtà di medie e piccole dimensioni isolate.
Quanto più piccoli ed appartati sono i luoghi di domicilio, maggiore risulta essere la pratica religiosa. Nella maggior parte dei credenti la partecipazione agli eventi religiosi appare come un unico percorso di condivisione, che siano riti celebrati in chiesa o processioni per le strade cittadine.
Si evidenziano, a tal punto, due concetti di massima che sintetizzano la pratica della fede religiosa cattolica:
-la Liturgia che comprende i riti celebrati in chiesa da cariche religiose dell’ordinamento ecclesiastico (parroci, frati, ecc.);
-la Pietà Popolare che comprende tutto ciò che non è liturgico e che si svolge generalmente fuori dalla chiesa governato e coordinato da confraternite, associazioni e comitati finalizzati. continua dopo le foto


Il tema è di complicata articolazione, distante dalla ordinaria argomentazione, sostanzialmente è uno spazio per ambiti di studi specifici in materia.
Non è intenzione di questa pagina varcare tale soglia, ma sfiorarne i contenuti necessari per approfondire la ricorrenza della Madonna del Rosario di giorno 8 ottobre 2017 ad Amantea.

Un ulteriore concetto prima di salire la gradinata di San Biagio.
La Liturgia cattolica è un rituale disposto dalla Chiesa ed è regolamentato ed osservato in modo sostanzialmente uniforme ovunque.
La Pietà Popolare, invece, è anche figlia del territorio, dal quale attinge tutte le connotazioni diversificandosi nei modi, tempi, esternazioni, consistenze. Strumentalmente molto variegata, con una gestualità fortemente condizionata dalle tradizioni che spesso si ispirano a riti d’epoca pre cristiana (greca e romana) fondendo concetti decisamente contrastanti.
Molto diffusi sono i riti che si rifanno agli elementi naturali quali, terra, alberi, acqua, fuoco, animali; sostenuti sempre da supporti strumentali quali tamburi, tamburelli, pifferi, zampogne, chitarre, fisarmoniche tracimando spesso nel folclore e nello spettacolo. A sostegno della chiesa, ed appagamento della propria fede, sono ricorrenti aste e incanti per la vendita di animali e cibarie offerte dai fedeli.

Ritorniamo ad Amantea.
La nostra Pietà Popolare, come in gran parte della Calabria Citra (sostanzialmente la provincia di Cosenza e poche zolle confinanti) tranne alcuni luoghi del Pollino, si sviluppa secondo canoni di essenzialità: la statua, la confraternita, la banda musicale, i canti, gli altarini, l’attraversamento delle vie cittadine con le coperte di damasco ai balconi.
Così avveniva anche ad Amantea per la processione della Madonna del Rosario, Protettrice dei pescatori locali che ad essa hanno intitolato la confraternita della categoria.
Nelle continue revisioni organizzative ecclesiastiche la Diocesi di Cosenza-Bisignano da anni ha abrogato il SS Rosario di Amantea; nel 2016 è stata autorizzata una edizione straordinaria correlata al Giubileo della Misericordia.

Per il 2017 è stata osservata la disposizione che non prevede la processione per le vie cittadine, ma è stata realizzata una ricorrenza che ha apportato significative varianti nel rito liturgico arricchito da componenti del territorio come abitualmente avviene nella Pietà Popolare. Il parroco della Matrice, Padre Rocco Predoti, e i dirigenti della Confraternita SS Rosario (in particolare Luigi Bruno, Pasquale Aloe, Francesco Stellato), hanno attinto alla tradizione marinara organizzando un particolarissimo offertorio portando ai piedi della statua gli elementi propri della marineria: una latta (lannia) con alici freschi, un vaso di terracotta di acciughe salate, olio e sale necessari per la salatura, una rete per la pesca. Lo spazio che accoglie la statua della Madonna illuminato da una lampara con una suggestione complessiva di grande valenza contestuale.
Durante la celebrazione della messa è avvenuta la benedizione di confratelli e consorelle della SS Rosario raccolti ai piedi del presbiterio.
A conclusione della messa a tutti i presenti è stato consegnato un Rosario donato dalla confraternita.
A tal punto uno spicchio di Pietà Popolare di aggraziata consistenza.
La statua è stata portata a spalle dai confratelli sul sagrato della chiesa, posta sul lato ovest fronte mare. Simbolici fuochi da Pantalia. Da una idea di Salvatore Giugno, e da lui finanziata, è stato alzato in volo un gigantesco Rosario composto con consistenti palloncini. La fresca brezza di grecale, proveniente dalla rocca del castello, lo ha sollevato portandolo verso il mare. Minuti di superiore bellezza del sentimento e dell’estetica hanno coinvolto tutti i presenti fino allo scomparire della forma sinuosa sul buio che avvolgeva il mare.
Quel mare di tutti, luogo di sostentamento secolare di quella marineria oggi consistentemente rappresentata sul sagrato, con appassionata fede o composto laicismo, a conclusione di una giornata che i partecipanti ricorderanno a lungo, con gratitudine ai confratelli ed al parroco che ciò hanno pensato, organizzato, realizzato.
Antonio Cima 10-10-2017

Per info su: Liturgia, Pietà Popolare, Religiosità Popolare vedere spazi specifici:
Istituto Don Bosco – Pietà Popolare e Liturgia
Testo su Google sulla Pietà Popolare in Italia
Insegnamenti di Papa Francesco sulla Pietà Popolare
Vaticano - Direttorio sulla Pietà Popolare e Liturgia
La Partecipazione nella Liturgia e nella Pietà Popolare

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA