Diamante - Festa del peperoncino

peperoncino-diamante-2011 Diamante - Festa del peperoncino
Grande esempio organizzativo e vanto regionale
Evento di affollato turismo in tarda stagione

Peperoncino Festival di Diamante 19ª edizione 11-09-2011
(vedi anche 18ª edizione 2010)
Se non fosse che ogni cosa partorita dal Pollino a Spartivento debba essere per forza prigioniera dello stereotipo  di  insignificanza (quando tutto va bene), questa grande manifestazione comparirebbe nel cartellone nazionale dei riferimenti turisti e culturali. Certamente è affermata come uno dei maggiori eventi della "trascurabile" Calabria ed è visitata e vissuta da gente proveniente da più regioni, ma tanto di più meriterebbe, e tanto di più, sicuramente, le verrà riconosciuto negli anni a venire. Di cosa sia la grande festa della Riviera dei cedri è scritto e pubblicato su molti giornali, riviste, siti, e trovo personalmente sufficiente mostrare le foto.
Mi preme, però, sottolineare un aspetto (oltre ai murales) della lungimiranza di coloro che quel solco tracciarono 19 anni fà, facendolo diventare una strada maestra per il futuro del territorio: "la semplice intuizione di offrire ciò che abbiamo e di mostrare ciò che siamo". E' questa la soluzione vincente in una società multietnica e multiculturale sempre più interessata a varcare i propri confini del fare e dell'essere valicando le personali colonne d'Ercole della circoscritta quotidianità. continua dopo le foto


Palpitando da calabrese, senza celar l'orgoglio, mi preme affiancare al "peperoncino" alcuni altri eventi calabresi che mostrano quel che abbiamo e quel che siamo: la festa della Pita di Alessandria del Carretto, la processione della Varia di Palmi, la festa del pane e la stagione teatrale di Altomonte, il grande jazz di Roccella, i Vattienti di Nocera e Verbicaro, l'Infiorata di Potenzoni, la fiaccolata di Conflenti, e innumerevoli sagre-fiere-eventi-processioni di rilievo.
Da ciò occorre ripartire modificando in noi ciò che può contribuire ad abbattere lo stereotipo di costrizione che non dà spazio alle ali.

Valutando quanto sopra, traslando la riflessione su Amantea, ebbi già ad evidenziare in passato l'esigenza per il nostro comprensorio di classificarsi con un evento di forte connotazione territoriale. Guardare alle nostre cose e tracciare una identità.
Da cosa è connotato prioritariamente il nostro territorio oltre alle bellezze paesaggistiche, mare, storia, monumenti, artigianato, cultura? Da pomodoro, cipolla, rosamarina! E se tutto ciò fondessimo in un progetto su cui investire per il nostro futuro?
Ovviamente questo potrebbe avverarsi solo con un diverso approccio dell'Amministrazione comunale e delle categorie produttive, sapendo guardare in faccia la vocazione del territorio e orientando le risorse in modo utile ai correnti bisogni ed alle future necessità.
Certamente altre manifestazioni potranno coesistere in tale progetto, ma poca strada percorreremo se continueremo a ritenere prioritario, anzichè utile, portare alcune migliaia di ragazzi a saltare intorno ad un palco in piazza Cappuccini e a richiamare qualche centinaia di persone ad una sfilata di belle ragazze nel parco della grotta.
Antonio Cima 11-09-2011

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#2 santo 2015-09-14 16:06
la lavorazione della Rosamarina era una specialità solo ed esclusivamente del comune di Amantea, ( lavorata con peperone a rosso a crema) poi che una specie al momento vietata perché sotto taglia e un'altra cosa.
Citazione
 
 
#1 zippo 2013-09-13 19:30
nè il pomodoro (nel modo più assoluto) nè la rosamarina (che poco se ne pesca ed è comunque specie protetta)sono specialità amanteane. Riguardo alla cipolla, per quanto essa venga coltivata in larga parte a campora, trae denominazione da tropea...non ha perciò senso celebrare ad amantea la cipolla rossa di tropea... ;-) ;-) ;-)
si potrebbe fare il festival del cemento o della munnizza...
Citazione
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA