Amantea - la Torre Civita del castello

Amantea torre civita Amantea – Beni Architettonici

La Torre Civita del castello - sec. XIII

La Torre Civita del castello - sec. XIII svevii
E' posta a dominio visivo di un ampio tratto di costa tirrenica, a nord fino a Capo Bonifati (CS) e a sud per tutta la costa vibonese fino a Briatico (VV). E' all'estremità ovest dell'ampio pianoro che accoglie il castello posto ai margini est della spianata. La torre sovrasta la sottostante chiesa di S.Francesco d'Assisi edificata in una piccola spianata a pochi metri dalle mura di contenimento del pianoro.
La struttura è in rovinosa decadenza pur mostrando interamente le fattezze architettoniche. Si osservano ancora i merli, una scala interna a chiocciola, un ambiente logistico, una cavità ricavata sulla parete interna simile ad un forno in muratura.
I visitatori più curiosi osano l'accesso all'interno, sconsigliato, per ammirare la vista panoramica dall'alto.
Da qualsiasi angolazione del luogo è possibile godere di panorami mozzafiato soprattuto al tramonto.
L'ampio terreno intorno alla torre, in primavera, è rigoglioso di asparagi, finocchietti selvatici, marella. nel periodo pasquale offre significativi cespugli di ramoscelli spinosi per le corone utilizzate dai confratelli durante la processione delle Varette.
Fino agli anni '60 il pianoro era coltivato con presenza ulivi, fichi, vigne e varie verdure. I ragazzi del borgo erano affezionati visitatori del castello...e delle piante.

per ulteriori approfondimenti leggi dopo le foto


fonte dal testo “Amantea, la terra gli uomini i saperi” di Enzo Fera
Si eleva sulla spianata di coronamento del rilievo collinare roccioso che sovrasta l’antico nucleo urbano di Amantea, cinta sugli orli da una cortina muraria, nei pressi della porta d’accesso che immette sul pianoro delle fortificazioni, in posizione lievemente inclinata verso il mare.
Con il toponomo “civita” viene tradizionalmente indicato l’abitato antico di Amantea (civica).
Impostata su base circolare è perfettamente cilindrica, con muratura che cade a filo su un basamento poligonale. Per la tipologia e le linee d’impianto, la sua costruzione può farsi risalire all’epoca sveva (sec. XIII).
La muratura è formata da conci di arenaria informi o rozzamente squadrati non interposti ciottoli di fiume e zeppe di laterizio allineate con intonaco di malta.
Si notano lunghe feritoie rettangolari praticate all’altezza dei diversi piani per dar luce all’interno e permettere ai difensori l’osservazione dei luoghi circostanti, e una seppur limitata difesa con archi e balestre. Sono visibili una caditoia per la difesa piombante e tracce di mensole di coronamento a tre masselli, che un tempo dovevano sorreggere l’archeggiatura, il parapetto a sbalzo e le caditoie per il fiancheggiamento verticale, non più presenti per il crollo della copertura.
La porta d’accesso alla torre, sopraelevata rispetto al suolo, era posta all’altezza del profondo squarcio che si vede nel paramento murario ed era raggiungibile tramite un avancorpo con scala esterna che si raccordava all’ingresso mediante un ponte levatoio.
La comunicazione tra i piani avveniva attraverso una stretta scala inserita nello spessore della muratura con svolgimento elicoidale. Sulla muratura interna si scorgono gli intacchi per sostenere i solai e i fori per l’inserimento delle travi.
Sotto la dinastia sveva, nella prima metà del 1200, si avvia, per l’antico abitato di Amantea, il processo di incastellamento con erezione della torre della “civita”, a tutela del sottostante nucleo insediativo, e del castello, più defilato verso la zona orientale della spianata di coronamento e in comunicazione visiva con essa, a sorveglianza della valle del fiume Catocastro, unica via naturale per raggiungere Cosenza da questo tratto di costa. E’ in quest’epoca che Amantea , per la sua importanza strategica, viene assegnata al Regio Demanio.
 

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA