Amantea - Il Borgo Antico

Amantea borgo antico chianura Amantea

Il Borgo Antico e dintorni

©Riproduzione riservata - Nessun uso è consentito degli elementi della pagina
La parte alta di Amantea è l’ampio centro storico cittadino pur nella diversità delle zone che lo compongono. L’abitato centrale del vasto fronte che guarda a mare è il nucleo del borgo antico (1). Tale spazio corre da est ad ovest, dall’arco presso il palazzo comunale (ingresso est di Paraporto) al sub-rione Pizzone confinante con Catocastro.
E’ delimitato in basso da un tratto di via Indipendenza che scorre sopra le mura di cinta e in alto da via Cavour che attraversa longitudinalmente tutto il borgo alla base della parete rocciosa che sostiene il pianoro del castello.
In realtà questo consistente ambito urbano è frazionato in tanti sub-quartieri non esistenti nella toponomastica ufficiale, ma ben identificati dai nativi. Si tratta di zone poche conosciute dagli amanteani più anziani e praticamente ignote ai giovani. 


Stiamo parlando di:
Cicala, ‘a Carità, Chjazzetta, Rina, Sciolla, Chjanura, S.Franciscu, Pizzunu, Pantalia.
Tali micro zone gravitano intorno alla chiesa di San Biagio (matrice) che rappresenta il punto di partenza prevalente per le visite negli spazi superiori.
L’accesso al luogo è estremamente variegato per quanto semplice; da qualunque viottolo si può salire per visitare il borgo; ovunque ci si trovi basta scendere e si arriva sull’unica strada primaria (via Indipendenza) sulle mura di cinta.

Se il quartiere Catocastro è stato la culla dell’attuale Amantea fin dal sec. VI, il nucleo centrale del borgo ha contribuito a scrivere la storia amanteana degli ultimi secoli.  

In questa area urbana, tra palazzi nobiliari e spazi domestici fatiscenti, hanno convissuto i due ceti sociali estremi fino agli anni ’60, i cosiddetti ”nobili” e la marineria, generando un modello socio-culturale meritevole di adeguati studi.
Star seduto sul muretto della Chjanura e guardare il mare lontanissimo, fa apparire inverosimile che i pescatori abbiano dimorato in questi vicoli sulla rocca. L’ovvia riflessione porta facilmente a dedurre che in questo luogo i pescatori vivevano già quando il mare frangeva ai piedi delle rocce nepetine e svolgevano l’attività nella rada della Calavecchia oggi omonimo quartiere e piazza. Negli ultimi due secoli il mare è progressivamente regredito, ma la marineria è rimasta dove si era consolidata da secoli.
Attualmente il vasto borgo è quasi totalmente disabitato; circa 20 persone ripartite lungo la strada in basso sulle mura di cinta e la vecchia via Cavour nella parte alta. Negli anni ’50 quasi 2000 amanteani incrociavano nel centro storico la loro esistenza tra palazzi e catuoi.

Ma chi vuole bene a questo luogo si adopera costantemente per vitalizzarlo in tutte le occasioni possibili. Associazioni del rione in collaborazione con vari gruppi e altre associazioni cittadine svolgono incessante opera di richiamo con ogni sorta d’iniziativa culturale: convegni, mostre, teatro, libri, musica, giochi, enogastronomia.
Nel periodo natalizio in misura minore e durante l’estate in forma copiosa lo spazio principe del borgo (largo Pianura), diventa ambìto salotto culturale cittadino per amanteani e turisti avvezzi alle giuste forme e ai buoni contenuti.

Il turista che trovandosi ad Amantea decidesse (cosa assai consigliata) di rischiare la sindrome di Stendhal, osi: ne vedrà di cose belle e le apprezzerà tutte. Sia chiaro, non siamo ai Fori Imperiali, nè a Petra, nè ad Abu Simbel e neanche a Portofino o Amalfi o Tropea; cose buone di paese antico, di significative vestigia. Di sicuro potrà “assaporare” tramonti e fotografare scorci esclusivi che piacevolmente mostrerà agli amici. In molti giorni dell’anno si staglia all’orizzonte tirrenico lo schieramento delle isole Eolie, come antichi cavalieri dalle scure armature a difendere le nostre coste da possibili nuovi invasori.
Elenco di ciò che lungo il percorso capiterà di vedere:

Tanti palazzi e relativi portali: Mirabelli, Cavallo, Cozza, Carratelli, De liguori, Di Lauro, Marinaro, Folino, Rinaldi;
i bastioni del castello;
variegati segni rupestri;
il giardino di ”Stendhal” (privato - nomignolo affettivo per la straordinaria bellezza a rischio sindrome)
terrazzamenti d’origine araba;
i giganteschi alberi della Rina;
panorami mozzafiato;
La vista delle isole Eolie (almeno 100 giorni all’anno, in prevalenza autunno/inverno).
il mandorlo siciliano;
gli armoniosi spiazzi Rina, Chjazzetta, Chjanura;
il percorso dei capperi sopra e sotto le mura di cinta;
la chiesa Matrice;
le case Sciullate (rudere palazzo bombardato nel 1943);
il belvedere Piscitiello;
la simpatia naif di Fortunato Pagliaro.

Tutto ciò fa parte di questo antico rione amanteano da visitare, osservare, raccontare.
Antonio Cima 12-09-2013

(1) vedi pagina Catocastro ove è dettagliatamente illustrato

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA