Il Cammino di Francesco Amantea-Paola

cammino-paola-s-francesco da Amantea il tradizionale Cammino di S.Francesco
Tutti gli anni tra fine aprile e inizio maggio
Amantea-Paola a piedi verso il Santuario del Patrono di Calabria

Da secoli ad Amantea si dice :”a Pala a pedi. Tra fine aprile e i primi giorni di maggio gruppi in ogni forma organizzata percorrono a piedi il tragitto Amantea-Paola per recarsi al Santuario di San Francesco in segno di devozione.
Generalmente ciò viene fatto da persone non anziane di normali condizioni di salute. A volte, per voto, si spingono a farlo anche persone in condizioni di difficolta per un cosi impegnativo cammino.
Generalmente chi si accinge in tale fatica si tutela allertando parenti disponibili ad intervenire con la propria auto in caso di “resa” forzata. Sono tante le interruzioni della marcia per sopraggiunta stanchezza, per vesciche, dolori articolari, ma non si conoscono epiloghi drammatici lungo il cammino. continua dopo le foto


Per la ricorrenza 2012 Amantea si è organizzata per un percorso collettivo con le tutele confacenti ad un folto gruppo. Cinque associazione cittadine e la chiesa di San Bernardino hanno promosso una partecipazione numerosa con al seguito ambulanza e pulmino d’appoggio.
La partenza è avvenuta martedì 1 maggio alle ore 6,20 dal sagrato della chiesa di San Bernardino con arrivo tra le ore 11 e le 12. Tutto è andato nel migliore dei modi e, con un po di stanchezza e qualche piede malconcio, il rientro è avvenuto in treno nel pomeriggio.
Ai partecipanti è stato consegnata una pergamena a ricordo di questa giornata.
Antonio Cima 01-05-2012

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#14 FRANCO DANESE 2015-05-04 16:13
*La fede muove montagne*..Semp re ho considerato queste camminate come un atto di devozione francescana per gloria di Dio..Sono espressioni genuine di tanti cuori in cerca di sollievo,pace e grazie divine..tramite San Francesco..Esem-
pi.:Madonna di Lourdes,Santiag o di Compostella,Mad onna di Lujan,Padre Pio,ecc.)
Parlare di altre finalita' sono solamente supposizioni fuori di contesto.-Che la Carita'Francesc ana regna fra tutti.
Citazione
 
 
#13 laVia 2012-05-07 14:28
caro luna rossa, hai ragione...infat ti ho precisato "queste cose - se non fatte con il giusto raccoglimento spirituale e con lo scopo di dare gloria a Dio". E poi non si tratta di condannare ma di correggere, perchè non è facile raggiungere quello che tu chiami il risultato finale. come è scritto in Luca "due saranno nei campi: uno sarà preso e l'altro lasciato..."
Citazione
 
 
#12 Luna rossa 2012-05-07 12:05
A "Gaetano", che mi dice di non chiudere il discorso, vorrei precisare che la direzione per l'uomo in generale non può che essere unica, come unica è l'umanità che unisce tutti gli uomini.Che poi si cammini in parallelo e in vari modi poco conta ai fini del risultato finale. Non si tratta, quindi, di una mia direzione superiore a quella degli altri.
A "la Via" vorrei controbattere amichevolmente, rilevando che il Cristianesimo podistico non è detto che sia animato sempre da disinteresse per la testimonianza: San Paolo fu il più grande podista e il più grande testimone di Cristo. Non sempre l'esteriorità è condannabile: forse sarebbe meglio non condannarla affatto. L'amore cristiano non contempla la condanna o l'ilarità. I parroci farebbero bene a dare testimonianza viva a Cristo in ogni ambito e in ogni modo, accogliendo e non disgregando.
Citazione
 
 
#11 laVia 2012-05-06 21:10
A proposito di queste "camminate" io mi sento di condividere l'ilare definizione di un nostro parroco amanteano a riguardo: "cristianesimo podistico"...ch e non conduce assolutamente lontano. San Francesco non ha nessuno da accogliere: solo Dio accoglie nelle Sue braccia come il padre col figliuol prodigo. Io credo che si debba portare assoluto rispetto alla divinità, perciò credo che queste cose - se non fatte con il giusto raccoglimento spirituale e con lo scopo di dare gloria a Dio - facciano molto molto male!
Citazione
 
 
#10 Ismaele 2012-05-06 20:20
La discussione è stata ampia, serena, partecipata e utile e per l'esperienza vissuta potrebbe venirci utile ricordarsi del salmo:Nell'anda re, se ne va e piange, portando la semente da gettare, ma nel tornare, viene con giubilo, portando i suoi covoni. (Salmo 1256)
Citazione
 
 
#9 Gaetano 2012-05-05 19:51
E' questo termine "rigenerare" che mi infastidisce. Non sarebbe meglio, a mio modesto avviso, che queste esperienze da emozioni forti e che arricchiscono l'animo e lo spirito siano vissuti in modo semplice ma coerente in tutte le espressioni della vita e non solo in quelle di camminatore? A Luna rossa, non chiudere il discorso, comprenda che non tutti vanno nella stessa direzione, forse bisognerebbe esprimere e rappresentare le proprie idee senza la presunzione che siano il meglio e viceversa.
Citazione
 
 
#8 rocco 2012-05-05 15:24
Sono esperienze che trasmettono emozioni forti, arrichiscono l'animo e rigenerano lo spirito cristiano. Per partecipare, ritengo non sia indispensabile essere"pellegri no per fede" va bene essere anche un semplice "camminatore" perchè, sono certo,che S. Francesco accoglie tutti con la stessa gioia.
Citazione
 
 
#7 Luna rossa 2012-05-05 10:38
Alla fine ti rendi conto che il discorso scade sempre nella stessa direzione e, quindi, meglio chiuderlo.
Citazione
 
 
#6 bibì e bibò 2012-05-04 23:42
Miiiiiiih Luna Rossa quale grande garantista, altrochè, chissà se proprio lei non ha una coda di paglia di quella lunga ma lunga lunga lunga. Condivido comunque di preferire come lui ecc ecc, purtroppo per me sono un misero peccatore
Citazione
 
 
#5 Luna rossa 2012-05-04 20:49
Ma intanto hanno mosso i loro passi verso un santuario e non verso una discoteca o uno spettacolo alla Grillo. Quando non si riesce a fare nulla di buono e di bello, si finisce sempre col minar sassi in tutte le direzioni. Prefeisco una prostituta convertita che una bizzocca criticona, il che naturalmente vale anche al maschile.
Citazione
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA