Webiamo - Amantea

Amantea (CS) - Abenadica...mi sta acciungannu 'u vrazzu

in-braccio-logo Abenadica...mi sta acciungannu ‘u vrazzu
Spesso capita di sentire tale esclamazione da chi tiene in braccio un bambino

Nelle abitudini linguistiche di Amantea è notevolmente utilizzato (in prevalenza da donne che mantengono espressioni tradizionali) il termine abenadica (sia benedetto – che è l’accezione più ricorrente rispetto alla versione benadica) per esaltare una condizione di eccellenza di chi è oggetto di conversazione. Generalmente si tratta di bambini in tenera età che giornalmente mostrano i segni della crescita.
Chi proferisce tale espressione nei confronti di propri congiunti lo fa con affetto ed orgoglio; per esempio una giovane mamma non si risparmia dal dire “abenadica ha dormutu sia uri ‘i fila” oppure “abenadica s'ha vivutu tuttu ‘u lattu”.  continua dopo le foto


Chi, invece, lo esprime sui figli di altri lo fa ritualmente per evitare un risentimento superstizioso della mamma del bambino. La casistica delle modalità di pronuncia è vasta e, dal tono, chi ben conosce l’animo umano, intuisce “tra le righe” se esprime sincerità, bonomia, invidia, avversione, malignazione, doppi sensi, ecc.
I casi che richiedono abenadica sono infiniti; ne cito qualcuno:
il bimbo cresce velocemente; un ragazzo prende buoni voti a scuola; il superamento di un concorso; il cambiare spesso le scarpe al bimbo per uno sviluppo precoce; una sposina rimane incinta subito dopo un parto; per una consistente vendemmia; per l’impasto di farina che lievita in modo consistente, ecc.

Esistono casi paradossali in cui anche per palesi eccessi (per esempio un bambino obeso) la preoccupazione viene mitigata con atteggiamento consolatorio pronunciando comunque “abenadica cumu crisce su guagliunu”.
Il caso più ricorrente che ho sempre sentito, essendo nato in famiglia ad elevata proliferazione, è quello delle nonne che hanno accudito un bambino in assenza della mamma.
Appena la mamma del bambino rientra a casa la prima esclamazione liberatoria è “pigliatillu su figliu tua ch’abenadica mi sta accingannu 'u vrazzu

Le immagini rappresentano persone che hanno in braccio un bambino e nella maggior parte dei casi sono nonne o zie.
Antonio Cima 22-01-2012

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa


{jcomments on}


© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA