Campus Temesa qualche nuvola

amantea-campus-temesa  Campus Temesa, sedotto e abbandonato:
giovanissimo con acciacchi precoci
Amantea 08-10-2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA - non è consentito l'uso di elementi di questa pagina
E’ facile prevedere che questa struttura sarà al centro della prossima campagna elettorale. Tra gli amanteani aleggia non poca delusione su ciò che doveva essere e che ancora non è stato.
Gli aspetti su cui accendere i fari sono molteplici e qualcuno lo tratterò anch’io personalmente, scriverò qualcosa e qualcos’altro mostrerò, si la mostrerò.
Il messaggio subliminale che si è affermato nella cittadinanza è che la struttura sia “praticamente” finita. Quando di uno status non v’è riscontro oggettivo può passare un concetto non esattamente corrispondente alla realtà, anche se tale concetto non è stato enunciato.
Recita un adagio amanteano: ”’a collettu tisu tisu diju sa si c’è cammisa”; tradotto per i non amanteani è quel famoso “non è tutt’oro quel che luccica”. C’è tempo per parlare d’oro, di bronzo e di ferri già vecchi.
  continua dopo le foto


In tanti hanno intenzione di parlare dei costi abnormi rispetto al previsto, di quanto/quando occorra ancora, dello stato complessivo, dei locali vuoti, dell’organizzazione, della fruizione, della economicità, ecc., ma c’è tempo.

Durante questo 8 ottobre 2013 passo, come tutti i giorni, più volte al giorno, davanti al teatro (è a 100 metri dal mio studio) e sempre gli occhi mi vanno a quei manifesti appiccicati al vetro dell’ingresso come nei chioschi instabili nelle biglietterie dei porti turistici ove compri il biglietto per la motonave che va alle isole.
Ormai ciò non mi turba più, è diventato un compagno di vita come dopo i 60 anni il dolore al ginocchio, il colesterolo un po alto, la vista degradante.
Ma oggi ho visto dei movimenti di persone del comune con fare apprensivo, passo avanti.

Ripasso nel pomeriggio chiedo in giro e mi dicono di qualche problema sulla terrazza che accoglie l’impianto di areazione caldo/freddo. Roba da poco, si rimedierà facilmente.
Gli occhi mi vanno ad un angolo molto somigliante a quelli che in questi giorni scorrono in tv sul dramma dei profughi a Lampedusa.
A ciò si aggiungono la sporcizia tutt’intorno, l’erbaccia alta, il degrado prematuro.
Un anno fa circa ebbi modo di documentare l’installazione dell’impianto d’irrigazione nel prato antistante l’ingresso, un buon lavoro. Poi pensai con apprensione a come storicamente vengongono curate queste cose: l’erbetta, il verde, i fiori. Mi venne un dubbio e scrissi…andate a leggere la pagina.
Antonio Cima 08/10-2013

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#5 Alby 2013-10-09 13:51
Come tutte le cose che si fanno in questa cità, si investono milioni tutto bello da vedere fino l'inaugurazione e poi? e poi l'abbandono totale, da notare pure la piazzetta degli emigranti senza controllo cani, biciclette sull'erbetta e sporcizia,eppur e paradosso e che si trova in pieno centro.
Citazione
 
 
#4 rffacesco 60 2013-10-09 12:42
NON SI SAPEVA CHE FOSSE UNA CATTEDRALE NEL DESERTO? Solita mania di protagonismo, supra i spalli di fissi ( Imu, Tares e tributi vari)
Citazione
 
 
#3 Paolo Ianni 2013-10-09 08:20
Il sottoscritto, ben due anni fa, portò al comune (dopo averne parlato con chi di dovere) un progetto su come organizzare e gestire e quindi rendere produttiva la struttura. Purtroppo quel lavoro è stato completamente ignorato. Non ne conosco però i motivi.E' mancata la volontà politica? Non lo so. Fatto sta che il mio progetto giace nei miei cassetti quando invece avrebbe già potuto essere messo in atto rendendo la Casa delle Culture (perchè tale è e non è un campus) un fiore all'occhiello
Citazione
 
 
#2 FRANCO DANESE 2013-10-09 01:35
inconcepibibile l'abbandono del teatro Campus Temesa..Non c'e' un responsabile(di pendente del Comune) per il mantenimento e la vigilanza dell'edificio e del suo perímetro verde??? o si fannu tutti i cazzi loro??Chissa' aspetteranno le prossime elezioni per affacciarsi dal finestrino ??....Ciao !!!
Citazione
 
 
#1 Nicola 2013-10-08 22:41
È stato solo un mezzo per la campagna elettorale di qualcuno.....e lui che si deve prendere tutte le responsabilita. ....
Citazione
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA