Enzo Pellegrino sui commenti anonimi

pellegrino enzo Riceviamo da Enzo Pellegrino e pubblichiamo 27-03-2014
De Anonimo
Quali motivazioni inducono a commentare senza firmarsi?

Cos’è l’Anonimato? Cos’è che spinge un qualsiasi cittadino ad assumere, con sicumera, una pubblica posizione di censura celando rigorosamente la propria identità? Me lo sono chiesto recentemente, in seguito ad eventi a me occorsi. Ho provato a fare una rewue su internet ma, a parte una generica definizione di Wikipedia, non ho trovato nulla di significativo.
Ricorro alla mia deficitaria memoria, cercando di ripercorrere a ritroso le poche nozioni ormai consunte dal tempo. Parto dal Medio-Evo. Epoca oscura, intrisa di intrigo e superstizione. Cito tra tutte la Congiura dei Pazzi: nella Firenze pre-rinascimentale (1478 circa ), con carteggi cifrati rigorosamente anonimi papa Sisto IV della Rovere ordisce una trama contro i fratelli Giuliano e Lorenzo Dè Medici, a sostegno dell’azione destabilizzatrice della famiglia Pazzi. La Congiura costerà la vita a Giuliano.
L’anonimato ordisce nefaste trame durante la Rivoluzione francese – periodo del Terrore (1793-94), per i cui effetti molti cittadini furono avviati alla ghigliottina. Così come durante il periodo delle cosiddette Purghe Staliniane nell’URSS, per mano di L.P. Berija, durante il Nazifascismo, durante la Guerra Fredda. L’anonima delazione, in tutti questi periodi, determina notevoli sacrifici umani a scapito di innocenti, rei solo di essere invisi ai potenti, ma sarebbe meglio dire infingardi, di turno.
Sull’anonimato si sofferma anche il romanzo d’appendice. Esemplare, particolarmente significativa la trama del Conte di Montecristo di A. Dumas : Edmond Dantesviene accusato da una lettera anonima, redatta con la mano sinistra, da Danglars. Seguono arresto di Dantes, prigionia, e tutto il resto fino alla vendetta del Conte di Montecristo.
Potrei continuare ad elencare una serie di eventi storici, tutti rigorosamente documentati e documentabili. Temo però di annoiare il mio già esiguo uditorio.
Dirò pertanto che non rientra nei miei metodi il ricorso all’anonimato per stigmatizzare e/o contestare l’azione di un mio simile. Tornando all’evento di cui sopra, è necessario che io racconti. Ho scritto circa un percorso politico, disegnato con alcuni amici, per le prossime Amministrative di Amantea; ed ho anche scritto del boicottaggio “scientifico e mirato” cui il percorso è stato fatto oggetto. Opinioni personali (ma non tanto e non solo !!!), certamente criticabili, se credete anche non condivisibili.
Ma critiche e non condivisioni vanno espresse assumendone la responsabilità diretta. In anonimo, critiche e mancate condivisioni lasciano il tempo che trovano. Non così le offese personali che, proprie perché sferrate nell’ombra e dall’ombra, non consentono una qualche difesa. E’ da vigliacchi colpire alle spalle, come fanno i sicari. Vigliacco, codardo e cialtrone risulta chiunque adotti simili metodi. Tanto da costringere lo staff di redazione ad eliminare dal web non solo gli scritti offensivi ma anche il mio intervento di puntualizzazione.
In un altro mio intervento di puntualizzazione non ho esitato a riformulare l’accusa di vigliaccheria contro Chi, dall’ombra anonima, avvolto dalle fumose nebbie, ha sferrato vili e bassi attacchi contro la mia persona. Come risponde il Nostro all’accusa? Utilizzando una toppa che sicuramente è peggiore del buco: la perfezione non è di questo mondo, Egli dice. Invocando l’imprimatur del nome (Umile, con il buon gusto di omettere da Bisignano).
A nulla vale il successivo intervento di dichiarazione d’identità, nel quale, udite un po’, richiede il patrocinio filosofico al padre del razionalismo moderno: Cartesio. Mi chiedo: cosa c’è di razionale in una offensiva accusa lanciata in forma anonima e successivamente rivendicata con argomentazioni che sfiorano il ridicolo, per non dire l’assurdo ? Chiedo infine: può Chi aspira a svolgere una pubblica funzione, nobile ed altruista, a difesa dell’interesse collettivo, adottare “metodi” che nulla hanno di razionale e corretto? Io mi pongo la domanda. Credo però, che insieme a me, tutta la Città debba porsi questa domanda. E darsi una chiara risposta se non vuole ritrovarsi poi con un buco cui sarà difficile mettere una toppa
Enzo Pellegrino 27-03-2014

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#4 giuseppe 2014-03-28 19:15
Come puoi notare caro fratello italiano emigrato, i contendenti questi sono; polemizzano tra di loro per delle quisquilie. Tu pensi che Amantea potrà mai risorgere?
Citazione
 
 
#3 Sergio Ruggiero 2014-03-28 09:34
...continua. Da qui il richiamo al dubbio metodico, che con la questione c'entra eccome! Ecco. Ho soltanto contestato il tono sentenziale, e l'ho fatto palesandomi, e senza voler offendere nessuno. In caso contrario chiedo scusa. Lo sviluppo della discussione può degenerare, e di fatto è già degenerato mostrando una punta di livore distorcente, che non gradisco. Gradirei invece finirla qui. Un caro saluto, ed un in bocca a lupo a tutti i protagonisti di questa campagna elettorale.
Citazione
 
 
#2 Sergio Ruggiero 2014-03-28 09:16
Andiamo con ordine: tutto parte da una esternazione circa il fallimento di un tentativo politico. Niente da dire. Ciò che a mio parere non va bene, è l'esclusione categorica di ogni possibilità che alla Mantia possano svilupparsi laboratori degni di attenzione. In quel momento, erano già in campo due novità, Sergio Ruggiero, e M5S con Francesca Menechino (della cui amicizia mi pregio), iniziativa a cui guardare quanto meno con rispetto. Vogliamo almeno accordare loro il beneficio del dubbio?
Citazione
 
 
#1 polemico 2014-03-28 08:41
Ritengo che ogni forma e strumento va utilizzato con rispetto ed educazione. Esprimere la propria idea con educazione
non pone chi come me, preferisce non dare le proprie generalità, ad essere un poco di buono.
Buon Lavoro
Citazione
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA