I Valori della Festa della Liberazione

lorelli-alfonso Alfonso Lorelli,
25 Aprile Festa della Liberazione

Edificare ad Amantea il “Sacro tempio della memoria” nel luogo simbolo del dolore di tutti gli amanteani, i ruderi delle così dette “Case sciullàte”.

25 APRILE, IL NOSTRO SACRARIO

In occasione del 25 aprile, che ricorda la sollevazione popolare del 25 aprile 1945 contro le truppe fasciste e naziste, data fatidica per la nostra democrazia conquistata grazie al sacrificio di milioni di uomini e donne e di centinaia di migliaia di morti che riuscirono a sconfiggere il nazi-fascismo, è quanto mai necessario ricordare il contributo di sangue che anche la nostra Amantea ha dato a quei fatidici eventi. Purtroppo la nostra città non ha ancora eretto una lapide, un cippo, un monumento che ricordi gli amanteani caduti durante il secondo conflitto mondiale, come se il loro sacrificio non meritasse ricordo e gratitudine, come se una collettività smemorata volesse rimuovere la morte di quei suoi figli che, a differenza degli eroi della prima guerra mondiale, non avevano portato alla vittoria della nazione. Da anni, insieme ad altri pochi cittadini sensibili ai valori anche educativi della storia, vado chiedendo alle amministrazioni comunali che i nomi di quei morti vengano ricordati; che quel luogo sacro delle “case sciullate” diventi un monumento alla memoria; che vengano ricordati i partigiani amanteani i cui nomi sono conosciuti da pochi. Tutto finora è stato vano, come se questa città volesse vivere senza memoria; ma chi vive nella confusione del solo presente barcolla e cade come l’ubriaco, non trova mai la giusta via da percorrere ed ogni volta che sembra rialzarsi ricade precipitosamente nel fango. E’ questo il monito che la morte di quegli eroi riverbera sulla comunità amanteana di oggi.

ELENCO DEI MILITARI NATI NEL COMUNE DI AMANTEA CADUTI O DISPERSI DURANTE IL SECONDO CONFLITTO MONDIALE, RIPORTATI NEL TABULATO DEL MIN. DELLA DIFESA- DIREZ. GEN. LEVA:

1-Alfano Giuseppe; 2-Bennato Armando;3- Besaldo Francesco; 4- Bruni Giovanni; 5-Bruni Mario; 6-Bruni Eugenio; 7- Bruno Vittorio; 8-Brusco Antonio; 9- Carino Giuseppe; 10- Catellino Giuseppe; 11-Clemente Ernesto; 12- Coccimiglio Angelo; 13- Cortese Giacinto: 14- Cupelli Luigi; 15- Diani Luigi; 16- Fiore Giuseppe; 17-Florio Alfonso; 18-Frangione Vincenzo; 19- Fruscio Vincenzo; 20- Furelli Francesco; 21- Furgiuele Giacomo; 22- Gagliardi Alfredo; 23- Gagliardi Antonio; 24- Gagliardi Francesco; 25- Gagliardi Giovanni; 26- Gagliardi Saverio; 27- Gallo Emanuele; 28- Giambra Rocco; 29- Gulli Michele; 30-Gullo Alfonso; 31-Ianni Luigi; 32- Ianni Pasquale; 33-Lo Balbo Alfio; 34- Lorelli Arturo; 35-Mannarino Filippo; 36- Mannarino Giacomo; 37-Mariano Pasquale; 38- Mazzuca Pietro; 39-Miceli Giuseppe; 40-Morelli Italo; 41-Munno Antonio; 42-Ombres Bonaventura; 43-Ombres Saverio; 44-Osso Antonio; 45-Pasquale Luigi; 46-Pata Francesco; 47-Pati Alfonso; 48-Perri Vincenzo; 49-Pino Fiore; 50-Pizzino Michele; 51- Porco Fioramante; 52-Porco Gallina Vittorio; 53-Provenzano Vittorio; 54-Rinaldini Francesco; 55- Rizzo pasquale; 56- Rubino Bonaventura; 57-Ruggieri Carmine; 58- Ruggiero Giuseppe; 59-Salutato Federico; 60- Sicoli Giuseppe; 61-Simari Benigno Alfonso, 62- Spina Fortunato; 63- Spina Giuseppe; 64- Targhetta Alfredo; 65-Timpano Giovanni; 66-Vadacchino Fioravante; 67-Veltri Giulio Carmelo; 68-Viola Carmine.

ELENCO DEGLI AMANTEANI RICONOSCIUTI UFFICIALMENTE COME “COMBATTENTI PARTIGIANI” ED ISCRITTI NEGLI ELENCHI DELL’ARCHIVIO PROVINCIALE DELL’ANPI. 1 –ALFANO GIUSEPPE, marinaio, caduto a Lero il 16 novembre del 1943, decorato medaglia di bronzo. 2-BESALDO FRANCESCO, contadino, partigiano col grado di comandante di Compagnia, caduto in Jugoslavia l’11 maggio del 1945, decorato con croce di guerra. 3-BESALDO GIOVANNI,contadino, partigiano dal novembre del 1943 al settembre del 1945, ferito in Albania e ritornato invalido. 4- CICERO GIUSEPPE, partigiano in Veneto dal 3 ottobre 1944 al 24 giugno 1945. 5- GAGLIARDI SAVERIO, comandante di squadra, caduto il 30 gennaio 1945, decorato con medaglia di bronzo. 6- PERCIAVALLE GAETANO, detto d’Artagnan, nato ad Amantea ma residente a Bologna, ferroviere, partigiano dal 12 dicembre del 1944 al 30 aprile del 1945. 7-RIZZO SALVATORE, capo squadra partigiano dal 12 maggio 1944 al 25 aprile del 1945. Operò in Emilia –Romagna. 8-ROMEO LUIGI, partigiano nella brigata Vitrano che operò in Piemonte. 9- SPINA FORTUNATO, contadino, partigiano dal 16 ottobre 1944, caduto il Jugoslavia il 7 maggio del 1945. 10-SPINELLI ANTONIO, contadino, partigiano dall’8 settembre 1943 all’8 maggio 1945, divisione Garibaldi, ha combattuto in Jugoslavia. 11-TUCCI NICOLA, partigiano in Piemonte, brigata Matteotti dall’1-8-1944 al 27-2-1945, caduto in un’imboscata.

La commemorazione di questo 25 Aprile mi dà l’occasione per rivolgere un ulteriore appello a tutti i cittadini di buona volontà e di più avveduta riflessione, alle Associazioni, ai partiti, per far sì che questa nostra memoria collettiva non subisca il lento oblio del tempo e del succedersi delle generazioni. Bisogna unirsi e chiedere , tutti insieme, anzi imporre con la forza della più vasta opinione pubblica, che venga edificato il “Sacro tempio della memoria” nel luogo simbolo del dolore di tutti gli amanteani, i ruderi delle così dette “Case sciullàte”; perché è sempre vero che “ a egregie cose il forte animo accendono l’urne dei forti… e bella e santa fanno al peregrin (al cittadin) la terra che le ricetta…”

                                                                    ALFONSO LORELLI 24-04-2014

 

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#2 Nino Buffone 2014-04-25 21:40
La storia e direi l'attualità ci insegnano quanto dolore e lutti le Guerre e la Violenza hanno prodotto all'Umanità intera. Con questo spirito sottoscrivo in pieno l'appello di Alfonso Lorelli per un monumento che ricordi - in uno con i Partigiani Amanteani - le vittime di tutte le guerre e della umana stupidità.
Citazione
 
 
#1 candelaio 2014-04-24 23:39
Bella la citazione del Foscolo, ma per le guerre perse la memoria e' sempre corta...oltretu tto, l'infamia delle leggi razziali, i rastrellamenti dei ghetti, la caduta del regime ad opera degli alleati piu' che dei partigiani, rende difficile distinguere buoni militari da quelli cattivi...
Citazione
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA