Così stanno le cose sulla differenziata

lazzaroli vincenzo Vincenzo Lazzaroli
Racconta la lunga storia delle raccolta differenziata tirata dai capelli per mera strumentalizzazione elettorale - Amantea 11-05-2014

Riceviamo e pubblichiamo il testo inviato da Vincenzo Lazzaroli

La vicenda che ha interessato la raccolta differenziata nel Comune di Amantea, ancora una volta rimane oggetto di varie strumentalizzazioni a tutto vantaggio di chi, per le prossime elezioni di maggio, nella speranza di poter recuperare oltre alla visibilità anche il tempo perso (questo meno probabile), tenta a tutti i costi di stravolgere la realtà dei fatti.

Mi riferisco alle ultime dichiarazioni rilasciate da uno dei quattro candidati a sindaco, uno che si vanta di essere politico di lungo corso, che con arroganza si continua a presentare al popolo, nonostante i suoi numerosi fallimenti amministrativi per questo paese.

Entrando nel merito della questione, e’ doveroso ricordare al candidato a sindaco che gli impegni originari che il Comune avrebbe dovuto mantenere nei confronti della Regione Calabria, consistevano nel garantire da progetto l’avvio della raccolta porta a porta entro la data del 12/02/2013 sul 100% del territorio comunale, e non solo nella frazione di Campora San Giovanni.

Data l’importanza sociale del progetto l’amministrazione comunale avrebbe dovuto seguire l’agenda di tale impegno anche perche’ i fondi strutturali messi a disposizione dall’UE non attendono tempi biblici per essere spesi, ma nel pieno rispetto dei regolamenti comunitari e delle strette esigenze di una Regione poco performante in materia, sono dettati da cronoprogrammi stringenti al solo fine di evitare il c.d. “disimpegno automatico” di quelle risorse finanziarie che non vengono prontamente investite sul territorio, come previsto dal POR Calabria FESR 2007/2013.

In realta’, il Comune dopo la stipula della convenzione, nulla ha fatto per avviare tempestivamente il servizio della raccolta.

Solo il 5 febbraio 2013 il Comune si decideva a chiedere una proroga del termine del 12/02/2013, richiedendo nel contempo di rivedere il cronoprogramma delle attività propedeutiche da espletare.

Ciononostante, risulta che la Regione, ad accettazione della richiesta, verbalizzava ed otteneva dal Comune in data 11/02/2013 una ulteriore garanzia di impegno ad assicurare l’avvio della r.d. dei rifiuti entro e NON oltre il 30 aprile 2013 sul 100% del territorio comunale, data questa, direttamente proposta dallo stesso Ente comunale e motivata sulla scorta di un nuovo cronoprogramma da seguire.

Pertanto solo nel mese di aprile e, di conseguenza con notevole ritardo, benché risulta che la Regione avesse più volte ribadito il carattere perentorio di tale ultimo termine, il Comune avviava in tutta fretta una manifestazione pubblica per la selezione di 13 collaboratori e con Delibera 49 del 13 aprile 2013 affidava alla suddetta Società Lamezia Multiservizi Spa il servizio della raccolta differenziata dei rifiuti e disponeva l’avvio per il 18 maggio 2103 solo per la frazione di Campora. Evidente che ci sono mesi di assoluta inoperosità!

Condizione, questa, del tutto incurante delle ammonizioni esternate dalla Regione, infatti risulta che in più occasioni lo stesso Dipartimento regionale aveva messo in mora il Comune esponendo i potenziali effetti lesivi, tra cui il totale attribuzione delle spese a carico del Comune in caso di superamento della data del 30/04/2013.

Discutibile, infine, le dichiarazioni che circolano in merito al ricorso presentato dal Comune che in forma incerta risulterebbe pendente innanzi al TAR avverso la revoca intervenuta, laddove già nel mese di dicembre 2013 il Consiglio di Stato con Ordinanza n. 4928/2013 riconoscendo che <<la revoca del finanziamento è stata effettuata nell’ambito di attività vincolata conseguente al mancato rispetto della tempistica prefissata>> e ritenendo che <<nella valutazione dei contrapposti interessi coinvolti appare prevalente quello della Regione Calabria ad evitare il disimpegno delle somme finanziate nell’ambito del POR Calabria FESR 2007/2013 il cui periodo di validità scade il 31.12.2013>>.

In sostanza, purtroppo, viene accolto l’appello presentato dal Dipartimento regionale respingendo l’istanza cautelare proposta dal TAR in favore del Comune. Oltre al danno anche la beffa!

Ma vi è di più: con ultima Sentenza 651/2014 di aprile 2014 il medesimo TAR, anche in considerazione delle risultanze del Consiglio di Stato, si è definitivamente pronunciato sul ricorso presentato dal Comune, dichiarandolo in ammissibile per difetto di giurisdizione, disponendo anche le spese compensate.

Condizione questa che mette in evidenza un aspetto significativo: sarebbe bastata una maggiore attenzione per attivare un serio progetto della raccolta differenziata secondo le modalità esecutive e temporali previste nel progetto, a tutto beneficio della cittadinanza, evitando di staccare assegni in favore di avvocati consulenti per i vari ricorsi con ulteriore spreco di tempo e di risorse finanziarie che pagheranno sempre i cittadini. Ho seguito dall’inizio gli sviluppi sull’iter della differenziata e per questo ho ritenuto opportuno nuovamente fare chiarezza ai cittadini su come e’ stato gestito il progetto.

Certo, questa e’ una lezione che sicuramente servirà in futuro a chiunque andrà a coprire il ruolo di Sindaco al quale faccio un unico invito: saper massimizzare ed indirizzare ogni sforzo al solo fine dell’interesse della collettività evitando fantastiche quanto sterili congetture prive di ogni fondamento!

                                                                                                                Vincenzo Lazzaroli 11-05-2014

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#3 Giacomo rimini 2014-05-13 05:45
Rispondo a Pippo Carta guarda che lazzaroli ti ha elencato date e articoli. Quando vuole puoi andare a controllare, nel frattempo come cittadino contribuisca a pagare il ricorso perso. Io avendo cambiato citta' dove non fanno queste cazzate pago spazzatura e ho la differenziata
Citazione
 
 
#2 pippo carta 2014-05-12 23:01
ma chi va trovandu, spiega prima ai cittadini di Amantea la tua mancata candidatura a sindaco e nenche in qualche lista.
Citazione
 
 
#1 Rosario Cupelli 2014-05-12 15:33
perfect report
Citazione
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA