Le intimidazioni, commento di Libera

libera Comunicato del coordinamento provinciale di "Libera"
relativo alle intimidazione agli amministratori di Amantea.
Contrastare nepotismi, familismi e passerelle elettorali.
La politica deve sempre privilegiare i valori della giustizia e dell’equità - 10-11-2014

 Il Coordinamento provinciale di Libera-Associazioni, nomi e numeri contro le mafie “Roberta Lanzino” di Cosenza ha voluto presenziare ieri mattina al consiglio comunale straordinario indetto dall’Amministrazione Comunale di Amantea a seguito degli atti intimidatori subiti dal sindaco e da tre consiglieri di maggioranza, per tentare di capire quale fosse la vera radice dell’attacco subito e quali fossero le concrete contromisure che il governo cittadino intende porre in essere per ristabilire le condizioni minime necessarie affinché cittadini e lavoratori possano riprendere un cammino di civiltà e dignità.
Siamo da sempre consapevoli che un serio ed efficace processo di liberazione dalla criminalità organizzata, dalla sua mentalità, dalle sue distorsioni culturali impone politiche concrete e univoche, esige attenzione inflessibile su ogni singolo atto e/o atteggiamento da parte dell’intera classe politica, quella di maggioranza, quella di minoranza e perfino quella extraconsiliare.
Come cittadini calabresi, siamo stati rincuorati dalla presenza del Prefetto che, ne siamo certi, saprà profondere – per quanto di sua competenza – tutto l’impegno necessario a coordinare il lavoro degli addetti alla Pubblica Sicurezza. Ma siamo convinti che tale straordinario sforzo organizzativo sia destinato a restare improduttivo se ad esso non si affiancherà un lavoro volto a generare le condizioni affinché nei cittadini del nostro territorio si consolidi la sincera e profonda convinzione che la democrazia, l’uguaglianza, la pace e la giustizia sociale, sono più convenienti del familismo prepotente, violento e sciatto tipico delle consorterie criminali, mafiose e non.
L’esperienza di venti anni di studio, elaborazione, progettazione sociale di ampio respiro ci dice che l’antimafia delle parole è più dannosa del silenzio e dell’indifferenza perché genera confusione, specie quando si trasforma in passerelle da campagna elettorale.
E invece ciò che più urgentemente occorre è fare chiarezza per generare consapevolezza. In linea generale, è nostra convinzione che un’amministrazione che voglia incamminarsi lungo questo percorso ha il dovere, in primo luogo, di scegliere col massimo rigore i propri collaboratori tra quanti non abbiano e non abbiano mai avuto legami familiari o economici con gruppi criminali in genere, o che non abbiano mai abusato di fondi pubblici o che non si siano mai macchiati per fatti di corruzione.
In secondo luogo, nelle proprie scelte politiche deve sempre privilegiare i valori della giustizia e dell’equità anche, se necessario, a discapito di quello dell’economicità. Troppe volte, col pretesto del massimo ribasso, si è chiuso un occhio sulla qualità di appaltatori di opere o servizi.
In ultimo, ma non per importanza, appare essenziale ai fini della credibilità pubblica che tutti i procedimenti istituzionali (siano essi assunzioni, conferimenti d’incarico o committenze) siano improntati alla massima trasparenza, in modo da rendersi impermeabili ad ogni pressione clientelare o nepotistica.
Tornando alla specifica vicenda amanteana, dunque, auspichiamo anzitutto che il
Comune collabori lealmente con le Forze dell’Ordine e la Magistratura nelle indagini finalizzate a punire gli autori di questo intollerabile attacco alla democrazia; e inoltre, che i beni confiscati alla criminalità locale e affidati al Comune possano essere restituiti alla comunità con celerità e trasparenza. Solo così si potrà riconquistare la fiducia, la stima, la solidarietà viva e visibile da parte di quei lavoratori e cittadini, la cui assenza, ieri, ha pesato molto di più delle pur importanti presenze istituzionali. Libera, dal canto suo, rimane in attesa che alla preoccupazione segua la reazione, che all’intimidazione mafiosa segua l’effettiva riappropriazione democratica del territorio.

10-11-2014

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA