Eccezionale scoperta sulle colline di Belmonte

Grotte-belmonte Tra le colline di Belmonte Calabro
Straordinaria scoperta di un momolite fallico
relazione del Prof. Vincenzo Segreti

© Riproduzione riservata - Nessun uso è consentito degli elementi della pagina

Un maestoso monolite fallico
( è alto due metri con un diametro di 80 cm. ) si eleva difronte ad una grotta rupestre, situata nell’impervio vallone di Belmonte Calabro, dove scorre verso il mare il torrente “Peppalò”.

   L’importante scoperta, che assume un rilevante valore storico-antropologico, è stata fatta da Franco Veltri, attento ricercatore di antiche memorie ed esperto fotografo di monumenti e siti archeologici della sua terra, e dal medioevalista Gerardo Vespucci.

   Il manufatto in arenaria, simile a quelli già famosi di Nardo di Pace e di Campana, per le sue fattezze non sembra “uno scherzo della natura”, ma rafforza l’ipotesi che in Calabria e nell’area mediterranea sin dall’epoca preistorica fosse diffuso il culto dell’organo sessuale maschile come simbolo della fertilità, intesa come potenza generativa della natura che dà la vita.

Grotte-belmonte2Nel caso di Belmonte Calabro l’immagine del membro umano, realisticamente modellato nel suo vigore riproduttivo ed esposto a mezzogiorno nel contesto di un antro (primo di una serie di caverne, incavate nel tufo), suscita anche la suggestiva idea di un villaggio primitivo, in cui si adorava una divinità fecondatrice al centro di arcaiche cerimonie religiose. Naturalmente saranno gli esperti del settore che avranno il compito di verificare tale supposizione con accurati studi e ricerche sul campo.

Sul ritrovamento, che per la sua importanza culturale non deve restare fine a se stesso, abbiamo sentito Franco Veltri, uno degli scopritori, che così si è espresso: “Da anni mi dedico alla fotografia paesaggistica, muovendomi con continuità nel territorio belmontese dal mare ai monti, ricercando e catalogando le tracce della storia e della cultura locale al fine di contribuire alla conoscenza del passato e di valorizzare le nostre località sotto l’aspetto turistico e socioeconomico. Da questa intensa attività sono emerse periodicamente manufatti poco noti, dimenticati, modificati o perduti, che documentano la successione di varie civiltà e un paesaggio, compromesso nella sua rigogliosa bellezza dall'abbandono dell’agricoltura e dall’ingiuria del tempo e degli uomini”.

   “Sulla base di uno studio,” - prosegue Veltri –“intrapreso con lo storico Gerardo Vespucci, sono state rinvenute e classificate varie grotte, presenti nelle contrade di Belmonte. Inoltre,da un esame comparativo fra le scoperte degli anni ’70 di alcune tombe con arredi funerari e un’anfora vinaria d’età imperiale romana (reperti custoditi presso la Soprintendenza all’antichità di Reggio Calabria) e il ritrovamento delle caverne, nascoste dalla vegetazione a circa 800 metri dalla necropoli, è scaturita la supposizione che in precedenza esse potessero essere occupate da un nucleo abitativo preistorico”.

   Il fotografo - ricercatore con una punta di polemica così conclude: “La scoperta del monolite tufaceo dalle sembianze falliche nei pressi di una delle suddette grotte, che, come sostiene il prof. Segreti, richiama alla mente una deità fecondatrice, ha scatenato la fantasia di inopportuni curiosi e di sedicenti studiosi che hanno diffuso sul Web e sulla stampa frettolose ed infondate notizie, tutte da verificare, attribuendosi a turno addirittura la paternità della scoperta”.

Franco Veltri ha comunicato alla sezione comprensoriale del WWF, che con il suo presidente Franco Falsetti si occupa particolarmente “della salvaguardia delle dune del Basso Tirreno Cosentino, di alberi secolari, dell’Oasi degli scogli d’Isca, dei torrenti e del mare”, affinché solleciti gli enti competenti ad adottare provvedimenti in grado di proteggere e valorizzare non solo il monolite in questione, ma l’intero patrimonio storico-ambientale della zona.
Vincenzo Segreti 22-05-2014
Grotte-belmonte

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA