Lavoro, Dignità, Uguaglianza

roma-cgil-25-10-2014 Alla manifestazione della CGIL a Roma 25-10-2014 
tra il milione di persone in difesa del lavoro
di Antonio Cima

© Riproduzione riservata - Nessun uso è consentito degli elementi della pagina
Se vuoi saper com’è andata una manifestazione sindacale di Sinistra è semplicissimo: dai una occhiata ai media che guardano dall’altra parte o che sono affini al manico. Leggerai: “migliaia di persone”, “tanti partecipanti”, al massimo qualche sottotitolo tipo “soddisfazione degli organizzatori”. Così anche questa volta, ma la cosa è chiara a tutti: v’è stata una immensa adesione stimata in un milione di persone.
Avendo partecipato, e girato il lungo e largo la manifestazione, ho piena contezza della vastissima umanità che con i due cortei ha raggiunto piazza San Giovanni per questo appello, forse determinante, della CGIL.
continua dopo le foto


Appena arrivati in Piazza della Repubblica era chiara l’atmosfera che si annunciava nonostante fossero le sette del mattino. L’altro corteo si componeva in piazzale dei Partigiani.
Siamo andati in pullman in cinquanta dai paesi tra Amantea e Cetraro. La recente manifestazione della CGIL con la Camusso a Cosenza, e la decisione della Confederazione di assegnare alla Calabria la posizione di testa del corteo, hanno portato a Roma tanti calabresi come mai prima. Una rilevante presenza si è avuta soprattutto dal comprensorio di Gioia Tauro.

Un chiaro messaggio arriva a Renzi ed ai suoi compari di merenda (Berlusca, Marchionne, Confindustria, alta finanza,…) sulle intenzioni della Sinistra italiana (quella vera di cui lui non fa parte) a dire no a quel job act finalizzato alla regressione dei diritti dei lavoratori.
Da tutti i 13 interventi che si sono susseguiti prima di quello conclusivo della Camusso sono emersi chiarissimi i contenuti dello slogan della manifestazione “Lavoro, Dignità, Uguaglianza”. Lavoratori, disoccupati, precari, pensionati di fame dicono basta ad ulteriori mortificazioni sui diritti sanciti dalla costituzione e conquistati con anni di giuste rivendicazioni.
La Camusso ha evidenziato la pericolosa convergenza di Renzi verso orizzonti distanti dai bisogni primari della gente, fautore di provvedimenti di pura estetica mediatica.
Dalla imperversante annuncite di Renzi nessun risultato degno di nota. Dal linguaggio della politica sono scomparsi i concetti che potrebbero sostenere una vera crescita e una opportuna forma di perequazione: evasione fiscale, patrimoniale, capitali all’estero, falso in bilancio, tagli ai mega stipendi.
Alla imponente manifestazione sono stati presenti tanti della FIOM a gridare a gran voce un ravvicinato sciopero generale.

Una simile spallata popolare probabilmente Renzi non se l’aspettava tant’è che alla Leopolda ha completamento deragliato sui contenuti emersi dalla presenza di quel milione di donne, uomini, giovani, anziani, vecchi, studenti che non sono una minoranza irrilevante come egli superficialmente ritiene. Ma questi sono i soliti vecchi diversivi del potere distorto per sviare dai tanti quesiti senza alcuna soluzione all'orizzonte.
Probabilmente le due anime del PD si sono ulteriormente distanziate e qualche forma sotterranea di conta potrebbe emergere guardando a sinistra.

Recita una massima amanteana: “aria netta unn’ha paura 'i truöni”; dovrebbe guardare meglio il cielo il figlio adottivo di Berlusca.
Caro Matteo Renzusconi la stalla brucia, le mucche sono dentro e tu vai in giro a raccontare i paesaggi bucolici che hai in testa: spegniamo prima l'incendio.
Antonio Cima 26-10-2014
   

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#1 ORIANA F. 2014-10-29 13:30
Il lavoro non puo' essere un privilrgio di pochi, ci vuole una benedetta "RIFORMA EPOCALE"....il lavoro da' dignita'...dign ita' per tutti...restitu ite il lavoro ai giovani...!
Citazione
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA