Cosi' appare la campagna elettorale

cima antonio Amantea - elezioni 2014
Campagna elettorale con ovatta e piume d’oca

Qualcuno prende il fioretto, ma occorre impugnare la sciabola
il confronto televisivo dei quattro - di Antonio Cima
06-05-2014

Una delle caratteristiche preminenti del vivere alle nostre latitudini è quella di non mettersi mai di traverso. Nella gestione della cosa pubblica, per esempio, ambiamo fare noi quello che è stato deputato ad altri promettendo di farlo bene e meglio. Mai nessuno punta il dito, apertamente, sulle cose sbagliate che hanno fatto altri.
Il motivo di tutto ciò è semplice: coloro che governano, oltre agli errori per incapacità e incompetenza, prevaricano la correttezza operativa con i tanti privilegi ed abusi che permettono. Guai a sottolineare che gli amministratori di lungo corso si garantiscono il consenso, per esempio, “tollerando” il non pagamento dei tributi comunali, chiudendo un occhio sugli “eccessi” urbani, dando una mano agli amici nei momenti di “bisogno”. Tale argomento è tabù, fonte di inquietudine e incertezza elettorale.

In questo non c’è niente d’illegale, forse nemmeno d’immorale, è semplicemente la palla al piede del cambiamento dal Pollino a Spartivento.
Tale pratica, in ambiti più vasti, è rafforzata sul web da cibernauti molto partecipativi, puntuali, approfonditi che ben si astengono dal metterci nome, cognome e faccia (‘un si sa mai). Pur tollerandolo e consentendolo nelle forme "digeribili" reputo tale costume (figlio del tempo) il modo meno nobile per proporsi e opinare.

In questi giorni gli amanteani abbiamo avuto modo di valutare due elementi sulla campagna elettorale in corso: l’articolo di Carratelli sulle liste e le interviste su RTI dei quattro aspiranti sindaco. In entrambi i casi ovatta e piume d’oca in abbandonza.

Articolo di Carratelli.
Il più famoso dei Tonini cittadini, allevato a pane e buona educazione, anche questa volta non si è smentito. Ne aveva ragioni per dire qualcosa di più incisiva sulla recente esperienza amministrativa interrotta “traumaticamente” e sul perché della mancata candidatura, ma ha preferito girare al largo mettendosi in lista d’attesa (ad Amantea si dice s’è guardatu ‘a manu). L’ex assessore è persona perbene e si augura certamente in meglio per Amantea. Nonostante le insistenti offerte di un grado a trecciola di cordoncino sul soggolo del berretto ha detto no ai due “eserciti” più armati. Se la giunta che verrà durerà cinque anni, di polvere ne cadrà sulle cose, se durerà poco tricchit’apè. Il serio Tonino tutto ciò sa e se ne sta in panchina consapevole che tricchit’apè sarà a breve.
Se fosse l'articolo una previsione del tempo sarebbe stato: "alta pressione e venti a regime di brezza".

L’intervista dei quattro su RTI
Se fosse stata una partita di calcio diremmo che è finita 0-0 pur avendo avuto Ruggiero e Menichino la possibilità di tirare vari calci di rigore che non hanno battuto.
I più attenti telespettatori avranno notato che qualcuno ha avuto maggior tempo degli altri, capita.
I quattro, non abituali della telecamera, ne sono usciti come persone a modo, garbate, rispettose.
Ma un confronto elettorale è altra cosa. Pur affidandosi all’affabilità dei modi (com’è stato) vanno messe sul tavolo tutte le carte.
Personalmente così ho interpretato questo confronto:

a) Non si capisce il perchè Mazzei e Sabatino abbiano fatto due liste considerando che hanno promesso le stesse cose, che hanno ricordato le stesse cose, hanno indicato gli stessi obiettivi con leggere diversificazioni qua e là.

Il solito menu ormai consunto: Turismo, commercio, centro storico, archeologia, Temesa, Castello, lungomare, associazioni, welfare, ecc. (reiterazione del programma Primavera 2011 e tanti altri).
Dell’operato dei tre anni di governo (ma si può includere anche una parte del precedente) sono stati citati il Campus Temesa e la raccolta differenziata di Campora.
Il maggiore interesse degli amministratori uscenti in questa intervista era che tutto scorresse placido, senza scoperchiare tivuli, e così è stato.


b) I due innovatori Ruggiero e Menichino, non sfigurando -anzi-, si sono lasciati conquistare dal clima omerico, senza farsi legare all’albero maestro, al cospetto dei due “Circe”, con toni melodiosi e rilassanti, con l’infausta condizione dell’assenza del vigile Euriloco.

Lasciando la mitologia e ritornando alla metafora sportiva si è trattato di una sfida di scherma. Se Mazzei e Sabatino avevano, ovviamente, interesse a proporre il fioretto, Ruggiero e Menichino avevano il diritto/dovere d’impugnare la sciabola.
In politica vale la regola di proporre soluzioni, ma anche l’accortezza di evidenziare ciò che i rivali uscenti avevano promesso (e su ciò sono stati eletti) e non mantenuto.
E’ stata persa una grande occasione per chiedere il conto su tanti argomenti aperti:
1) la sconfortante situazione finanziaria con circa 25 milioni di euro di crediti per tributi non incassati
2) la raccapricciante condizione dell’ex convento del Collegio ingabbiato e senza futuro;
3) l’infausta storia di Temesa “sedotta e abbandonata”;
4) l’allucinante ponte della Staccia che, se sarà completato, sarà un pericoloso ecomostro;
5) la vergogna delle Case Sciullate (solo accennata);
6) l’indicibile progetto-bando della devastante rampa carrabile sotto il castello;
7) abbandono e degrado del borgo antico;
8) l’inquietante situazione del Campus Temesa costato un patrimonio, incompleto e tutto gratis (sarà oggetto di prossima riflessione approfondita e documentata -foto,video-)
;
9) il degrado urbano di strade e marciapiedi (buche, cacca di cani, strisce);
10) la questione castello in disfacimento e le reti di protezione;
11) il complesso architettonico di S.Francesco con un avvio di lavori da seguire
;
12) il deragliamento del Wi-FI (abbondantemente preannunciato);
13) la umiliante situazione del porto (vedi Striscia) con costi assurdi di sbancamento sabbia
14) il campo della Fiumara pressochè impraticabile;
15) lo stadio comunale inguardabile: prato e spazi accessoriali;
16) Fondi sociali europei: Chi l'ha visto
17) lo stato brado del turismo senza mai i dovuti finanziamenti per: ufficio turismo, guide, brochure, piegevoli, totem, piantine, segnaletica, cartellonistica, web, ecc.
Fortunatamente sopperiscono per come possibile le strutture alberghiere e il solito fesso che da anni ce la mette tutta per quello che può;
18) quel buco nero d’immagine cittadina derivante dalla disavventura commissariale che avrebbe richiesto le dovute iniziative per un risarcimento alla città; altra giunta, ma stessi consiglieri.
19) e altro che sorvolo.

Di queste cose la maggior parte dei i cittadini si lamenta in privato, ma il clima non è sufficientemente libero per poterlo fare pubblicamente. A ciò devono provvedere le forze politiche alternative.
Ora restano i comizi nei quali tali argomenti potranno essere trattati. Ma i comizi non  consentono di fare chiarezza come un confronto.
Oltre ai comizi tutti i candidati hanno lo straordinario strumento della rete per propagare idee, proposte, iniziative e immagini dello stato attuale.

Il 25 maggio tanti concittadini andranno a votare. Se il destino degli amanteani è sistematicamente quello di votare il meno peggio a me pare ovvio che il peggio arrivi sempre dal passato.
Escludendo il passato, quindi, restano i soli elementi proiettati verso il nuovo. Nella eventuale irrisolvibile incertezza di scegliere tra i nuovi c’è sempre l’antico sistema del varu varu varicchiu, ne varrebbe comunque la pena se ciò dovesse servire ad avviare un ciclo virtuoso.
Antonio Cima 06-05-2014

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#4 nicola ianni 2014-05-09 12:34
Caro Antonio,pare che siamo perfettamente d'accordo.L'ana lisi che hai fatto è perfetta . Adesso diciamo,vinca il migliore e che Dio li assisti.Amantea ha bisogno di rifiatare.
Citazione
 
 
#3 CAMPORESE DOC 2014-05-07 17:00
Caro Antonio le tue disamine sono cosi' precise, corrette,coeren ti che lasciano spazio ad un solo commento meno male che esisti. Grazie di cuore per quello che fai.
Citazione
 
 
#2 pippo 2014-05-07 13:49
e allora M5S col tuo beneplacito!!!!
Citazione
 
 
#1 Arturo Suriano 71 2014-05-06 22:50
E come darti torto...
Citazione
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA