Consiglio Rosa, vediamo il perchè

cima antonio Amantea, Elezioni Amministrative 2014.
La tanto attesa rivoluzione Rosa...
...dovuta a qualità delle candidate e doppia preferenza.

© Riproduzione riservata - Uso non consentito sugli elementi della pagina
Le elezioni 2014
consegnano alla storia amanteana il primo sindaco donna e un mini esercito di consiglieri rosa. Sarà certamente un’altra cosa vedere nei consigli comunali amanteani ben 8 esponenti del gentil sesso che finalmente si appropria del ruolo finora ricoperto quasi esclusivamente da uomini.


La rilevante presenza femminile nel Consiglio comunale, oltre che all’impegno e alla chiara valenza delle candidate, è dovuta anche alla nuova legge elettorale che prevede la doppia preferenza con entrambi i generi. Ciò è successo un po’ ovunque.
La norma prevede la presenza in lista di almeno 1/3 del genere meno rappresentato. Per la minore disponibilità delle donne al cimento elettorale si tende a formare liste con 11 uomini e 5 donne (o ridotte in proporzione com’è stato per M5S e “Nuova Primavera”), ma potrebbe essere anche il contrario fino a 11 donne e 5 uomini.

Nelle 4 liste in competizione sono stati presenti, oltre ai 4 aspiranti sindaci, 57 candidati di cui 18 donne e 39 uomini. Il risultato elettorale evidenzia uno sfondamento delle donne ben oltre quanto fosse comunque atteso.
Dopo la sorpresa iniziale, certamente ben accolta, la riflessione ha cominciato a far emergere le motivazioni di tale risultato. All’origine del fenomeno c’è lo sbilanciamento di genere in lista.

Avevo riflettuto a fondo sulla doppia preferenza prima del voto immaginando, come chiunque, un vantaggio per le donne, ma non in tale misura. Pensavo che vi sarebbero stati accordi maschio/femmina con diversificazioni di misura dovuto al rapporto 5/11.
In realtà accordi parziali uomo/donna vi sono stati, alcuni hanno avuto effetti elettivi, ma giurare sul rispetto generale dei patti è ardua cosa.
In linea di massima, per quanto apparentemente incredibile, è successo che la doppia preferenza non è stata metodicamente organizzata lasciando spazi alla occasionalità, specie in ambito maschile.
Da che esiste la preferenza unica tutti i candidati si sono adoperati fuori dalla lista in cerca di voti per se.
In questa tornata elettorale 2014 è stato possibile fare “campagna acquisti” anche dentro le liste.
In passato era difficilmente praticabile il chiedere voti a parenti di un candidato della stessa lista, oggi ciò è stato possibile, è avvenuto e i numeri lo confermano.
In linea teorica ognuna delle 5 donne di lista ha potuto chiedere la seconda preferenza all’elettorato degli 11 candidati maschi; la stessa cosa hanno potuto fare gli 11 maschi sull’elettorato delle 5 femmine. Ovviamente con un tale sbilanciamento (5/11) le donne sono state ampiamente privilegiate disponendo di uno spazio di coinvolgimento ben più ampio.
Chiedere la preferenza in un contesto comunque familiare (della stessa lista) è cosa più agevole e non v’è alcun dubbio che una figura femminile abbia dei vantaggi quantomeno psicologici.

Immaginiamo una sfida di calcio ai rigori con 16 calciatori; 11 di essi (maschi) calciano 5 rigori e 5 di essi (donna) calciano 11 rigori. E’ molto probabile che a calciare 11 rigori anziché 5 si realizzino più goal. E’ questa una iperbole figurativa, ma contribuisce a chiarire cosa è successo.
Le 18 donne hanno avuto 4.906 preferenze ovvero 4906/18= 273 in media.
I 39 uomini hanno avuto 7.334 preferenze ovvero 7334/39= 188 in media.

Negli ultimi venticinque anni ho lavorato quasi esclusivamente nelle scuole. Quando vado in un Istituto per la prima volta se il preside è donna lo intuisco dall’ingresso, dal corridoio e lo conferma la stanza in cui opera: il verde diffuso, il decoro dei mobili, l’ordine delle carte, la razionalizzazione degli spazi, l’appropriata eleganza ornamentale. Spero che questa tendenza si affermi anche nel Comune con nove donne in posizione di rilievo. Ovviamente non sfugge che il look da migliorare sia principalmente quello complessivo di Amantea.

Fin qui l’analisi deduttiva che potrebbe bastare a spiegare cosa è successo.
Amantea aveva bisogno di una svolta al femminile, magari più graduale; la legge sulla doppia preferenza ha dato una "spintarella", vorrà dire che arriveremo prima.

In altra pagina è sviluppato un ragionamento basato sui numeri, su votanti, preferenze, voti di lista, ripartizione di genere. Potete fermarvi qui o potete accedere a tale pagina per una elucubrazione impegnativa che richiede qualche sforzo di concentrazione.
Decidete come vi pare meglio.
Antonio Cima 29-05-2014

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#2 antoniome 2014-05-30 22:31
guarda antonio...potre bbe darsi però che dietro ogni donna ci siano diversi uomini potenti....già è così nel mondo, figurarsi se non può esserlo qui.....l'esser ci tante donna non conta poi granchè

risposta:
il ragionamento prescinde da chi e perchè; è soltanto su come si è arrivati a tanti voti sulle donne.
Citazione
 
 
#1 calabrojuve 2014-05-30 12:31
Una domanda ed una riflessione.
Domanda: Per ogni lista, quanti voti sono stati dati solo al sindaco, senza preferenze?
Riflessione: in Calabria, prima donna sindaco di Amantea e consiglio a maggioranza femminile; con opportuna divulgazione tramite mass media è tutta pubblicità gratuita in ambito nazionale per Amantea.

Risposta
Oggi non è più possibile calcolare le schede con solo voto di lista, per via della doppia preferenza. Questo dato non è scritto da nessuna parte; lo si può rilevare solo dallo scrutinio annotandosi personalmente il quadro delle preferenze. In passato basta fare voti di lista - voti di preferenza e sapevi quanti voti alla sola lista.
Citazione
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA