Arturo Suriano, per Coreca esistono i giusti rimedi

suriano arturo Arturo Suriano, per Coreca
Sindachessa, i nostri figli hanno il diritto di avere domani quelle risorse paesaggistico-ambientali, così come ce li hanno lasciate in eredità i nostri padri.
A proposito di Coreca, di pennelli e barriere soffolte e non...
Un antico detto Calabrese dice:"U mare chiù ha, chiù vo", il mare più ha, più vuole.
Ritorno sull'argomento perché in questi giorni, in attesa del pronunciamento della Giunta Comunale di Amantea previsto per il prossimo febbraio (il resto dei consiglieri di maggioranza compreso quelli di opposizione non contano nulla visto il sistema elettorale attuale...), molti e divisi in opposte fazioni di pensiero, si ostinano a rivendicare e giustificare interventi e soluzioni inefficaci e dannose, da una parte e dell'altra, alcuni addirittura invocando al concorso internazionale di architettura ed ingegneria!
Vengo e mi spiego...a proposito della barriera soffolta di Tropea sul Tirreno, contestata nel marzo 2014 dai cittadini e dove in sede di Conferenza dei Servizi, la Soprintendenza dei Beni Architettonici e per il Paesaggio della Calabria si esprimeva in modo negativo sulla sua realizzazione, mi pare non deponga a favore di coloro i quali oggi sostengono questa soluzione per il problema di Coreca...
Addirittura a Porto Sant'Elpidio sull'adriatico nell'ottobre 2014, uscendo  letteralmente fuori di senno, la soluzione della barriera soffolta viene ripudiata, e state bene attenti, si afferma che "la spiaggia va difesa e bisogna lavorare sull'innalzamento delle scogliere e sul ripascimento. Con la scogliera sommersa è impossibile ottenere certi risultati. Lo dice l'esperto che nel 1982 inventò la prima scogliera sommersa realizzata in Italia, a Porto Recanati, Alessandro Mancinelli, università Politecnica delle Marche http://m.corriereadriatico.it/articolo.php?id=944677)...
 
Detto ciò, visto che molto spesso si parla per partito preso, improvvisandoci ed erigendoci a giudici e salvatori dello scoglio...ho trovato interessante questo studio del 2007 redatto dalla Commissione Europea, dal titolo "VIVERE CON L'EROSIONE COSTIERA IN EUROPA SEDIMENTI E SPAZIO PER LA SOSTENIBILITA'".
Già il titolo dice e spiega tutto...e guarda caso, nelle 4 raccomandazioni che tale studio propone per migliorare la gestione del fenomeno dell'erosione delle coste, pensate cosa si scrive???
 
Raccomandazione n. 1
Ripristino del bilancio sedimentario e messa a disposizione degli spazi per i processi costieri. E' necessario un approccio prevalentemente strategico e previsionale dell'erosione costiera per lo sviluppo sostenibile di zone costiere vulnerabili e la conservazione della biodiversità costiera.
Nella prospettiva di un cambiamento climatico, è raccomandabile che la resilienza costiera sia incrementata attraverso: (a) ripristino del bilancio sedimentario costiero, (b) creazione di spazi utili alla fisiologica erosione costiera per permettere il libero gioco dei processi sedimentari costieri e (c) definizione di Giacimenti Strategici di Sedimenti. 
 
Raccomandazione n. 2
Integrazione dei costi e dei rischi connessi all'erosione costiera nella pianificazione e nelle decisioni di investimento. L'impatto, il costo ed il rischio dell'erosione costiera provocata dall'antropizzazione dovrebbe essere controllata attraverso una migliore integrazione economica dei problemi derivanti dall'erosione costiera in termini di pianificazione e decisioni di ordine finanziario. Le pubbliche responsabilità per i rischi derivanti dall'erosione costiera dovrebbero essere limitate ed una congrua parte dei rischi derivanti dovrebbe essere trasferita ai diretti beneficiari ed agli investitori direttamente interessati, anche tramite l'applicazione degli strumenti di Valutazione Ambientale. I rischi dovrebbero essere monitorati e mappati, valutati e integrati nella pianificazione e nelle politiche di investimento. 
 
Raccomandazione n. 3
Rispondere in modo responsabile all'erosione costiera. La gestione dell'erosione costiera dovrebbe spostarsi da soluzioni frammentarie verso un approccio programmato basato su principi di responsabilità e ottimizzando gli investimenti sui beni a rischio, migliorando l'informazione pubblica e l'accettabilità sociale delle azioni in corso e tenendo aperte diverse opzioni per il futuro. Questa strategia dovrebbe essere guidata dalla necessità di ripristinare la resilienza costiera ed il bilancio sedimentario favorevole e dovrebbe essere supportata dai Piani di Gestione dei Sedimenti Costieri (PGSC - CSMP). 
 
Raccomandazione n. 4
Rafforzare la conoscenza di base relativa alla gestione ed alla pianificazione dell'erosione costiera.La conoscenza di base in materia di gestione dei processi erosivi e pianificazione degli interventi dovrebbe essere rafforzata attraverso lo sviluppo di strategie di gestione dell'informazione. Queste dovrebbero includere la diffusione delle "migliori pratiche" (cosa funziona e cosa no), privilegiare un approccio preventivo nella gestione dei dati e delle informazioni ed infine promuovere una leadership istituzionale a livello regionale http://www.eurosion.org/project/eurosion_it.pdf).
 
Insomma non si parla minimamente di pennelli e barriere soffolte e non!
Concludo, sperando di non avervi annoiato, con un altro proverbio, “il mare insegna ai marinai dei sogni che i porti assassinano”, sperando che la notte porti consiglio alla Sindachessa della mia città, Monica Sabatino, buonanotte.

Cordiali Saluti, arch. Arturo Suriano. 25-01-2015

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#2 Amanteano 2015-01-25 15:09
Il Suo è un progetto lodevole ma che richiede del tempo e, qualora dovesse essere applicato, i risultati non sarebbero visibili prima di 4/5 anni. Allora, provvisoriament e, bisogna riportare la sabbia da Nord a Sud com'era una volta ad impatto zero. Fatto ciò si può iniziare un programma di prevenzione.

http://www.amantea3.it/zibaldone/luoghi-comerano/Coreca%20'70.jpg
Citazione
 
 
#1 ArturoSuriano71 2015-01-25 10:45
Grazie Antonio Cima
Citazione
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA