Sonia Angelisi, la scuola del futuro

angelisi sonia Sonia Angelisi
a proposito di scuola andiamo in Finlandia
non più materie ma macroarea tematiche

QUANDO A FARNE LE SPESE SONO GLI STUDENTI

Stamattina ho letto un articolo sulla scuola finlandese e sono arrivata alla conclusione, sommaria magari ma comunque appropriata, che il problema delle riforme scolastiche italiane può riassumersi principalmente in un punto: la completa assenza di interesse per il benessere degli studenti.

Basta veramente poco: volgere lo sguardo oltre i nostri confini nazionali per scoprire nuove realtà o buone pratiche da replicare in casa nostra. Vorrei farvi partecipi di quello che ho letto per verificare se esiste un sentire comune sul tema.

Il Paese all’avanguardia per quanto concerne le riforme scolastiche è la Finlandia, dove si è recentemente avviata una riforma che prevede l’eliminazione delle materie scolastiche come storia, geografia, lettere e matematica, in favore di macroaree di insegnamento.

La Finlandia punta, infatti, ad un’educazione globale, una sorta di educazione per “grandi temi”, che vada per argomenti e non per materia, in modo che lo studente abbia una visione d’insieme su ogni tema trattato.

Una sorta di insegnamento multitasking, multitematico che vada per macroaree. Questo ovviamente presuppone una preparazione ancora maggiore degli insegnanti, i quali, ad esempio, spiegando in classe l’espansione dell’Impero Romano (tema storico) dovranno accostare anche una lezione sulle aree territoriali oggetto di conquista (tema geografico). Tutto è collegato insieme, tutto osservato ed imparato attraverso un diverso punto di vista, in modo che il bambino impari da subito i collegamenti tra i vari eventi. Si traccia, per farla breve, una sorta di mappa concettuale in cui insegnante e studente apprendono di più e in maniera più uniforme.

Allo scopo è già stato formato il 70% dei docenti di liceo per poter insegnare seguendo questo metodo e ogni scuola è stata invitata ad adottarlo per un paio di settimane l’anno; se le valutazioni saranno positive, entro il 2020 potrebbe essere adottato in tutta la Finlandia.

Perché la Finlandia fa tutto questo? Perché questa nazione, così avanti in materia di educazione ed insegnamento, è convinta che una scuola senza materie scolastiche possa incrementare e migliorare le potenzialità dei ragazzi, visto che l’apprendimento trasversale senza distinzioni per materie, aiuta a sviluppare abilità di problemsolving. Gli studenti, come dire, espanderanno le loro capacità di ragionamento e di logica in forma più plastica ed elastica rispetto alle generazioni precedenti, sottoposte a modalità di insegnamento rigidamente inquadrate.

Esiste già una scuola di questo tipo, si trova a Helsinki, la Siltamakiprimaryschool, una scuola elementare che ha provato questo metodo di apprendimento con maggiori interazioni tra alunno ed insegnante e con un approccio ai problemi in maniera ragionata e collegata che ha dato e sta dando ottimi risultati.

E’ risaputo come in Finlandia operino le migliori scuole al mondo, e questo principalmente perché il mestiere dell’insegnante è preso molto sul serio, a differenza dell’Italia. L’insegnante finlandese è sottoposto a continui corsi di aggiornamenti, a test di valutazione e percepisce retribuzioni adeguate (ovviamente superiori a quelle degli insegnanti italiani che sono i sottopagati d’Europa). Tutto ciò perché per la Finlandia l’insegnante è una figura estremamente importante: è colui che getta le basi della cultura e, quando un Paese investe in cultura, avrà solo buoni frutti da raccogliere.

In Italia, pare che le risorse da investire per l’istruzione e la cultura non siano mai sufficienti e tutte le riforme scolastiche ed universitarie messe a punto finora non hanno avuto certo a cuore l’interesse degli studenti, le prime vere vittime di uno Stato ignorante.

Sonia Angelisi 08-05-2015

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA