Isca Hotels, così viene ucciso il turismo

isca hotels g Amantea, Il grido d'allarme di Isca Hotels
Lo sgomento e le preoccupazioni degli albergatori

un territorio privato di fascino turistico 

Albergatori Associati Sud Tirreno Cosentino
Nota Stampa del 24-06-2015

Il Consorzio Albergatori Isca Hotels, è seriamente preoccupato per l’andamento della stagione turistica che è iniziata in sordina e si preannuncia certamente non in linea con le aspettative. Tra il 2007 ed il 2013, le presenze turistiche in Calabria sono diminuite dell’8,3%, a fronte di una sostanziale stabilità a livello nazionale (rapporto sull’economia della Regione presentato dalla Banca d’Italia). Anche il nostro comprensorio, inevitabilmente, soffre questo calo progressivo.

In questa situazione, molte strutture ricettive hanno di fatto diminuito volutamente il periodo di apertura stagionale. Il mese di Giugno, per Amantea ed il comprensorio, è stato davvero drammatico, con alberghi che non hanno registrato nessuna presenza turistica.

Le prenotazioni per luglio, alla data di oggi, sono in netto calo rispetto allo stesso periodo del 2014 e del 2013 (anni già molto critici). Il solo mese di agosto, rapportato ai 20 giorni di lavoro a pieno regime, non riusciranno a salvare assolutamente un’intera stagione. I posti di lavoro che già si sono persi ammontano ad un numero a tre cifre!

Purtroppo anche i settori del commercio e dei servizi, legati indissolubilmente al turismo, stanno soffrendo a causa di fattori determinanti per il loro sviluppo: la strada statale 18 in condizioni disastrose che scoraggia anche il cosiddetto turista “indigeno” che decide di fare i propri acquisti nella nostra città, le spiagge che ancora sono in condizioni inaccettabili (quelle libere sono impraticabili in quanto sporche e piene di spazzatura, quelle gestite dai privati, a causa dei ritardi della pubblica amministrazione nel rilasciare i permessi, sono ancora in fase di costruzione), le strade di tutto il comprensorio che sono un colabrodo, etc.

In questa situazione, che scoraggerebbe anche il più intraprendente degli imprenditori, l’intero comparto del turismo e del commercio, si trova ad affrontare un balzello di tasse comunali e nazionali, senza precedenti.

Il 16 giugno, giornata campale per l’Italia, gli imprenditori di Amantea hanno dovuto pagare la Tasi con l’applicazione dell’aliquota più alta prevista. Molti non sono riusciti a pagare, considerato che scadevano anche IMU e IVA.

Noi non entriamo nel merito delle indennità percepite dagli amministratori comunali di Amantea. Non spetta a noi giudicare in tal senso, anche se ne avremmo pieno diritto come cittadini. Vorremmo solo, per una volta, essere ascoltati su quelle che sono le nostre istanze, che tra l’altro abbiamo presentato in documenti protocollati all’Amministrazione Comunale di Amantea ed ai Sindaci del comprensorio. Il documento, molto corposo, rappresenta uno spaccato delle esigenze di chi opera nel territorio creando economia, ma soprattutto le aspettative dei turisti che scelgono la nostra città quale meta delle loro vacanze, raccolte direttamente e non percepite da noi. Non chiediamo le grandi opere, ma semplicemente una politica dell’accoglienza che sia adeguata ad una città che si dice, a parole, a vocazione turistica. Le strutture ricettive di questo territorio, caparbiamente e con orgoglio, sono riuscite finora a far emergere una qualità dell’accoglienza elevata, investendo anche in settori dove la competenza sarebbe della parte pubblica (promozione del territorio, decoro, ecc.). Questo ha fatto in modo che i clienti fidelizzati abbiano superato la soglia del 40%. Basta andare su Trip Advisor per verificare i punteggi della maggior parte degli alberghi.

Con grande amarezza, continuando in questo modo, saremo costretti, alla fine di questa stagione, a diversificare la nostra offerta o a chiudere definitivamente, non riuscendo più a far fronte al pagamento degli stipendi dei nostri dipendenti e ad un regime di tassazione che ha raggiunto livelli enormi.

Non siamo abituati a fare polemiche sterili ed inutili. Il nostro grido di dolore è forse l’ultimo atto, disperato, prima di prendere decisioni che sarebbero davvero disastrose per l’intera economia e per le tante famiglie che da questo settore ricavano il pane quotidiano.

                                                                                              I Soci del Consorzio
Amantea 24-06-2015

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#6 tutti a casa 2015-06-26 00:17
Profondamente sconsolato da questo grido di dolore proveniente dai veri artefici delle fortune del nostro territorio.
Spero che l'amministrazio ne Sabatino carpisca il senso di quanto scritto e colga l'occasione per dimettersi tutti insieme.
Prima i cittadini oggi anche gli imprenditori evidenziano l'incapacità ad amministrare questa città . Tutti a casa !!! :-x :-x :-x
Citazione
 
 
#5 Commerciante 2015-06-24 22:19
Noi abbiamo come assesore al turismo un grande esperto state sicuri che ci porterà i russi come hanno dichiarato dal palco durante la campagna elettorale insieme a un dentista briatore
Citazione
 
 
#4 Archimede 2015-06-24 22:11
Caro Antonio, non mi stancherò mai di denunciare che spazzatua e sporcizia, insieme alle voraggini delle strade, la segnaletica orizzontale ormai inesistente le erbacce infestanti che fanno sembrare specialmenta Campora una foresta che rende il paese una foresta in totale abbandono, e poi si vedono gli Amministratori con comunicati, da specchio per le allodole ma loro che pensano di prendere in giro la gente
meglio sarebbe se andassero a casa.
Citazione
 
 
#3 marco vetere 2015-06-24 17:16
un grido di allarme serio lanciato dagli albergatori. Un buon amministratore non dovrebbe sottovalutare questa forte denuncia. Mi capita di viaggiare per motivi di lavoro, e visitare molti paesi, e confermo quanto detto da Filopanto. anche io ho visto quello che già c'è a Scalea o a Praia. per non parlare sulla costa Jonica. da noi ancora nessuno. Amantea si sta reggendo solo grazie ai "turisti" del sabato e della domenica. E quando anche loro ci abbandoneranno?
Citazione
 
 
#2 Piero B. 2015-06-24 16:35
Anche quest'anno sentiremo la solita mmuina delle varie scuole di ballo con tanto di esibizioni di gentili signore provenienti da un inverno di letargo.
Questo ci offre G.B. Morelli in passerella con i soliti ripetitivi, patetici e deprimenti interventi.
Ma quale turismo :sad: :sad: :sad:
Citazione
 
 
#1 filopanto 2015-06-24 15:44
Descrivo ciò che ho visto senza commenti.
Mercoledì santo di passaggio da Praja ho visto degli operai che pulivano le spiagge.4 giugno ero in stazione alle 9,56 ho preso un treno per Roma, la veduta delle spiagge di Amantea dalla era a dir poco desolante sembrava di essere in pieno inverno.Dopo 20 minuti sono arrivato a Paola si vedeva quache sparuta persona che faceva il bagno e più di uno stabilimento con gli ombrelloni aperti ed operativo.Lo stesso dicasi di altri paesi costieri.
Citazione
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA