Sinistra e Destra..che babele

furano giuseppe Pino Furano
La babele della politica italiana!

Massimo Cacciari in una dibattito televisivo ha affermato che quando si dice che Renzi si è allontanato dal solco della sinistra si dice una grossa castroneria, semplicemente perché Renzi con la sinistra non ha mai avuto niente a che fare! Non ci voleva certo l’autorità culturale di Cacciari per prendere atto che il PD renziano è un partito di centro che guarda a destra! Renzi e i renziani hanno una visione autoritaria e verticistica della società e lo dimostrano tutti igiorni con i comportamenti e con gli atti parlamentari e di governo.

La riforma costituzionale insieme alla riforma elettorale, perseguite con ostinazione e violando tutte le regole democratiche da un governo e un parlamento illegittimi (così li ha dichiarati la Corte Costituzionale!), sono pensate per dare a un solo uomo (nella migliore delle ipotesi a pochissimi!) un potere immenso, per limitare le scelte degli elettori (vedi nuovo senato e province!) e rendere le lezioni un rito quasi inutile.

La riforma della scuola che dà al preside i poteri di un amministratore delegato “dell’aziendascuola” (quale somiglianza può avere la scuola -o la sanità- con una azienda che produce frigoriferi?!) e che manda in soffitta i decreti delegati degli anni ’70, conquistati dall’allora sinistra, che erano pensati per una scuola della partecipazione democratica.

La riforma del lavoro che elimina l’articolo 18, che rende il nominalmente lavoro a tempo indeterminato più precario del tempo determinato, perché dura fino a quando il datore di lavoro non decide, unilateralmente, diversamente, che permette al datore di lavoro il demansionamento e il controllo attraverso strumenti tecnologici dei lavoratori, butta alle ortiche le conquista del sindacato e della sinistra degli anni 70.

La riforma della Rai voluta da Renzi avrà un Direttore generale (il suo fedelissimo Campo Dall’Orto) che sarà un “Amministratore Delegato Unico” che deciderà da solo e i membri del Consiglio non conteranno più nulla. La Rai sarà la portavoce del partito della nazione!

Tutti questi interventi (e tanti altri :sulla giustizia-legge bavaglio) e i metodi con i quali, Renzi e il PD tutto, ha portato a casa o sta portando a casa, delineano in modo inequivocabile, per chi vuole essere onesto, un progetto di società verticistica e autoritaria. Del resto se tanti osservatori ricordano che questi provvedimenti erano l’agenda di Berlusconi-Alfano e se poi Alfano, Verdini e Squinzi (e un po' lo stesso Berlusconi!) le approvano non c’è poi tanto da girarci intorno per ammettere che siano provvedimenti di centro-destra.

Ora che il PD di Renzi sia un partito di centro che guarda a destra non è né un peccato né un reato e né Renzi e i renziani convinti sono individui spregevoli!

Semplicemente sono persone normali che credono e hanno un progetto di società verticistico-autoritario che sta con il capitale e con i datori di lavoro e contro i sindacati (vedi anche le varie leopolde!). Un tale progetto di società nella tradizione lo si definisce come progetto di destra ose si vuole di centro-destra. Questo progetto di società, pur se legittimo, è diverso e alternativo al progetto di società democratica-partecipativa, attento ai diritti del lavoro e dei lavoratori e alle esigenze dei più sfortunati e dei più deboli, che hanno tante altre persone normali, che nella tradizione sidefinisce come progetto di sinistra.

La babele entra in campo quando nel PD confluiscono contemporaneamente Verdini e verdiniani, Migliore e compagni, quando un giorno sì e l’altro pure dal presidente del Consiglio al segretario del più periferico circolo PD, con la complicità di una stampa e di una TV asservite, si cerca di far passare gli interventi sopra richiamati e i metodi per attuarli come interventi (riforme!) di sinistra (con il preciso intento di non perdere il voto di tanti del fu popolo di sinistra).

Ma se questi interventi e i metodi per approvarli sono di sinistra allora da una parte, Alfano-Verdini-Squinzi ecc. si sono miracolosamente convertiti alla cultura di sinistra e dall’altra parte, Landini-Civati-Fassina-Camusso ecc., che li contestano, si sono convertiti alla cultura di destra.

Se così è, è lecito affermare che siamo in un’epoca confusa e appunto in una babele della politica? Ma così no è! Io ho una convinzione semplicissima: è possibile che tanti lavoratori e gente comune, con una stampa e una TV asservite, possano essere confusi e ingannati, ma che è difficile che possa essere ingannata la Confindustria e gli uomini del potere economico.

Se la stampa e la televisione facessero il loro mestiere, si potrebbe ritornare a un confronto politico chiaro e onesto, dal centro alla periferia, tra visioni di società e progetti alternativi elegittimi (chiamateli destra-sinistra, o come vi pare!).

Tutte le persone che vogliono partecipare al confronto democratico con consapevolezza oggi (ad esclusione di quelle che godono dei privilegi e delle clientele politiche) per uscire dalla babele politica hanno un solo strumento a disposizione: seguire, anche di tanto in tanto, i dibattiti inparlamento. Per esempio seguendo in questi giorni il dibattito in Senato sulla riforma Costituzionale c’è stato di tutto per rabbrividire ed essere nauseati.

Da come e con quale procedura la nostra Costituzione pensata, sofferta, scritta e approvata da Parri-Pertini-La Malfa-Croce-Calamandrei-Togliatti-Moro-Einaudi-Nenni, venga riformata (!) da Renzi-Boschi-Verdini-Zanda-Barani. E infine come il costituente Barani, che non sarebbe accettato neanche nella discussionedi un bar di periferia per la sua volgarità, si rivolge a una senatrice del M5S.

Nello stesso tempo si ha la possibilità di apprezzare la passione, la coerenza, la serietà e la competenza con cui il M5S, pur definendosi né di destra né di sinistra, fa opposizione ai provvedimenti sopra richiamati, si oppone a questa riforma Costituzionale e ne denuncia i metodi poco democratici praticati in parlamento dal PD e compagnia.

E insieme avere informazione sulle proposte del M5S: il reddito di cittadinanza, i due mandati e poi cittadino come gli altri, riduzione degli stipendi dei politi , rifiuto dei rimborsi elettorali, lotta per eliminare i privilegi dei politici, mantenere le promesse elettorali (cosa normale in democrazia ma che in Italia è una eccezione!) e come sta sperimentando metodi di partecipazione che sono fortemente democratici.

In questo momento di babele della politica con stampa e TV asservite, con destra e sinistra tradizionale che si travasano e si mescolano, giorno dopo giorno, con uomini e provvedimenti non ci resta che questa unica possibilità per non essere ingannati.

Io che resto affezionato alle vecchie classificazioni destra e sinistra, seguendo i lavori del parlamento ritengo che il M5S, fuori dalla babele, con la sua opposizione in difesa della Costituzione, con le sue proposte, con i suoi comportamenti puliti e onesti fa tante cose che somigliano molto a quelle che in altri tempi facevano le forze che venivano classificate di sinistra.
Giuseppe Furano 06-10-2015

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA