Cupelli: smettere di usare la guerra

cupelli rosario Rosario Cupelli
L’unico modo per far finire la violenza...
...è smettere di usarla. (Cit. Gino Strada).

Siamo pronti ad una guerra?? Siamo pronti ad una invasione??

Prima che qualcuno fraintenda il mio pensiero premetto che faccio mie le parole di Papa Francesco sui vigliacchi, orribili e assolutamente ingiustificabili attentati in Francia. Cosi come i precedenti attentati in altre parti del mondo. Ancora una volta le grandi potenze mondiali, super tecnologiche, si scoprono estremamente vulnerabili ed incapace di difendersi dalla follia determinata di pochi uomini.

Poi però ritengo che si deve dire che questa è la conseguenza di errate scelte politiche da parte dell’occidente e dalle politiche imperialistiche americane. Oggi strettamente legati alla crisi economica globale latente.

Perché l’ISIS è figlio di queste politiche , creato e sostenuto da queste politiche occidentali, come lo era Bin Laden, come lo era Gheddafi, come lo era Khomeini, come la guerra in Afghanistan, come la guerra in Kuwait, per fermarmi agli episodi più recenti.  Con l’ONU spettatore dormiente oppure usato.

Politiche legate a diversi fattori: il petrolio,  la fabbricazione di armi, il conflitto israele/palestina, la religione, le politiche espansionistiche.

Quindi guerra per lo sfruttamento dei pozzi petroliferi, guerra per usare e consumare le armi prodotte, guerra per consumare quantità enormi di prodotti petroliferi, guerra di e per denaro, guerra per il predominio di uno Stato sugli altri.

Il conflitto israelo/palestinese mai volutamente risolto con la creazione di due stati liberi e sovrani con confini precisi. Perché chi vuole governare l’America e l’Occidente, deve fare i conti con le potentissime e ricchissime  lobby israeliane. E allora si accettano e si coprono le continue espansioni territoriali  e le violazioni dei trattati da parte di Israele. Pochi si indignano per le rivolte di adolescenti con pietre contro i carri armati, delle donne con i coltelli contro uno dei migliori eserciti al mondo.

I conflitti sopra citati, l’intromissione sistematica dell’occidente  in conflitti fra e all’interno di stati sovrani, leggi Siria,  hanno portato altri guerra fondai a creare una FOLLE guerra di religione. Difficilissima da fermare. Uomini e donne votati al suicidio, novelli kamikaze, disposti a tutto in nome di un Dio. Usati e strumentalizzati con falsi e ancora più strumentali messaggi religiosi. “Morti viventi” armati e nascosti nelle metropoli europee.

La soluzione non può essere quella di Gasparri, di Salvini né le parole della Fallaci, bombardamenti e guerra all’Islam. Ma neanche quelle falsamente pacifiche  di D’Alema, Napolitano o di Renzi. Finti uomini di sinistra e quindi votati alla pace, ed invece sudditi degli Stati Uniti e complici con le loro scelte politiche dei conflitti a cui l’Italia, partecipa da sempre, nonostante nella nostra Costituzione c’è scritto: che l’ITALIA RIPUDIA LA GUERRA. Costituzione scritta da uomini e donne  che hanno conosciuto la guerra e che non volevano che si ripetessero quegli orrori. 

Ci vogliono politiche economiche, per sostegno e sviluppo dei tanti paesi africani e di religione musulmana, non violenza, sotto qualsiasi forma compreso quella nascosta dietro la “diplomazia estera”.

La guerra porterà oltre alla perdita di tante vite umane all’immigrazione in massa , peraltro già in atto, di tanti uomini e donne. Una massa incredibile di persone che metteranno a rischio la loro vita cercando di fuggire dai conflitti armati. Perché noi avremo gli attentati, ma la guerra vera, quella territoriale si svilupperà nelle loro case, sopra le loro teste.  Le frontiere europee saranno prese d’assalto.

Non ci saranno vincitori, sarà una guerra inutile, aumenterà solo l’odio, che verrà sfruttato per altre guerre e altri attentati. Siamo pronti a tutto questo?? 

Questi scenari, lo preciso , non sono miei,  ma riassumo, condividendoli, analisi e studi di decine di scrittori, giornalisti, osservatori delle politiche mondiali che da tempo avvertono, inascoltati, di questo pericolo.
Rosario Cupelli 14-11-2015

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA