Amantea, presepi in strada

cima antonio   Amantea – al via la manifestazione “Il nostro Natale”
Tutte le domeniche dall'Immacola all'Epifania
Bene, ma occorre valutare alcune cose

E’ in corso di organizzazione da parte dell’amministrazione comunale l’evento “Il nostro Natale” che prevede una mostra di presepi che si terrà dall’8 dicembre all’Epifania tutte le domeniche in via Margherita e in via V.Emanuele.
La cosa di per se è in sintonia con il momento e con le tradizioni presepiali di Amantea.

A dirla cosi viene spontaneo definirla una buona idea che allieterà i pomeriggi e serate fino all’Epifania.

La grande tradizione dei presepi ad Amantea, oltre che in quasi tutte le case, si esprime prioritariamente nelle chiese. Anche per il 2015 le chiese: Matrice, S.Giuseppe, Cappuccini, sono all’opera per la realizzazione dei presepi. Si aggiunge la chiesa del Collegio in cui è in mostra lo storico, monumentale presepe di Rocco Bonavita che raffigura il borgo antico.
Bastava avvicinare i delusi presepisti del Carmine e coinvolgere anche S.Bernardino (ove comunque i frati ne realizzano uno all’interno del chiostro) per avere il presepe in tutte le chiese.
Ciò rientra nei canoni del turismo natalizio, ovvero portare la gente nel centro storico per una visita itinerante ai presepi nelle chiese.
Per realizzare ciò non occorreva praticamente alcuno sforzo, bastava solo coordinare in tempo i gruppi di presepisti, creando motivazioni aggreganti per iniziative complementari.
Nel 2007 l’Associazione Borgo Chianura ha realizzato una mostra-concorso di presepi nel borgo; è bastato un breve lancio su Rai3 e sono venuti circa 10.000 persone in visita da mezza Calabria.
Il vasto centro storico di Amantea ha la conformazione vocativa del presepe sostenuta da un attraversamento pianeggiante che favorisce il dinamismo anche in condizioni motorie non eccezionali. Questo occorreva fare e questo si poteva fare dialogando.
Il tutto poteva essere ulteriormente rafforzato dal fatto che la chiesa di San Bernardino è stata correlata al Giubileo ed in essa si può ricevere l’Indulgenza Giubilare.


Torniamo all’iniziativa della mostra.
Quanto segue, che a qualcuno potrebbe apparire supponenza e ingerenza, scaturisce da moltissime constatazioni dirette e indirette che suggeriscono mirate riflessioni. Ovviamente L’iniziativa è condivisibile, sostenibile, nel quadro della collaborazione tra cittadini e amministrazione confidando in una totale riuscita che possa avviare un percorso virtuoso.
Dò per scontato che si tratterà di presepi con una implicita qualità e non presepi qualunque purchè sia. Ringrazio a priori l'amministrazione comunale per l'inizitiva reputando pertinente il chiarimento a seguire.

Il programma prevede gazebi su via Margherita e via V.Emanuele che accolgono presepi degli espositori. Questo per tutte le domeniche e festivi fino all’Epifania.
Ma qualche interrogativo va posto per evitare sorprese indesiderate com’è successo in passato.
La prima cosa che mi sento di consigliare è valutare molto attentamente lo spazio. E' molto difficile far diventare interessante un tratto così lungo; è stato continuamente dimostrato che coinvolgere contemporaneamente le due strade finisce che via V.Emanuele rimane deserta.
Credo che sia praticamente impossibile avere tanti presepi per riempire quasi un km di strada; sperare, ovviamente, si deve.
Generalmente le mostre dei presepi (per la qualità che esprimono) sono raccolte in un ambito ristretto in locali chiusi, mai per strada considerando il periodo dell’anno, tranne che si tratti di mercatini (non assimilabili alle mostre).
In condizioni di tempo incerto (che è la norma in tale periodo) nessuno espone per strada un’opera che ritiene cara ; il gazebo è comunque strada.

Ma quali presepi saranno in mostra? Sarà una esposizione di presepi completi di pastori o di strutture vuote da vendere come ad un mercatino?
I maestri presepisti che producono presepi generalmente ne hanno uno di superba bellezza in casa, con pastori artistici e costosi: non lo porteranno per nessun motivo in strada, anche per la dimensione e il fissaggio.
Un appassionato che costruisca un presepe in casa (e ne costruisce solo uno) cerca di esaltarne le fattezze migliorandone di anno in anno la qualità arricchendolo di statuine pregiate. Tale opera risulta essere un componente affettivo, spesso di vanto, l’architettura dell’opera in genere non lo rende trasportabile, e non è facile convincerlo a rischiare.

Semmai qualcuno decidesse di portare un presepe di rilievo con pastori di valori sarebbe costretto a restargli vicino per timore che qualche statuina scompaia.
Ma quante volte potrebbe portarlo?
Portare un presepe richiede qualche operazione e tempi che non sarà facile ripetere per 5-6 giorni festivi. Siamo a Natale con adempimenti familiari ineludibili.
Forse il primo giorno si potrebbe avere una certa partecipazione che certamente andrebbe scemando nei giorni successivi.
Nelle vie centrali vengono a passeggiare anche persone di altre zone, ma la gran massa è gente di Amantea che dopo averlo visto una volta scivola davanti ai presepi senza guardarli, ciò fa sentire umiliati i presepisti.
A tutto ciò va aggiunto che l’attrazione primaria a Natale è costituita dai presepi nelle chiese, da mostre di presepi storiche, e dai tantissimi presepi viventi.

Sintesi:
-Non è disfattismo quanto sopra ma guardare alle cose per come sono.
-Tutto sarebbe stato diverso pensando molto tempo prima a questa cosa chiedendo di costruire un presepe specifico per tale manifestazione.

-Prima di avviare la kermesse valutare quanti presepisti aderiscono e con che tipo di presepi; può sembrare discriminatorio, ma un minimo di qualità deve pur esserci.
-Dialogare con essi sulla garanzia della continuità; non sarebbe cosa buona avere tanti presepi all'inizio e pochissimi a seguire.

-Concentrare la zona di esposizione avvicinando i presepi; un lungo tratto ad intermittenza è penalizzante.
-Valutare se è opportuno coinvolgere via Margherita e via V.Emanuele, ciò richiederebbe un numero enorme di opere difficilmente reperibili.

Naturalmente bisogna essere positivi, ottimisti e crederci. Ma non è male pensarci adeguatamente prima rinunciando ad esprimersi a cose fatte con il rassicurante senno di poi perchè, come si dice dalle nostre parti, "a tilaru abbijatu ci tesse na crapa".

Antonio Cima 29-11-2015
per commentare  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. CLICCA QUI
1) commento di Giuseppe Aloe 30-11-2015
Nel dicembre del 1987 prese avvio la fortunata iniziativa de "I presepi nelle corte". Essa fu resa possibile soprattutto dalla larga e generosa adesione degli abitanti, che misero a disposizione i manufatti di famiglia ed aprirono stalle e cantine negli angoli più suggestivi del paese, dove questi trovarono adeguata ed a volte originale sistemazione grazie anche all'intervento di volontari del gruppo promotore.
Da allora, nel periodo che va dalla festa dell'Immacolata all'Epifania, il camminare fra le "corte" si trasforma in una visita ad una mostra all'aperto dove i luoghi più caratteristici, le finestre delle cantine, le piazzette più suggestive sono arricchite da quasi cento presepi. Il percorso è liberamente visitabile tutto il giorno, ma si consiglia la visita alla sera quando il buio e la relativa illuminazione creano un ambiente intimo e particolare.
Tutto questo succede a Tesero in Val di Fiemme Trentino. I presepi quelli più pregiati sono racchiusi in teche di vetro ben visibili, altri sono esposti appunto nelle corti dove a una certa ora della sera  si chiudono le porte e i presepi restano custoditi. Per fare ciò è stata necessaria una lunga ed elaborata organizzazione. Forse qualcuno dei nostri promotori si è ispirato a Tesero per partorire i presepi in piazza ad Amantea però non ha pensato come giustamente sottolinea Webiamo ai particolari. Peppino Aloe.

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA