Amantea, San Francesco come sarà?

amantea castello s francesco Me ne andavo al mattino a spigolare…
…sulla chiesa, di nuovo ad osservare.
il 25 aprile inaugurazione sito San Francesco…e poi?
Tutti gli amanteani confidano in una continua fruizione

Come tutti i nativi di quel luogo, i ruderi della chiesa di San Francesco ho cominciato a praticarli fin da bambino. Si passava da lì per salire al castello ove alberi di fichi e vigneti ci accoglievano generosamente con il timore di cadere nelle ire du calabrisu.
Molti sono i ricordi da adolescente della Civita, uno in particolare di cui ho chiara visione dopo tanti decenni.
Quello che un tempo era il sagrato della chiesa (a nord dei ruderi) tra gli anni '50-'60 era diventato uno spazio fenomenale per cardillijari ccu lu frascunu. Non ho mai condiviso tenere in gabbia gli uccelli, ancor meno andare a catturarli. E’ una cosa che ho sempre rifiutato, tranne una volta a San Francesco agli inizi del '60. Sono andato con gli amici avvezzi a simili “misfatti”.
‘U frascunu veniva collocato al limite nord dello spiazzo, gli uccellatori ci nascondevamo a ridosso del basamento della cupola. Ricordo chiaramente quell’episodio per via del leader del gruppo che continuamente gridava sottovoce “cì cì ca scappunu”; stava davanti a tutti, apriva le braccia e ripeteva “cì cì ca scappunu”. Nessuno di noi fiatava ma lui continuava “cì cì ca scappunu”. Ad un certo momento dalle colline di Camoli arrivò un folto stormo di uccelli, il nostro si entusiasmò e con maggior tono “cì cì ca scappunu”: gli uccelli scapparono davvero.

Tutti se la presero con lui anche se a seguire la caccia fu premiante, per loro, non per me che restò l'unica volta in vita mia che sono andato a cardillijari.
continua dopo le foto


Da allora sarebbe impossibile dire quante volte sono stato in quel luogo, a tutte le età, in tutte le stagioni, ad ogni ora, con qualsiasi compagnia, per ogni trasgressione. Ci sono stato anche pochi giorni, a restauro completato, a pochi giorni dalla inaugurazione.
Il 25 aprile ci sarà il taglio del nastro. Sono dispiaciuto di non poter partecipare per altri imperdibili accadimenti nel Pollino (accidenti ad Ulisse). E’ sempre un bel ricordo esserci al taglio del nastro, entrare insieme a tanti, confrontarsi piacevolmente sul contesto.
Quando ciò non è possibile il primo giorno si cerca subito di rifarsi dal secondo giorno in poi.
Una regola scontata, ovvia, lampante, palese, evidente, normale è che quando s’inaugura una struttura, quella struttura da quel momento è fruibile con continuità.
Così sarà indiscutibilmente anche per San Francesco altrimenti sembrerebbe innaturale una inaugurazione con successiva e indefinita fruizione sine die.
Ve lo immaginate un ristorante che fa l’inaugurazione oggi per poi aprire fra sei mesi; quel ristoratore sarebbe attenzionato dai sanitari mentali per un certo ricovero psichiatrico.
Quando viene varata una nave da crociera il giorno dopo solca il Mediterraneo.

Il futuro del sito archeologico pare sia già definito con un progetto accorto, razionale, lungimirante, ma, agli occhi di chi è abituato a guardare e vedere, non emerge ancora alcuna connotazione strutturale e logistica pertinente. Certamente sarà realizzata e tutto si avvierà verso un percorso virtuoso, ma quanto tempo ci vorrà per essere realizzata? Nel frattempo la struttura resterà aperta o sarà chiusa?
Se non sarà possibile temporaneamente l'uso dell’area perché averla inaugurata ora?
Sono quesiti da persone normali che vorrebbero vivere tempi normali.
Siccome siamo fiduciosi per natura siamo convinti che la normale normalità sarà riscontrata.
Non verrebbe tollerato ed accettato un iter di fruizione a singhiozzo casuale, che disorienterebbe l'interesse turistico che è la finalità esclusiva che ha motivato il finanziamento e la realizzazione. La fiducia è tanta e aspettiamo impazienti.
Un lavoro durato anni che finalmente chiude il suo naturale ciclo con il completamento, la consegna di lavori, il collaudo, verifiche e controlli di pertinenza, incartamenti di prassi, inaugurazione in quanto tutto ciò avvenuto secondo i crismi di sicurezza nella pienezza di un procedimento a regola d'arte.

L
e foto sono di pochi giorni fa; nel frattempo è stata realizzata la fase conclusiva di pulizia e riodino e ogni cosa si mostrerà piacevolmente armoniosa; giorno 26 aprile sarò il primo al cancello d'ingresso per ammirare l'opera avviata a nuova vita.
Antonio Cima 22-04-2016


Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA