Amantea, il decoro che verrà

cima antonio Me ne andavo al mattino a spigolare...
..con quelle viste troppo duro a sopportare
il decoro è il primo elemento premiante del turismo
Antonio Cima - Amantea 14-04-2016 

I più avranno notato che da vari mesi dedico le mie attenzioni quasi esclusivamente alla Calabria, a ciò che di buono e bello c’è nella regione, mostrando e raccontando le specificità di una ricchissima varietà paesaggistica e antropologica che prima o poi sarà riconosciuta e apprezzata turisticamente.
I più avranno notato anche il mio distacco da Amantea, non intervenendo in alcuna delle vicissitudini locali, addirittura non pubblicando nemmeno la maggior parte dei comunicati pervenuti.
Le prospettive personali sono di accentuare tale trend, nell’indifferenza dei più, suppongo, e con il compiacimento di alcuni. Ma ogni tanto non mancherà uno sguardo locale.
Credo possano bastare le tante cose fatte su Amantea, per Amantea, compresa la realizzazione di una immensa enciclopedia territoriale che mostra la città e la racconta un po, diciamo almeno un po.
Il nomadismo applicato, per quanto faticoso, arricchisce con le tante specificità che si riscontrano, i numerosi confronti, le tante deduzioni, arrivando a farsi una idea su come vanno le cose e sul perché vadano in un senso o nell’altro, per esempio nel turismo.
Il turismo è una di quelle attività umane che è un bene se le studi all’università, se fai master e stage d’ogni tipo, partecipi a fiere e convegni, ti correli a circuiti illuminati. Tutto ciò fornisce teorie avveniristiche, orientamenti filosofici di settore, programmazioni lungimiranti.
Ma il vero spessore culturale e operativo turistico lo acquisisce chi ci sta dentro una vita e ha l’accortezza del confronto continuo fiutando l’aria che tira.

A tal punto potrei chiudere qui perché personalmente non ho alcuno dei titoli di cui sopra in riferimento al turismo: non l’ho studiato all’università, non ho partecipato a stage e master né a convegni e fiere, non sono mai stato un operatore, ho solo girato, diciamo un pò.
Allora continuo non come esperto, che non sono, ma come osservatore, si questo lo sono.
Ho girato un po l’Europa, abbastanza l’Italia, molto il Sud, moltissimo la Calabria.
Avendo di natura la curiosità, il vizio dell’osservazione e della deduzione, la passione documentale che ti fa ritornare sulle cose e analizzarle, qualche idea essenziale, addirittura banale, me la sono fatta.

I luoghi turisticamente di successo lo sono per alcune eccellenze che sanno proporre: castelli, luoghi sacri, musei, borghi, archeologia, pinete, spiagge, lungomari, lidi, passeggio, shopping, tradizioni, strettamente associati ad una elevata organizzazione dell’accoglienza. Fin qui la scoperta dell’acqua calda.
Un luogo che abbia tante risorse, raramente è in grado di esaltarle tutte, in genere fa eccellere quelle identitarie e trainanti mantenendo nelle altre parametri di essenziale e dignitosa fruibilità.

Ma c’è un elemento che è comune a tutti i luoghi d’eccellenza turistica, siano piccoli o grandi, con tante o poche risorse: l’assoluto decoro urbano, verde, aiuole, cestini, segnaletica, tabellonistica, informazioni.
Non ho mai visto in vita mia un luogo considerato eccellenza turistica in cui emerga la percezione della indecenza: estetica e funzionale.
Per sillogismo elementare: non può esistere un luogo visibilmente indecoroso che possa ambire a diventare apprezzato riferimento turistico.

Amantea che tipo di luogo turistico è?
Amantea per anni è stato grande riferimento turistico del cosentino, dei napoletani, dei romani. E’ avvenuto quando era l’unica realtà urbana della costa in grado di accogliere masse di villeggianti.
Con il passare degli anni ovunque sono cresciute le attenzioni delle amministrazioni comunali. Ad Amantea è notevolmente cresciuta la capacità imprenditoriale (commercianti e albergatori) ma mai nessuna amministrazione comunale, dal dopoguerra, ha pensato oculatamente al turismo, penalizzando gli sforzi degli operatori di settore.
Ora ci troviamo a competere da perdenti come fu qualche decennio fa per i facoltosi "nobili" non impegnati nel lavoro che pensavano di vivere di rendita in eterno.
Il vero problema di Amantea è legato al vasto territorio urbanizzato facile al degrado estetico spontaneo, aggravato da un costume civico degenerato consentito e tollerato da sempre tanto da diventare una usanza identitaria.
Tale attitudine sociale amanteana fa ritenere normali cose che altrove (stiamo parlando di preminenze turistiche) sarebbero impensabili.
La costumanza di specie ha permeato il modo di amministrare, distratto dalle spinte clientelari e praticamente indifferente agli aspetti estetici penalizzanti. E’ allucinante che in un luogo di antiche vestigia come Mantiella a terza siano presenti sfregi, vada per l’eleganza, anche per la decenza.
Amantea ha risorse che se programmate, orientate, valorizzate, promosse adeguatamente, possono in pochi anni collocarla ai livelli che le competono. Nessuna altra località calabrese può dire ad Amantea Chi fuor li maggior tui?.
Perché ciò accada, prima di qualsiasi altra cosa, prima dei grandi progetti, prima delle grandi opere, prima dei grandi sogni, occorre avviare un percorso virtuoso di normalizzazione del decoro: aiuole, fiori, marciapiedi, segnaletica, cartellonistica pubblicitaria, toponomastica, cestini, portacenere, fondo stradale. Aggiungo supporti documentali cartacei, digitali e spazi web adeguati (siamo attualmente ad uno stadio primitivo nonostante la montagna di soldi buttati al vento -intelligenti pauca-).
Il turista è fortemente condizionato dal decoro del territorio dal quale spesso dipende l’eventuale ritorno e il positivo passaparola che, a dispetto di tutte le filosofie possibiliste e illuminate, è il vero grande traino di un luogo turistico.
Consiglio, se mi è permesso farlo, agli amministratori in carica, che volendolo possono ben usare la bussola e non navigare a vista, di formare una sorta di task-force mirata al decoro urbano: velocemente arriveranno i risultati perchè sono nelle possibilità della città.

Tante sono le cose belle e buone di Amantea, che in questo sito sono tutte ampiamente mostrate e illustrate da anni. Ma un genitore attento che ha due figli a scuola, di cui uno con buoni voti e l’altro con una brutta pagella, deve rallegrarsi per il primo, ma deve ancor più preoccuparsi per il secondo.
Potremmo anche far finta che i voti cattivi non esistano, ma ciò non servirebbe a salvare il percorso scolastico del ragazzo…ed Amantea di anni a scuola ne sta ripetendo troppi.

Antonio Cima 14-04-2016
Vengono mostrate alcune foto che sono simboliche, ma tanti altri aspetti da attenzionare esistono nel vasto territorio cittadino.
Al porto turistico per mesi ha penzolato lo striscione strappato, poi lo hanno raccolto intorno al palo. Da alcuni mesi è in queste condizioni. Oltre alla mancata informazione che li c'è il porto, anche la brutta immagine aggravata dal fatto della continua fila di macchine al semaforo che osservano tale indecenza.amantea sporco 1
 
Poco dopo il semaforo di Campora troneggia questa insegna da alcuni anni; già mostrata in passato. Sfido chiunque a sostenere che ciò è normale e che non danneggia l'immagine cittadina.
amantea sporco 2

Lungo la SS18, poco a sud del 1° semaforo sud; ma si può tenere una cosa simile per tanto tempo?
amantea sporco 3


Borgo antico salita di Via Cavour; ma tutto il rione è così.
amantea sporco 4

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA