Recensione al libro di Chiatto

Chiatto sergio Recensione del critico letterario Gerardo Gallo
all'ultimo libro di Sergio Chiatto:
"Amantea e Lago. Pagine di storia civile e religiosa"

Amantea e Lago - pagine di storiaNella prefazione all’ultimo libro di Sergio Chiatto : Amantea e Lago. Pagine di storia civile e religiosa (pp.200, the Writer Edizioni Ass.), il prof. Giuseppe Trebisacce accenna alla storiografia francese degli Annales, fondata, e guidata con grande perizia e gusto revisionista, da L. Febvre e M. Bloch, i quali, basando le loro ricerche sulla sostituzione alla storia degli avvenimenti la storia dei processi strutturali di lunga durata e avvalendosi delle offerte di altre scienze, particolarmente di quella sociale, hanno avviato gli studi storici verso la minuziosa scoperta di documenti minimi, testimonianze varie di contemporanei ai fatti, ricordi conservati e diffusi nella memoria popolare. Un cambiamento di rotta fatto al fine di avere un quadro il più possibile oggettivo dello scorrere del tempo nella realtà degli avvenimenti quotidiani, relegando nella relatività i grandi avvenimenti politici e militari descritti dagli storici di corte nella cornice dell’esaltazione del potente di turno.  

Il lavoro di Sergio Chiatto corre sul filo delle direttive della moderna storiografia che va svelando criticamente le conclusioni che la storiografia accademica tradizionale ci aveva tramandato come definitive e incontrovertibili. Questa rivoluzione storica si constata negli scritti di alcuni giovani ricercatori volti a una visione generale del nostro Risorgimento, di cui finalmente si scoprono i lutti e le violenze perpetrate dagli eserciti invasori sugli altri Stati di cui era composta l’Italia. Sennonché, assistiamo a una lenta, ma inesorabile estinzione della retorica patriottarda e tradizionale.

Sergio ChiattoSergio Chiatto – e questo è un suo grande merito – ha cercato prima il documento e dopo ha scoperto gli avvenimenti di cui ci fa partecipi con uno stile facile e scorrevole, privo di svolazzi teoristici. L’itinerario che egli percorre allorché espone alla nostra comprensione la successione spazio – cronologica dei palazzi nobiliari di Amantea, ad esempio, entro le cui mura si decideva la sorte dei tanti cittadini senza diritti, ha la forza di destare la nostra curiosità intellettuale e di immetterci in un mondo brulicante di lotte e di tradimenti.

L’itinerario è anche ricco di immagini di portali, di lapidi, di interni ed esterni di chiese, e di personaggi amanteani, funzionali allo sviluppo civile, religioso ed economico della cittadina, privilegiata dalla sua posizione tra mare, pianura, colline e monti, lungo il favoloso e mitico Tirreno.

L’autore descrive il mare come il respiro necessario alla vita della comunità, come risorsa non solo estetica e salutare, ma anche come fonte di lavoro turistico e di pescaggio e soprattutto di libertà. Senza il mare, Amantea, che vive anche della sua fiorente agricoltura, sarebbe un luogo senza orizzonte, senza gioia.

L’origine di Lago (le pagine di storia che lo riguardano occupano la seconda parte del volume di Chiatto) risalirebbe, secondo le ricerche dell’autore, al periodo della dominazione normanna dell’Italia meridionale. Le notizie circa lo sviluppo del borgo dell’immediato retroterra amanteano partono da quella lontana data e giungono ai nostri giorni in un succedersi di vicende più tristi che liete intersecantesi anche con la grande storia europea, come la Repubblica Partenopea, che aveva aperto i cuori di molti italiani illuminati alla speranza della fine degli Stati assoluti; e l’invasione napoleonica che aveva mandata delusa quella speranza.

Le istituzioni religiose del paese percorrono i secoli. Le pagine che trattano con dovizia di particolari questo excursus religioso sono illustrate da una ricca iconografia tradizionale che ci pone davanti agli occhi i vecchi dagherrotipi tramandatici da fotografi dilettanti, e tuttavia pieni di fascino e suscitatori di nostalgie per un passato che, ingenuamente, immaginiamo pulito e ordinato.

Il libro è il risultato di un lavoro corretto, scrupoloso, con un affronto caparbiamente obiettivo, cosa difficile da ottenere quando si hanno davanti storie di luoghi amati, lavoro realizzato su documenti cartacei e fisici, su strutture ancora in piedi e su altre solo visibili nei ruderi sfuggiti all’impietoso travolgimento del tempo.

Le vicende nelle quali si srotola la storia dei due centri, gli assedi, la resistenza agli invasori, posti nella loro giusta luce con una narrazione lineare, elegante, comunicativa, nitida e familiare, restano vive nella memoria del lettore, anche perché la leggenda corrente in gran parte della credulità popolare, secondo la quale i meridionali in genere soggiacerebbero alla violenza con rassegnazione, è rimasta tenacemente ancorata nelle gazzette nazionali. L’autore crede profondamente in quello che scrive, frutto di letture attente e criticamente meditate.

Il trattato su Lago, come già quello su Amantea, è denso di note e richiami storici che mostrano le qualità di studioso serio e attento e di eccellente divulgatore delle nostre tradizioni possedute da Sergio Chiatto, al quale formulo gli auguri di portare a compimento altre ricerche sul nostro passato. Noi abbiamo il dovere di non dimenticarlo. 
Cosenza, giugno 2016.

Gerardo Gallo*

*Saggista, conferenziere e critico letterario

già dirigente scolastico

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA