In giro tra torre e castello di Amantea

amantea-giro-castello-2017 Amantea
Un giro di gruppo nei luoghi della storia

Escursione tra borgo antico, torre civita e castello
Evidenti le complicazioni di tenuta strutturale
E' ipotizzabile la messa in sicurezza di ciò che resta?
Quali sono le iniziative del Comune in proposito?

© Riproduzione riservata - Nessun uso è consentito degli elementi della pagina 
E’ una pratica personale in uso fin dall’infanzia andare sulla rocca da solo o in compagnia. Da adolescente/ragazzo a giocare nel piazzale del castello, a scorazzare in caccia di lucertole, a degustare (eufemismo) fichi e uva curate du calabrisu.
Anche ad accompagnare turisti e viandanti; la prima volta avevo 15-16 quando andai su con un famiglia svizzera di passaggio, mi mandarono le foto.
Sarebbe impossibile contare le infinite arrampicate tra torre e castello. Con buona frequenza ciò fino ad alcuni anni fa in variegata compagnia. Da oltre un anno tante volte fino ai ruderi di San Francesco (con turisti, passanti, amici, da solo) dopo il restauro che faceva presagire una consistenza ben diversa che in qualche modo dovrà obbligatoriamente arrivare.
Dopo il recente incendio che ha avvolto tutta la rupe, pur nel raccapricciante quadro emergente, è possibile attraversare interamente l’area del castello priva di arbusti e sterpaglia d’ogni tipo. E’ possibile anche osservare la nudità della struttura e le condizioni d’inimmaginabile decadenza. A parte esigue componenti in una apparente solidità, in realtà è una grande pietraia ovunque.
continua dopo le foto


Tanti muri ancora in piedi qualche anno fa sono franati, molti non tarderanno a venire giù. Angosciosa la vista della frana nel fossato lato nord adiacente alla torretta su cui permane la sagomatura dello stemma araldico.
Dei vani dell’area interna rimane qualche briciola muraria, il resto è un grande cumulo di pietre.
Tutti i nativi del borgo antico abbiamo un legame consistente con la rocca del castello e la legittima ambizione che tale passione si tramandi alla progenie. E’ chiarissimo che ciò non potrà avvenire, perchè da qui a breve dell’antica struttura, di castello e torre, non resterà niente. Non credo che vi siano le condizioni di mettere rapidamente al tavolo le parti coinvolte nella faccenda per trovare una soluzione prima che tutto crolli.
Abbiamo di fronte autunno ed inverno con le inclemenze atmosferiche che avranno pesanti ripercussioni. Tutta la corona della rocca è colma di pietre e massi senza alcuna protezione che andranno giù senza ostacoli.
Constatare tutto ciò è cosa alla portata di chiunque viste le attuali facilitazioni di percorribilità del luogo. Obbligo morale delle istituzioni è tenere in piedi almeno gli elementi identirari.
Personalmente considero fantasioso un futuro di "radiosa" gestione funzionale: per la disgregazione strutturale in essere, per la non pertinenza alle vocazioni cittadine, per l'immensa consistenza finanziaria necessaria per andare oltre la cristallizzazione. Mi parrebbe più appropriato pensare a Temesa.

Nel pomeriggio di domenica 17 una parte del nostro gruppo parentale ed alcuni amici abbiamo fatto una visita al borgo e alla rocca. Siamo ritornati ad essere adolescenti portando i nostri bambini/ragazzi nella parte di assoluta sicurezza.
Passeggiata sulle mura di cinta in via Indipendenza da Pantalia, Pizzunu, Pinta, Clarisse, Chiesa Sant’Elia, passaggio da San Francesco, la grotta ad inizio sentiero per il pianoro. A tal punto chi aveva bambini al seguito è rientrato per continuare un giro nella zona Pianura.
Gli altri siamo andati avanti: la porta d’ingresso ovest, la torre civita, la spianata, il fossato intorno al maniero, la torretta, l’arrampicata finale alla struttura del castello, l’uscita dalla porta est, la discesa verso i bastioni, la Cicala, palazzo Cozza, il maestoso comignolo, la fontana del DDT, vicoli fino alla chiesa matrice.

Per tanti è stata la prima volta al castello, per alcuni la prima volta in alcuni ambiti, per i piccoli e piccolissimi la prima volta su tutto.
La piacevolezza dell’escursione è stata frenata dal diventare estasi dalle apprensive condizioni strutturali osservate. In tutto il gruppo è emersa la consapevolezza di un patrimonio storico/architettonico che meritava ben altre attenzioni da chi ha governato questa città.
Poi esistono altre diverse complicazioni strutturali e di sicurezza nel borgo antico, ma questa è un'altra pagina di correlazioni di altra natura che riguarda una moltitudine di soggetti proprietari non interessati ed assenti, che richiede altre valutazioni.

Antonio Cima 20-09-2017

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA