Amantea - scopertura targa 150° dell'Unità d'Italia - 12-03-2011 (partecipanti)

Amantea 12-03-2011 scopertura targa presso Casa delle Culture
in ricordo del 150° anniversario dell'Unità d'
Italia

La straordinaria manifestazione...
Per quanto è dato ricordare, per le manifestazioni di portata cittadina, credo che mai si sia vista una simile partecipazione.  Quando una massa tale di gente sente il bisogno di essere testimone di un evento significa solo che tale evento rappresenta un Valore Comune.
Il Valore Comune, che oggi campeggiava per le strada di Amantea, è l'attenzione alle sorti dello Stivale, dal passato travagliato e dal futuro da costruire.
La testa del corteo era giunta in piazza Commercio mentre la coda si approssimava ad avviarsi dal lungomare. Tutte le scuole cittadine, tante associazioni, tutte le autorità del territorio, le bande musicali e molti uomini e donne amanteani. Magistralmente organizzata dallo staff Auser, coordinato da Francesco Francescano, la sfilata e il cerimoniale si sono svolti con straordinari ordine e tempismo. il testo continua in coda alle foto

CLICCA QUI e vedi anche foto dei gruppi

I passi che si sono succeduti: sul lungomare la benedizione di Padre Francesco Celestino, Alza Bandiera, Inno Nazionale, saluti del Sindaco, Corona di alloro dedicata ai caduti deposta in mare dalla motovedetta della Marina Militare; avvio corteo per via Margherita con le scuole avanti, poi le associazioni, infine le autorità; le bande interposte nei gruppi.
Raggruppamento in piazza Mercato vecchio per scoprire la targa che da oggi la rinomina Piazza Unità d'Italia.
Riparte il corteo che attraversa piazza Commercio, via V.Emanule II, Via R.Mirabelli, Via Roma, Via Dogana, Via Vulcano.
Nuovo raggruppamento per scoprire la targa posta sulla parete della Casa delle Culture ad opera dell'Auser che ha organizzato la manifestazione.
Brevi interventi del Sindaco Francesco Tonnara e del presidente dell'Auser Roberto Aloe hanno concluso la manifestazione.
Nella circostanza il Sindaco Tonnara ha confermato quanto anticipato da Amantea3.it: per metà aprile sarà inaugurata la Casa delle Culture.
Per completezza informativa occorre sottolineare le vive polemiche avverse alla decisione di cambiare nome a Piazza Mercato Vecchio.
Gli abitanti della zona, sorpresi e amareggiati, hanno contestato tale decisione e faranno pervenire al Sindaco una motivazione scritta del loro rammarico.
Come sempre affido alle foto le deduzioni su ciò che la manifestazione è stata.

...e ciò che doveva andare diversamente
IL successo della manifestazione è di tale portata che si potrebbe chiudere il commento senza oltre andare. Ma, avendo trascorso l'intera mattinata immerso nel corteo, avendo percorso su e giù numerose volte la lunghissima colonna umana, avendo scattato centinaia di foto da tanti balconi e terrazze, avendo impiegato numerose ore a selezionare foto e preparare la presente pagina, avendo visto e rivisto i partecipanti, avendo tutto ciò fatto mi sorge un interrogativo elementare quanto inevitabile: ma che fine hanno fatto ad Amantea i rappresentanti di partiti e gruppi che provengono da quella cultura che il tricolore lo ha assunto come pilastro della propria identità? Dove sono quegli esponenti di associazioni, fondazioni che alla nazione unica e indivisibile si ispirano?
Una manifestazione come questa dovrebbe prevaricare le misere beghe locali.
E questi soggetti, figli del ventennio che fù o di quello in corso, che tanto si stanno agitando in vista delle elezioni comunali, che vorranno essere un riferimento per i cittadini, dovrebbero capire che esistono valori di ordine superiore disconoscendo i quali si dichiara implicitamente una caratteristica intellettiva ben lontana dalle qualità necessarie per diventare rappresentanti del popolo.
Questa manifestazione l'ha voluta e organizzata L'auser, non l'Amministrazione Comunale che pure l'ha sostenuta come sostiene centinaia di manifestazioni e convegni (spesso inutili).
Non partecipare non ha significato stare distanti dall'attuale Amministrazione (verso la quale non risparmio critiche), bensì differenziarsi dai tanti amanteani presenti, di ogni estrazione sociale e politica, dei quali non si potrà mai essere riferimento.
L'Auser, orgogliosa di questa pietra miliare deposta, nel rispetto della propria identità, guarda avanti nella direzione del solco tracciato in piena autonomia culturale, decisionale e operativa.
Antonio Cima  12-03-2011

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA