Manifestazione contro la chiusura del tribunale di Lamezia

Manifestazione contro la chiusura del tribunale di Lamezia Terme
Fonte www.lameziaweb.biz  03-06-2012
Le rassicurazioni sono arrivate. Ma la tensione è ancora alta. Nonostante la comunicazione data dalla deputata Ida d’Ippolito, che venerdì in Tribunale a nome dell’Udc nazionale ha garantito che il Palazzo di giustizia di Piazza della Repubblica non chiuderà (il ministro Severino è un tecnico ma comunque vicina all’Udc), gli avvocati non mollano. Fino a quando non ci sarà la bozza definitiva, dove Lamezia non è menzionata quale sede da cancellare, gli avvocati manterranno lo stato di agitazione.
 
Le rassicurazioni sono arrivate. Ma la tensione è ancora alta. Nonostante la comunicazione data dalla deputata Ida d’Ippolito, che venerdì in Tribunale a nome dell’Udc nazionale ha garantito che il Palazzo di giustizia di Piazza della Repubblica non chiuderà (il ministro Severino è un tecnico ma comunque vicina all’Udc), gli avvocati non mollano. Fino a quando non ci sarà la bozza definitiva, dove Lamezia non è menzionata quale sede da cancellare, gli avvocati manterranno lo stato di agitazione.
Ieri mattina nel Palazzo di giustizia si è tenuta l’ennesima assemblea per decidere la strategia da portare avanti per scongiurare la chiusura del presidio. Nei prossimi giorni, infatti, verranno attuate nuove forme di mobilitazione da parte dell’Ordine degli avvocati, del comitato “Salviamo il nostro tribunale” e da alcune organizzazioni di categoria, al fine di non far calare l’attenzione sul “caso Lamezia”. In particolare, da domani l’occupazione del Tribunale sarà attuata dalle 8 alle 24: quindi niente più nottate nell’androne del Palazzo da parte di avvocati e cittadini. Una decisione presa ieri durante l’assemblea, che è coincisa con la ricorrenza dell’istituzione del Tribunale lametino, avvenuto 150 anni: quello cittadino è infatti uno dei primi Palazzi di giustizia della Calabria.
Durante l’assemblea tanti sono stati gli interventi, tutti volti a manifestare la volontà di andare avanti con la protesta e di non mollare. Anche perchè, come ha spiegato il presidente dell’Ordine degli Avvocati Gianfranco Barbieri, «nonostante da Roma sia arrivata la notizia che sul Tribunale lametino non è stato adottato alcun provvedimento, non c’è certezza perchè è ancora in corso l’istruttoria per valutare i documenti che sono stati prodotti affinchè il Tribunale non venisse soppresso».
E a sostegno del Palazzo di giustizia è sceso anche il sindacato di polizia Coisp che ha scritto al ministro della Giustizia Paola Severino Di Benedetto facendo presenti alcune riflessioni sul presidio cittadino. «Pur condividendo la ratio da cui muove il progetto dei tagli da apportare a molti Tribunali nell’ottica di un risparmio per l’apparato statale – afferma il Coisp – riteniamo che il presidio di Lamezia debba essere mantenuto in vita. Infatti tale ufficio svolge una mole di contenzioso (sia civile che penale) tale da non giustificarne la soppressione. La conseguente cancellazione della Procura in quel territorio, macchiato purtroppo da molti fenomeni criminosi, sarebbe percepita come un segnale di resa e di abbandono da parte dello Stato».
«Oggettivamente – prosegue il sindacato di polizia – non si può mettere sullo stesso piano il Tribunale di Lamezia (che conta 70.000 abitanti) con altri uffici giudiziari la cui esistenza è inappropriata e sui quali non si può eccepire nulla rispetto all’abolizione decisa dal suo ministero; è paradossale che altri Tribunali, molto meno importanti di Lamezia per quantità di lavoro e contingenze ambientali, siano invece stati salvati». Per il Coisp ci sono molti altri aspetti nel mondo della Giustizia che possono essere presi in considerazione per ricercarvi elementi di risparmio. Come: mantenere una sola Corte d’Appello per ogni Regione (nei capoluoghi di regione); eliminare le sedi distaccate dei Tribunali; intervenire sull’improduttività di alcuni magistrati; intervenire sulla scarsa efficienza dei servizi di segreteria o sulla farraginosità di alcune procedure.

Unisciti a noi su Facebook

  amantea colori 944
"La Mantia"
4ª Edizione
Passeggiata
nel borgo
Concorso foto
Sabato 1 luglio 2017

AMANTEANI
  
amanteani colori
Amanteani a colori

amanteani passato 860
Amanteani
in bianco e nero


amantea scuole scolari
Amanteani
scolari e maestri


amanteani occhi belli
Amanteani
Ed avevamo gli
occhi troppo belli

amanteani passato 996
Amanteani
del passato
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA