Ricordo della Maestra Maria Fiorentino

Ricordo di una maestra: Maria Fiorentino
Articolo di Franco Pedatella

Attraverso le immagini, impresse su fotografie, che riproducono la vicenda umana di una maestra, è possibile ripercorrere la vita della scuola, nella sua funzione formatrice e socializzatrice, come proiezione fuori di sé della famiglia, colta nella funzione che le è più propria di istituto di educazione intesa come istruzione e formazione. In questo contesto diventa centrale la figura della maestra, non solo come depositaria del sapere strutturato e consolidato nel tempo, almeno fino al periodo storico di riferimento, ma anche come dispensiera di atteggiamentie di esempi di comportamento intesi come punti di arrivo di un lungo e complesso processo di evoluzione socio-culturale e di sviluppo di civiltà.   continua dopo le foto

 

Quando poi la maestra è Maria Fiorentino, che i suoi alunni definiscono “la nostra mamma spirituale”, il panorama di cui parliamo, senza perdere niente del suo valore generale, si restringe ad una specifica esperienza di vita e ad una particolare realtà storica, in cui la scuola e la società avevano un comune e condiviso progetto di vita da proporre alle nuove generazioni educande ed in cui la società, nonostante i suoi gravi limiti di cultura e civiltà, era di per sé una “comunità educante” e la scuola “faro” per naviganti attenti che puntavano all’approdo anche in mezzo alle tenebre dell’ignoranza e dell’analfabetismo ancora largamente imperanti.

Quelle che si allegano sono fotografie rare, che rispecchiano una realtà rurale, quella di tante contrade di questa parte della nostra Calabria, un pezzo di quella sana Italia campagnola, luogo di sofferenza economica e sociale ma anche madre di virtù e custode di principi morali, in cui la maestra era una figura importante.

Attraverso le fotografie è possibile seguire anche l’evolversi del modo di vivere e di vestire, in una parola la storia dei costumi dell’Italia in trasformazione.

Quella maestra e quella scuola hanno fatto di tante piccole realtà, quasi microcosmi separati ed a sé stanti, una nazione ed un popolo che si riconoscono in una storia, una tradizione, una lingua ed una cultura.

Di questa scuola e di queste maestre, costruttrici di civiltà, ci sarebbe tanto bisogno oggi, in un momento di grande regressione culturale e disorientamento morale, in cui la famiglia è assente o distratta e rivolta altrove, la società è una comunità spesso fuorviante e la scuola, minata dall’interno e troppo spesso screditata all’esterno, arranca e fatica con esempi di quasi eroismo individuale a conservare e, dove l’ha perduto, recuperare il ruolo che istituzionalmente le appartiene.

Ecco perché Maria Fiorentino può diventare il simbolo di una scuola che vuole riconquistare il suo ruolo e la sua dignità, non per esigenze di autoreferenzialità, che non serve, ma per svolgere al meglio il suo ruolo e portare avanti la sua funzione formatrice, direi civilizzatrice.

Aiello Calabro, 18 aprile 2012                                                      Franco Pedatella

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#5 Rita Russo 2017-06-18 23:59
Sono stata sua alunna nel 56 ma la ricordo come se fosse oggi. A quel tempo era giovanissima e molto bella ma attenta ai nostri bisogni e vicina anche alle nostre famiglie. I miei genitori erano contadini e poveri ed è stato solo grazie alla sua tenacia e al suo buon cuore che è riuscita a convincerli a farmi proseguire gli studi. Le devo molto e la ricordo con tanto amore e non dimentico mai di portarle un fiore al cimitero. Grazie maestra Maria
Citazione
 
 
#4 Angela Sicoli 2012-06-23 20:40
L'ho conosciuta di persona e in tante, tante occasioni ci siamo ritrovate insieme, grazie, soprattutto, alla forte amicizia, non solo scolastica, che legava la maestra Fiorentino alla mia cara nonna, Franca Campaiola, anche lei, e scusate la modestia, "storica colonna della scuola d'altri tempi". Ho veramente ricordi squisiti delle due... Donne vere, forti e maestre "all'antica" che difficilmente si dimenticano!
Orgogliosa e fiera di avere avuto una nonna così...è tuttora la mia "musa" di vita!
Citazione
 
 
#3 mario de munno 2012-06-18 19:23
VORREI SAPERNE DI PIU'DELLA MAESTRA FIORENTINO.CERT O NON ERA DI AMANTEA;MA CIRCONDATA NELLE FOTO DA MAESTRI MIEI CONOSCENTI ED AMICI ,RITENGO CHE LA SUA MASSIMA ATTIVITA'FOSSE TRA GLI ANNI 50 E 60.IL PROF,PEDATELLA HA FATTO UN OTTIMO RITRATTO DELLA MARIA FIORENTINO, SUSCITANDO IN ME MOLTO COMPIACIMENTO PER QUESTE RARE PERSONE.VORREI SAPERE DELL'ALTRO SE E' POSSIBILE , SENZA INVADERE LA VITA PRIVATA O,COME SI DICE ADESSO,LA PRIVACY DELL'OTTIMA MAERSTA. AGGIUNGO CHE I MAESTRI CHE LA CIRCONDANO NELLE FOTO,MIEI AMICI,SONO PASSATI A MIGLIOR VITA PER CUI NON RIESCO AD APPAGARE QUESTA UMANA CURIOSITA'.
Citazione
 
 
#2 maria.capparelli 2012-06-18 17:13
è veramenye il ritratto delle maestre che erano guide per i loo allievi e che svolgevano il loro lavoro con il cuore.
Io sono felice di averla conosciuta e di essere amica delle due figlie ,che ,con il loro lavoro in campo scolastico continuano la funzione formatrice della scuola
Citazione
 
 
#1 annaziviello 2012-06-17 20:00
E' una splendia fonte d'insegnamento
Citazione
 

Unisciti a noi su Facebook

  amantea colori 944
"La Mantia"
4ª Edizione
Passeggiata
nel borgo
Concorso foto
Sabato 1 luglio 2017

AMANTEANI
  
amanteani colori
Amanteani a colori

amanteani passato 860
Amanteani
in bianco e nero


amantea scuole scolari
Amanteani
scolari e maestri


amanteani occhi belli
Amanteani
Ed avevamo gli
occhi troppo belli

amanteani passato 996
Amanteani
del passato
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA