Amantea e l'incapacità ad essere competitivi nel turismo

Amantea…il turismo che verrà…con molto privato e poco pubblico
Dai tempi di Adamo, quand’era da solo, si dibatte sull’argomento senza individuare una parvenza di soluzione idonea a risollevare Amantea riportandola ai livelli che merita nel settore.
D’allora tanti hanno vestito i panni di Noè, di Abramo, di Mosè, ma non mi pare vi siano tracce di operatività di profeti, messia e condottieri.
Che il Comune abbia le sue colpe è diventato ormai inutile sottolinearlo, ho consumato tutti i pennarelli per evidenziali. Amantea ha perso il treno del turismo da decenni per prevalente colpa di amministrazioni prive della necessaria cultura del settore. Negli ultimi anni la carica di assessore al turismo ha una maggiore considerazione, ma in passato veniva affidata tanto per equilibrare la maggioranza.
A memoria d’uomo non si ricorda alcun provvedimento strutturale ed organizzativo in grado di attrarre l’attenzione di operatori del settore e quindi presenze.
Quando Amantea era definita “Perla”, oltre alla mancanza di concorrenti, era dovuto non ad iniziative comunali, ma esclusivamente al merito di operatori che riuscirono a creare elementi di grande attrattiva: in primis Rotonda e Arena.
Ma nel 2012 il turismo va ripensato con i piedi per terra e con gli occhi sulla via lattea.
Occorre abbandonare l’idea che debbano essere le istituzioni a risolvere tutti i problemi: pantalone non ha più risorse.
Vanno distinte le attività demandate agli Organi dello Stato da quelle che necessariamente devono essere sostenute dagli operatori privati.
Il Comune deve provvedere alle infrastrutture, ai beni architettonici e ambientali e ad un grande evento identificativo del territorio (non l’impersonale notte bianca che viene fatta in 8.000 degli 8.092 comuni nazionali, ma qualcosa come i peperoncini di Diamante, lo Jazz di Roccella, il teatro di Altomonte, la festa nazionale dello stocco di Cittanova, ecc).
Spetta ai privati (profit e no-profit), invece, fare tutto il resto rivedendo drasticamente: promozione, capacità d’attrarre, accoglienza, contaminazione territoriale, diffusione culturale, intrattenimento, esaltazione enogastronomica.
Non basta più aprire un modernissimo bar, un’accogliente pizzeria, un lussuoso negozio di d’abbigliamento, una cibernetica tabaccheria ed aspettare sulla porta che arrivino spontaneamente i turisti.
Il bar, la pizzeria, il negozio, la tabaccheria devono organizzarsi, coinvolgere le realtà del territorio che hanno a cuore le sorti della comunità e insieme tracciare un percorso praticabile nel quale ognuno spinge il carro per un pezzo di strada. Al fianco, ovviamente, l’amministrazione comunale con un tollerante dialogo, per la supervisione, per la logistica di competenza.
E’ inimmaginabile che il comune di Amantea spenda (come faceva anni fa) 200.000 euro per organizzare, tra capoluogo e frazione, 100 feste estive che divertano quasi esclusivamente gli amanteani per rafforzare l’immagine degli amministratori (becero clientelismo insomma).

Quest’anno si sono delineati due comportamenti contrapposti:
1) da dimenticare subito - non per la carenza di manifestazioni, ma per aspetti di ordinaria mediocrità che arrossisco a citare: l’accomodante spartizione tra Amantea e Campora, il contentino agli amici, la non commentabile brochure del programma con i loghi promozionali di soggetti che con l’estate 2012 non c’entrano niente, l’altra brochure di 7.000 euro su cui si attendono notizie, il grassetto sugli eventi da considerare di serie A, gli eccessi di libri, che ben vengano in altre stagioni, ma che non possiamo proporre come offerta turistica.
2) come buon auspicio – le iniziative di soggetti del territorio che in autofinanziamento si sono sforzati di assicurare a residenti e turisti il minimo di dignità vacanziera in varie direzioni: cultura, intrattenimento, enogastronomia, risorse paesaggistiche.
E’ questa la direzione giusta per uscire dal guado.

Un aspetto che per quieto vivere non viene mai citato, mi dispiace ma devo proprio farlo, è che Amantea ha bisogno di una Pro-loco di grande efficienza come in tutti i luoghi turistici d'Italia. Non sappiamo il perché da anni questa associazione, da un passato di grande dinamismo, sia finita in una navigazione con totale assenza di vento. Abbiamo l’obbligo di porci tale interrogativo augurandoci una ripresa delle attività.

Parlare di turismo distaccati dalle tecnologie attuali si perde solo del tempo. La metà degli approfondimenti e delle scelte del luogo dove andare in vacanza vengono fatti via internet. Entro qualche anno tutto sarà filtrato dal web. Passi avanti devono fare le strutture del turismo, ma un grande balzo deve spiccarlo il comune.
Nel comprensorio di Amantea, a dire il vero, i privati hanno capito ciò avviando un percorso virtuoso che gradualmente li allineerà al resto d’Italia.
L’amministrazione comunale è fortemente in ritardo con un sito completamente inadeguato negli aspetti della promozione dell’immagine del territorio, attento, però, a pubblicare le locandine dei convegni e delle presentazioni di libri e ad essere rapidissimo nel “nascondere” le delibere.
Oltre al sito vanno perseguite tutte le altre opportunità che danno visibilità e la realizzazione di supporti d'illustrazione turistica (cartacea e informatica).

Tutti i cittadini di Amantea abbiamo il diritto di parlare del turismo che vorremmo; chi vuole può allegare indicazioni sul contributo che in questa direzione ha dato e dà.

Guardare in faccia quello che si ritiene essere la realtà, e avere l’onestà morale di citarla, ai politici fa perdere voti e ai cittadini liberi fa perdere amicizie.
Ma anche ciò è necessario..per sperare in un salutare cambiamento.

Antonio Cima 27-08-2012

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA