Salvatore Pirillo: tante inesattezze sulla situazione interna del PD di Amantea

Salvatore Pirillo replica alle affermazioni sulle controversie interne al PD
In merito a quanto riportato su alcuni organi di stampa nella giornata di ieri, ritengo doveroso intervenire sulle molteplici e clamorose inesattezze e rispondere alle innumerevoli accuse indirizzate finanche sulla mia persona, rispetto alle quali mi riservo di adire le vie legali. Accuse rivolte peraltro anche a quanti, con me, hanno condiviso democraticamente e con entusiasmo sperimentato sul campo la vita democratica del partito e le sorti del Pd nelle varie competizioni elettorali.

Sin dalla mia elezione a segretario cittadino del Pd, alcuni signori hanno sempre cercato di ostacolare lo svolgimento dell’attività di circolo. Si tratta di alcuni dei firmatari della missiva indirizzata a D'Attorre, i quali, pur essendo, alcuni, membri del direttivo, non hanno mai inteso partecipare ai lavori dello stesso pur essendo stati sempre regolarmente convocati. Il Partito è stato aperto e la sua vita è stata caratterizzata da regolari riunioni, come in tutti gli altri circoli della provincia e della regione. E non poteva essere diversamente.

Nel 2010 questi signori, forse unico caso in Italia, non passano dal partito cittadino per tesserarsi. Si tesserano portando un semplice elenco alla segreteria provinciale del Pd.

Sulla questione del tesoriere cittadino è davvero pietoso rileggere ancora oggi da parte di questi signori una strumentalizzazione polemica e ridicola. Voglio solo ricordare che nella immediatezza del rifiuto, ripeto rifiuto, del tesoriere di allora di vidimare le tessere del partito – rifiuto manifestato anche al Prof. Antonio Rubino, attuale consigliere comunale del Pd - e nella pratica impossibilità di procedere al rinnovo del tesseramento 2011, il direttivo del partito, nel pieno rispetto delle regole, all'unanimità ha individuato una persona disponibile proseguire le attività di partito.

Il tesseramento teatrale e barzellettiero avvenuto, in concomitanza, non nella sede ufficiale del PD o in una sede pubblica autorizzata a svolgere il tesseramento ma, addirittura, in un esercizio commerciale, che ha visto protagonisti ed attori questi signori ed il “mercenario” ex tesoriere, oltre che fare ridere la intera città ha costituito una grave e ricercata offesa ai valori del Partito democratico. In tale tesseramento l’ex tesoriere non rinnova però la sua tessera, uscendo definitivamente di scena.

Veniamo ai fatti più recenti. Il tesseramento 2012 è stato regolarmente avviato nel circolo di Amantea, peraltro anche sollecitato telefonicamente dalla signora Florinda Aloe, dipendente della segreteria regionale del Pd.

Ho provveduto a ritirare le tessere ufficiali nella sede di Cosenza e, come da regolamento, ho organizzato la fase di tesseramento e la fase congressuale, che doveva essere ultimata entro il 16 settembre. Tre giorni intensi di tesseramento, aperto e pubblico, presso la sede di Amantea e a Campora San Giovanni. Di questi signori neanche l’ombra!

Il tesseramento è stato aperto sabato 8 settembre e pubblicizzato attraverso comunicato stampa, sms, manifesti pubblici ed e-mail. Il Commissario D’Attorre è a conoscenza di tutto, in quanto tramite lettera ho provveduto ad informarlo personalmente di quanto stava per organizzarsi.

L’11 settembre scorso mio padre Mario Pirillo a Strasburgo riceve una telefonata dal Commissario D’Attorre, il quale manifesta la opportunità di un brevissimo rinvio della data congressuale. Desiderio del Commissario D'Attorre che io ho prontamente accolto, pensando di poter aprire un dialogo con questo gruppo minoritario che è fuori dal partito. Invece appare dalla stampa che il rinvio è un primo loro traguardo raggiunto. È una mia decisione altrimenti anziché telefonare avrebbero scritto dal partito.

Leggo con stupore e meraviglia dalla stampa che, intanto, la Unione regionale del Pd ha ricevuto questi signori. Nel silenzio del Pd regionale, non avendo io, nella qualità di Segretario cittadino del Pd, ricevuto nessuna comunicazione da parte del Pd regionale, disconosco i contenuti e gli interlocutori di questi signori in seno al Pd regionale.

Questi signori, anziché farneticare di mancanza di democrazia, dovrebbero invece rispondere ad alcuni interrogativi importanti. A cominciare dal Sindaco Tonnara, a capo della peggiore amministrazione di sempre della città di Amantea:

  • Il Sindaco di Amantea Tonnara, negli ultimi 3 anni, ha svolto regolare attività di indirizzo politico ed amministrativo sul territorio di Amantea? È del PD? Per quale partito ha votato alle ultime elezioni regionali? E, soprattutto, perché ha estraniato il Pd dalle trattative per le ultime elezioni comunali, preferendo una alleanza con ex missini, pidiellini e UDC? Il copioso risarcimento del danno conseguito dagli amministratori di Amantea a titolo di risarcimento danno per lo scioglimento da infiltrazione mafiosa, sarà dato alla città (unico vero soggetto leso!) o costituirà la rendita vitalizia per molti dei “fortunati” signori?.

È davvero strabiliante mescolare le carte e mistificare la realtà. Nessuno di questi signori si è mai proposto, nessuno di loro ha mai cercato di avvicinare o avvicinarsi al Partito Democratico. Chiedere agli organi di garanzia del Partito Democratico di ottenere delucidazioni in merito al percorso politico da seguire per garantire la trasparenza e il rispetto delle regole, mi sembra un’azione alquanto ardua, infantile e disperata.

L’appartenenza nella qualità di iscritti al partito si realizza attraverso regolare presentazione della domanda nelle sedi ufficiali del Partito locale, nei termini e nei modi stabiliti dalle circolari di partito. Chi non utilizza queste procedure non può ritenersi iscritto al Partito ed è inutile minacciare l’abbandono del partito, perché non si è nel partito. Le regole devono valere per tutti e devono essere rispettate. Questa è la democrazia.

Infine devo far rilevare che il commissario dopo avere sentito questa frangia minoritaria di non iscritti non ha ritenuto di consultarmi perché evidentemente sa che la segreteria sta rispettando le regole. Lo stesso commissario converrà con me che il livore e le parolacce usate nella missiva e nell’articolo non consentiranno un facile ripristino del dialogo.
Salvatore Pirillo 14-09-2012

Leggi articolo sul Quotidiano della Calabria del 14-09-2012

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA