Morelli e Russo chiedono più controlli per la caccia

AL SIGNOR PRESIDENTE

GIUNTA PROVINCIALE

On. Gerardo Mario Oliverio

 

INTERROGAZIONE – INTERPELLANZA

Oggetto: Piano Faunistico Provinciale.

I Consiglieri Provinciali Giovanni Battista Morelli e Mario Russo, vista l’imminente apertura della caccia ed alla luce del Piano Faunistico Provinciale, chiedono al Presidente On. Mario Oliverio, con giusta interrogazione, quanto di seguito:

- il Consiglio Provinciale, nel mese di dicembre 2011 ha approvato all’unanimità il Piano Faunistico Provinciale. In quella occasione il Presidente Oliverio appose la propria firma sull’introduzione all’importante strumento di pianificazione. Orbene in una parte del Piano è scritto che “ Il ricco territorio provinciale può vantare due parchi nazionali, due parchi marini regionali, tre riserve naturali orientate, otto riserve naturali biogenetiche, ben ottantuno siti di interesse comunitario, sette fra siti di interesse nazionale e siti di interesse regionale e, infine, quattro zone a protezione speciale”. Tutte aree dove è vietata la caccia. Lo si evince anche dalla tabella realizzata, sempre all’interno del piano, dai progettisti per la definizione della superficie agro-silvo-pastorale, laddove tutte queste aree vincolate vengono assimilate e riportate insieme nel capo -E: “Superfici a protezione”. Si chiede: perché a rafforzare il principio del divieto di caccia nei siti di interesse comunitario, nei siti di interesse nazionale e nei siti di interesse regionale, successivamente viene sancito: “con il presente piano si estende il divieto di caccia a tutti i siti della rete natura 2000” (SIC, SIN, SIR)”?.

- In questi giorni è in discussione una sorta di zonizzazione del territorio e conseguente assegnazione delle zone alle squadre di caccia al cinghiale. Per quanto è dato sapere nella cartografia prodotta dai responsabili degli Ambiti Territoriali di Caccia di tutte queste aree vincolate, ad eccezione dei parchi, non vi è traccia.

Chiediamo al Presidente Oliverio sempre attento al rispetto della legalità:

  • Sono stati effettuate tutte le necessarie verifiche sulla cartografia prodotta raffrontandola con quella allegata al Piano Faunistico?
  • Siamo sicuri che in queste zone non siano state comprese aree in cui vige il divieto di caccia? O, in onore, di una accelerata finale, non siano proprio state considerate?

Riteniamo sia il caso di avviare una attenta verifica, riscontrando le proposte con la documentazione ufficiale del Piano anche perché, sempre sulla cartografia proposta, non vi è traccia di altre aree a divieto quali le superfici boscate percorse dal fuoco o le aree demaniali o, ancora, le aree a rimboschimento sulle quali, alla pari delle prime, vige il divieto di caccia.

Anche in considerazione che una eventuale assegnazione di zone per praticare la caccia che, disgraziatamente, comprendessero aree a divieto, comporterebbe gravi rischi per i cacciatori inducendoli ad esercitare la caccia in zone di divieto, violazione per la quale è prevista una sanzione penale ed un danno gravissimo all’immagine dell’Ente che presiede.

- Un ultima richiesta: il disciplinare che regola la zonizzazione in favore delle squadre di caccia al cinghiale sancisce la necessità di effettuare monitoraggi nelle zone, al fine di stabilire preventivamente la consistenza delle popolazioni. Monitoraggio non effettuato, affidando il riscontro ai capisquadra dei cacciatori. Il monitoraggio, inteso nel regolamento, è altra cosa. Ricordiamo a noi stessi, che esiste un solo organismo, l’ISPRA, che svolge un apposito corso di studi per svolgere tali indagini. E’ stato preso in considerazione questo problema?

La speranza è che Lei, Presidente Oliverio, abbia contezza di ciò, poiché nel caso, confidiamo sulle sue doti di equilibrio e rispetto delle norme. Il timore maggiore è che, forse per la fretta, chi avrebbe dovuto fare i dovuti controlli e darLe le dovute garanzie al rispetto dei vari vincoli, non lo abbia fatto. Si ha il tempo per provvedere.

Sicuri di una sua sollecita ed ufficiale risposta e convinti del comune interesse per la tutela della vita e del rispetto delle regole sempre e comunque anche in un settore di enorme importanza quale la caccia, la salutiamo cordialmente.

Cosenza, 22 settembre 2012

                                                        I Consiglieri Provinciali

 

         Dott. Giovanni Battista MORELLI                                 Dott. Mario RUSSO

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA