Dimensionamento scuole - Campora spera nell'autonomia

Entro il 15 gennaio 2013 sarà rivisto il dimensionamento scolastico
il Comitato per la autonomia della istituzione scolastica di Campora SG confida in un esito favorevole

La situazione è nota. La
Corte Costituzionale con sentenza n. 147/2012, ha dichiarato illegittimo l'articolo 19, comma 4, del d.l. n. 98 del 2011 convertito, con modificazioni, dalla legge n. 111 del 2011 ribadendo la prevalenza delle norme regionali in materia di dimensionamento scolastico sulle corrispondenti norme statali che esautoravano di fatto le competenze della Regione in materia di accorpamenti scolastici.

E tempestivamente i consiglieri regionali E. DE MASI, G. GIORDANO, D. TALARICO hanno presentato il 14 giugno 2012 la interrogazione n 257 con la quale si richiama la sentenza nella parte in cui dispone che il dimensionamento è «ambito che deve ritenersi di spettanza regionale».

La interrogazione evidenziava che la accettazione della soglia rigida di 1000 alunni ha condotto al risultato di ridurre le strutture amministrative scolastiche ed il personale operante all'interno delle medesime.

I consiglieri di IDV hanno pertanto chiesto la revoca della deliberazione della Giunta regionale n. 47 del 10 febbraio 2012 con la quale sulla base della normativa censurata dall'organo costituzionale, è stato approvato un piano di razionalizzazione e riorganizzazione delle rete scolastica e della programmazione formativa che ha determinato la chiusura in Calabria di circa 100 istituzioni autonome ( da 506 si è passati a 406 istituzioni scolastiche) con la conseguente soppressione di circa 900 posti di lavoro tra dirigenti scolastici, docenti, collaboratori scolastici e personale amministrativo, con evidente coinvolgimento, in primo luogo, dei precari.

Nel consiglio del 29 ottobre l’ assessore alla cultura ed ai beni culturali Mario Caligiuri ha dichiarato che “ entro il 15 gennaio 2013 si procederà alla revisione del piano di dimensionamento e che le modifiche attuate avranno impatto nell’anno. Comunica che sono stati effettuati numerosi incontri con i Comuni e l’ufficio scolastico regionale al fine di addivenire ad una corretta attuazione della sentenza della Corte costituzionale. Conclude asserendo che è stata chiesta alle Province l’attuazione delle linee guida regionali al fine di tutelare le Comunità montane, i Comuni montani e le aree in cui sono presenti minoranze linguistiche”

Ci preme, a tal punto, portare all’attenzione della nostra comunità che l’assessore regionale alla cultura ed ai beni culturali non abbia pienamente inteso la vera portata della problematica e che pertanto se proseguirà su tali linee minimali andrà incontro ai medesimi problemi ai quali si è andati incontro con ricorsi pendenti presso i Tribunali amministrativi calabresi.

Ne siamo convinti noi, ne sono convinti in tanti, ne è convinto anche il consigliere Giordano il quale ha dichiarato: “La questione del dimensionamento scolastico approdato in Consiglio regionale attraverso una interrogazione presentata dal sottoscritto ha trovato una risposta non totalmente esauriente. Nel prendere atto delle rassicurazioni da parte dell’assessore regionale Caligiuri sul confronto avviato per il nuovo piano scolastico regionale con gli enti locali, l’ufficio scolastico regionale e le forze sindacali - anche alla luce della recente sentenza della Corte Costituzionale che ha cassato alcune norme della riforma Gelmini - ho chiesto che la problematica inerente il nuovo piano di dimensionamento sia oggetto di una seduta ad hoc da parte della competente Commissione consiliare prima e del Consiglio regionale dopo. L’obiettivo è quello di stimolare una discussione costruttiva che possa approdare ad una proposta concreta per rispondere ai bisogni della didattica e alle esigenze dei numerosi precari falcidiati dalla riforma Gelmini. E’ indifferibile che la Regione assuma tutti i correttivi per superare alcune parti del piano adottate dagli enti locali, vistosamente illogiche e negative per le istituzioni scolastiche”.

Ed è certamente il caso del Comune di Amantea che ben avrebbe potuto modificare la delibera con la quale ha distrutto il diritto all’autonomia scolastica della nostra frazione , ma che anche in presenza di questa opportunità nulla ha fatto e nulla intende fare.

Noi non ci stiamo, noi continueremo la nostra giusta, sacrosanta battaglia.

Per questo il Comitato per la autonomia della istituzione scolastica di Campora SG si appella al consigliere Giordano ed a tutta la terza commissione consiliare per avere quella giustizia che altri non hanno inteso garantire.

Prenderemo contatto con la politica sana e capace di tutelare i diritti dei nostri giovani studenti, del nostro territorio, dei nostri docenti, collaboratori scolastici di ruolo e precari.

Se necessario andremo a Catanzaro ed a Reggio Calabria a portare forte la voce dei nostri diritti come abbiamo fatto con l’amministrazione comunale.
08-11-2012

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA