Via Dalla Chiesa a Grimaldi

GRIMALDI INTITOLA UNA VIA AL GENERALE

CARLO ALBERTO DALLA CHIESA

 

                                                           Cartolina Illustrata

                                                             Di Salvatore Sciandra

 

La mattina è ancora il prolungamento dell’Estate di San Martino.

Grimaldi è assolata e luminosa e i suoi monti sfoggiano anch’essi l’abito della festa, ed una tavolozza d’autunno con sfumature che ricordano ancora l’estate.

     Al bivio per Cosenza, tutte le autorità civili e quelle militari in alta uniforme, aspettano l’arrivo di Sua Eccellenza il Prefetto di Cosenza.

     Il sindaco di Grimaldi, prof.GiovanniNotarianne, con la sua fascia tricolore, è il padrone di casa. Con lui il Dirigente Scolastico dell’I.C., prof. Mario Ambrogio, il Direttore Amministrativo Dott. Giuseppe Giardino, il Capitano dei Carabinieri Giovanni Caruso della Compagnia di Rogliano, il Maresciallo Domenico Minnicelli, Comandante della stazione dei Carabinieri di Grimaldi, la Guardia Forestale, la Guardia Provinciale, la Protezione Civile di Grimaldi, i Docenti delle Scuole, circondati dallo sventolìo festoso degli alunni che animano quel crocicchio con centinaia di tricolori.

   Poi, il Protocollo ufficiale: l’ Inno di Mameli, i discorsi delle Autorità presso la Sala Convegni “Madre Teresa di Calcutta”, e l’esibizione di alcuni canti, preparati dai Docenti di quelle Scuole, che tutti gli alunni hanno intonato con trasporto e padronanza di scena.

     Davvero commovente la scoperta e la benedizione della lastra di marmo, racchiusa in un’artistica cornice in ferro battuto, fissata su un lungo supporto di ferro che ricorda la foggia e lo stile della cornice.

Grimaldi era lì, attorno a quella “targa” che da oggi arricchisce la sua Toponomastica, che già annovera i nomi di Paolo Borsellino e di Giovanni Falcone, eroi e martiri della Pace.

     Elementi intriganti mi appaiono gli aceri e i platani di piazza Borsellino-Falcone, e gli svettanti e imponenti pini silani della neonata via CARLO ALBERTO DALLA CHIESA. Ornamenti naturali di un borgo montano non troppo distanti, però, dalla “metafora” della vita di questi “Agnelli della Pasqua della Pace”, dell’ Italia della ‘Ndrangheta, della mafia, della camorra, della sacra corona unita e di tutta la malavita organizzata.

     Nel vociare festoso e nello sventolìo dei tricolori nelle mani innocenti di quei bambini forse, inconsciamente, e con qualche alibi di troppo, vediamo e affidiamo le fortune future delle nostre Contrade.

 

Grimaldi, 22 novembre 2012

                                                               Totò Sciandra

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA