Franco Danese sulla crisi economica globale

FRANCO DANESE - CRISI ECONOMICA GLOBALE:
FORTE AVVERTENZA DELL'O.C.D.E. PER ALLEVIARE TAGLI ED AGGIUSTAMENTI NEL MONDO.------

La avvertenza e' stata fatta dall O.C.D.E. (Organizzazione per la Cooperazione ed il Sviluppo Economico) che con energico informe avverte sulla problematica crisi economica   europea e mondiale, i pericoli del debito degli Stati Uniti d'America ed il freno delle potenze emergenti che potrebbero occasionare una grave recessione in tutto il pianeta. -----In un   comunicato speciale col titolo " Prospettive economiche mondiali", l'Organismo Internazionale che   rappresenta a 34 potenze economiche mondiali assicura che esiste una profonda sfiducia   generalizzata causata dai continui tagli ed aggiusti abusivi e sproporzionati   che tanti problemi popolari stanno originando alterando ,cosi', l'ordine e la pace interna di tante nazioni.................la dissoccupazione che dilaga dovunque e cresce giorno per giorno......ed il mercato che appare sempre piu' ristretto... obbligando a sacrifici enormi.
L' informe sollecita, con tanta preoccupazione, ad Europa, agli Stati Uniti d'America ed altri Potenze interessate...di prestar piu' attenzione alla esagerazione delle loro gestioni economiche con tagli ed aggiusti che oltrapassano qualsiasi limite di tolleranza ..senza tener in conto le conseguenze disastrose che potrebbero scagionare ...se non si ricorre ad un riparo immediato sostenibile. ----Washington sembra che ha messo in vigore un sistema di profondizzare il consolidamento fiscale con  provvedimenti reparatori e progetti espansivi....mentre l'Europa, testarda e sorda ai reclami dei popoli........insiste colla sua conosciuta politica economica sempre piu' apprettante...che tanto scompiglio e malessere   sta' originando dapertutto.
E' necessario ed urge che la EU deve frenare la sua ostinata ed arrogante ambizione di dominare le economie europee imponendo aggiusti sempre piu' inaccettabili....colla finalita'di ridurre il deficit interno delle nazioni.........manifestando una gestione menefreghista ,interessata e senza scrupoli dove fa da "padrone e     signore" la "dama di ferro tedesca" Angela Merkel. Se questa situazione non cede............o meglio non cambia..l'Organismo Internazionale avverte che la crisi economica europea sara' ancora piu' disastrosa..... occasionando una rivoluzione sociale in tutte quelle nazioni involucrate...che una volta scoppiata... e' difficile poter frenare. Informa la O.C.D.E. che gli Stati Uniti d'America potrebbero chiudere il loro bilancio annuale con una crescita del 2,2% .......con un aumento positivo del 2,4% per l'anno 2013 con prospettive future speranzate del 2,8% nel Dicembre 2014.--
Il previdimento sull'economia stadunidense si basa in un ipotetico accordo tra la   Casa Bianca ed il Parlamento   di aumentare il debito interno ed esterno accompagnandolo , in certo modo,con alcun progetto di aggiusti accettabili e viabili, che sarebbero posti in vigore a partire nei primi mesi dell'anno prossimo-.Per potere concretare gli obbiettivi proposti   e' necessario che il Parlamento e l'Esecutivo Stadunidense accordano, a tempo, una strategia adeguata alle circustanze   per potere ridurre il colpo e la conseguente ondata reaccionaria del popolo.....
In caso di nessuno   accordo.....la necessita' finanziaria spingerebbe agli Stati Uniti d'America in una situazione estremamente delicata e cioe': " la debacle fiscale".
D'altra parte la economia d'Europa   avra' un calo pericoloso del   0.4% con una   possibile crescita del 0,1% durante l'anno prossimo.In queste stesse condizioni di sviluppo economico si incontraranno Inghilterra e Giappone.--- Il presidente dell'O.C.D.E, l'economista Pier Carlo Padoan, affirmo' che la scappatoia stadunidense origina   preoccupazione ed incertezza nella economia mondiale che potrebbe causare danni irreperabili. Padoan specifico' che Europa vive in "tre circoli viziosi e negativi", che si alimentano tra di loro......e cioe':
a) la   paura sul vero stato di solvenza delle banche,----
b) i pericoli di possibili esplosioni sociali colle loro dovute conseguenze, a volte disastrose e tragiche....
c) l'urto e la ondata di queste tendenze e fattori causarebbero maggior costo nei prestiti finanziati alle nazioni necessitate.
Con un contesto tan precario ed incerto e' facile prevedere che la situazione generale potra' capitolare ..in situazioni preoccupanti,particolarmente quando una nazione beneficiata da un programma di assistenza economica-finanziaria si mostra incapace di amministrare e compiere con tutti i compromessi pattati ecc.--- E' necessario distaccare le tante "matasse ingaglioffatte e ingalluzzite, che la UE   prepara tan meticolosamente.....,,,,,,,,,come nella preparata unione bancaria europea del mese di Ottobre passato, la Germania non possibilito' la minima iniziativa di riparo economico -finanziario fino al mese di Dicembre del 2013.
Una imposizione arbitraria, inumana e menfreghista....E' la legge del piu' forte in questi nostri tempi............. economicamente considerato. La O.C.D.E.   esorta, preoccupata, che le Nazioni Europee devono manifestarsi gia' con una reazione contundente con nuove strutture e   progetti viabili per frenare le connessioni negative tra finanziarie   pubbliche, solvenze bancarie, ed i pericoli di qualche nazione che si vede e si sente obbligata di allontanarsi definitivamente della Zona Euro.
L'Informe appunta alla dissoccupazione sfrenata esistente con tendenza   di aumentare ancora di piu'. Attualmente ci sono piu' di 50 milioni di disoccupati nelle 34 economie mondiali che fanno parte dell'O.C.D.E. ----che secondo le statistiche competenti il 50% vive in Europa.----Questa delicata e preoccupante situazione sociale potrebbe approfondirsi   ancora di piu' con tante imprevisibili catastrofiche sociali...se non si corre a ripari di emergenza immediati,adeguati   e convincenti alla realta' esistente.. Un esempio perfetto e' la Spagna....... segue l' Italia, ecc.- Secondo la O.C.D.E. se non ci sara' un salvataggio "in extremis"l'indice della disoccupazione per l'anno 2013 potrebbe aumentare un 26.9% approssimato.-------

Come si potra' costatare la situazione economica -finanziaria europea    e   mondiale   segue critica..senza un barlume di luce e di speranza   all'orizzonte ...........Il trascorrere del tempo od il possibile risveglio delle Nazioni...daranno il giusto verdetto su questa assurda quanto pazzesca politica economica-finanziaria :   ci sara' una "Soluzione" o un "Fracasso" ''???????.-

Speriamo che il Buon Dio possa illuminare     la     mente dei Prestamisti e dei   Debitori per incontrare un punto di equilibrio,   di comprensione e di iguaglianza e rispetto , in un clima di liberta' , di sovranita' e d'independenza dei popoli del mondo. Speriamo..............................

FRANCO DANESE.

Buenos Aires, 05,.12.12

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA