Convegno sulla caccia: quale futuro?

Convegno sulla caccia: quale futuro?

Venerdì 27 Gennaio si è tenuto presso la Sala Polifunzionale del Comune di San Lucido un affollatissimo incontro tra cacciatori ed esponenti politici ed istituzionali sul tema: “Il nuovo Piano faunistico venatorio della Provincia di Cosenza. Proposta per la regolamentazione della caccia del cinghiale”. Promosso dalle sezioni comunali “Italcaccia” del Basso Tirreno cosentino.

All'incontro hanno partecipato: il sindaco di San Lucido, Antonio Staffa, l'assessore provinciale alla caccia e alla pesca, Biagio Diana, il dirigente del settore legale caccia e pesca della Provincia di Cosenza, avv. Gaetano Pignanelli, il funzionario provinciale del settore Lorenzo Vitari, il presidente provinciale Italcaccia, Vincenzo Martino, il commissario comunale Italcaccia di San Lucido Marina, Luigi Novello, quello di Amantea Angelo Filice e di San Lucido Superiore Pietro Covelli. Al convegno, che si è svolto in una sala stracolma di cacciatori, oltre 500 i presenti, hanno preso parte anche i Consiglieri regionali del PD Carlo Guccione e Ferdinando Aiello di Sel, il Sindaco di Aiello Calabro Franco Iacucci e l'ex Consigliere regionale e Presidente dell'ARSSA Antonio Pizzini. In tale occasione l'assessore provinciale Biagio Diana ha illustrato il nuovo piano faunistico venatorio della Provincia di Cosenza, il primo ad essere redatto in Calabria. “E' uno strumento fondamentale -ha detto, tra l'altro- per la tutela e la gestione della fauna selvatica e per la difesa e la protezione dell'habitat in cui essa vive e si riproduce. Una delle maggiori novità previste dal Piano è quella di promuovere l'istituzione di un Osservatorio faunistico provinciale allo scopo di favorire lo studio della fisiologia della fauna selvatica presente sul territorio e di verificarne i rapporti con l'ambiente”. Al dirigente del settore legale caccia e pesca della Provincia di Cosenza avv. Gaetano Pignanelli è toccato illustrare il Piano straordinario per la gestione del cinghiale, anch'esso primo in Calabria.
“Questo piano -ha sottolineato Pignanelli- nasce dalla constatazione che il fenomeno del sovrappopolamento degli ungulati su gran parte del territorio provinciale rappresenti ormai una vera e propria emergenza economica e ambientale. La Provincia, per contrastare questo fenomeno, ha redatto un piano straordinario di abbattimento, soprattutto per quelle zone (e il Tirreno è una di queste) dove il fenomeno rappresenta una vera e propria minaccia per le colture e per gli stessi cittadini. Grande protagonista della serata, dopo il presidente provinciale di Italcaccia, Vincenzo Martino che si è soffermato sul ruolo e il profilo etico e professionale del cacciatore, è stato senza ombra di dubbio, il Commissario Italcaccia di San Lucido Marina, Luigi Novello che ha ringraziato la Provincia di Cosenza e l'avv. Pignatelli per aver reso possibile l’abbassamento delle quote di partecipazione per la caccia al cinghiale.
“Chi -ha chiesto Novello ai presenti- avrebbe mai potuto immaginare che i cacciatori avrebbero pagato solo 15 euro per praticare la caccia al cinghiale nei vari A.T.C., anziché 150 euro, per come proposto dagli stessi presidenti dei comitati di gestione CS1, CS2 e CS3? Nessuno! Eppure, grazie al grande interessamento di Pignanelli, a cui rivolgiamo un particolare ringraziamento per averci dato la possibilità di continuare a praticare uno sport così nobile e antico, ciò è avvenuto”.
“Le nostre associazioni –ha aggiunto Novello- hanno alla base valori nobili e positivi. Questo è il motivo per cui esse non possono solo continuare “ ad andare a caccia” di euro e di associati per mantenere e accrescere piccoli feudi personali destinati presto a crollare”.
“Il nostro auspicio è, dunque, quello – ha concluso il commissario comunale Italcaccia di San Lucido Marina- che esse contribuiscano sempre più alla crescita di una solida cultura venatoria e favoriscano tra i loro associati un serrato dialogo che porti, attraverso un chiaro percorso culturale, questo sport ad essere una grande palestra educativa ed un forte momento di aggregazione sociale, alla stregua di quanto avveniva in passato”.

                                                                                                 I Circoli Comunali

                                                                                                                   del Basso Tirreno Cosentino

(Amantea, San Lucido Marina, San Lucido Superiore)

DSCN01461
DSCN01512

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA