FLI di Amantea chiede un taovolodi confronto sul futuro della SS18

il FLI di Amantea chiede un tavolo di confronto sul futuro della SS18

Risale ai primi di marzo l’ultimo incidente sul tratto della statale 18 , in località Coreca di questo Comune, quando un grosso camion a rimorchio si è ribaltato, fortunatamente senza gravi conseguenze, che ha interrotto il traffico in entrambe le direzioni di marcia dalla prima mattinata fino al tardo pomeriggio.

E, come succede in questi casi, tutti a gridare allo scandalo per una strada ad alta percorrenza che già da tempo non risponde più alle mutate esigenze del traffico ed  ai criteri  minimi di sicurezza.

Asfalto carente o mancante, buche sempre più profonde, velocità incontenibile da parte degli innumerevoli tir che la attraversano, poca o inesistente illuminazione, soprattutto nei tratti in curva.

Tutto questo, unito all’imprudenza di molti autisti, si trasforma in alcuni casi in tragedia.

L’ultimo episodio, per fortuna, ha provocato solo qualche danno al manto stradale e leggere contusioni al malcapitato autista, ma in altre occasioni, proprio in quel tratto, la morte ha chiesto un tributo troppo alto.

Pensate ad immaginare se il tir carico di ferro al momento del suo ribaltamento avesse incrociato un autobus pieno di studenti, sarebbe stata una strage.

Da tempo la SS18, specialmente di sera,  è diventata la via privilegiata di camionisti che la preferiscono all’A3 grazie all’enorme risparmio in termini di chilometri. Il passaggio di questi bestioni della strada comporta per tutti i centri abitati della costa tirrenica enormi disagi ed un elevato rischio.

Purtroppo le forze dell’ordine possono fare  poco o nulla   anche perché le ordinanze di divieto di transito, a suo tempo emanate dalla locale Prefettura,  hanno perso validità da tempo  e non sono state più rinnovate.

Per molti anni anch’io, da servitore dello stato, ho svolto il mio servizio sulla SS18 è, più e più volte,  ho elevato sanzioni a camionisti indisciplinati che, non solo violavano le ordinanze, ma infrangevano anche le più banali regole sulla sicurezza stradale diventando un pericolo per se stessi e per gli altri.

E’ ormai noto a tutti il sistema adottato dai camionisti che è quello  di disporsi in file proprio per evitare di essere fermati tutti dalle forze dell’ordine che, per ovvi motivi, possono fermare solo il primo tir della colonna al quale contestare poi l’eventuale  sanzione. Sanzione che poi viene ripartita in parti uguali fra tutti gli altri camionisti passati indenni. E così via, oggi sono io il primo della fila, domani tu.

Ovviamente non bisogna fare di tutta l’erba un fascio. Esistono, per fortuna, anche camionisti onesti e rispettosi delle regole.

E’ ora di dire basta.

E’ ora di fermare lo scempio della nostra statale con regole rigide e soluzioni che scoraggino i camionisti a transitarvi.

Non dobbiamo aspettare l’ennesima strage stradale che potrebbe coinvolgerci.

Non possiamo sempre stare in ansia in attesa che i nostri figli rientrino a casa senza che gli sia accaduto nulla.

In tal senso chiedo alle forze politiche locali, provinciali e regionali nonché agli enti preposti al controllo e alla manutenzione della statale, un tavolo di confronto dove discutere e cercare una soluzione al problema.

Dalla mia lunga esperienza suggerisco una soluzione che potrebbe in pochi giorni risolvere il problema se, ovviamente,  associata al ripristino delle ordinanze di divieto di transito ed un conseguente irrigidimento delle sanzioni che dovrebbero prevedere anche la decurtazione dei punti dalla patente. Basterà istituire un punto di controllo allo svincolo di Paola con la SS.107 è costringere i camionisti a percorrere il valico della crocetta per riprendere l’autostrada.

Una soluzione che, secondo me, basterebbe a scoraggiare i camionisti che vedrebbero svanire il risparmio in termini di tempo e chilometri e che potrebbe dare risultati già in dieci giorni in termini di riduzione del traffico. Ovviamente il tutto andrebbe anche rimodulato in base alle esigenze di chiusura dell’A3 per i lavori in corso.

Amantea 24 Marzo 2012                                                                                                
Andrea Magnone

Responsabile sicurezza Fli Amantea

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa


{jcomments on}


© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA