La quiete dopo la tempesta - di Anna Cima

...la quiete dopo la tempesta...si spera! (di Anna Cima)

Cari lettori, oggi vi scrivo per raccontarvi un fatterello che, di per sé, non ha grande significato, ma mi ha dato uno spunto di riflessione. La domenica di Pasqua, come la maggior parte di voi, un gruppo di familiari e amici eravamo riuniti per il tradizionale pranzo pasquale, un po’ delusi e scontenti per il brutto tempo e l’inaspettato freddo che ci ha costretti dentro casa.
Tra una portata e l’altra (sempre troppe come da buoni meridionali) e un bicchiere di vino “nostrano”, si parlava del più e del meno (più del “meno” che del “più”) e ci si confrontava su temi della tradizione e di attualità. L’assortimento delle provenienze (Cosenza, Catanzaro, Puglia) ha sicuramente arricchito il menù degli alimenti e degli argomenti e, inevitabilmente, ci si è ritrovati a parlare di quanto sta accadendo nel nostro Paese: la crisi, la stretta fiscale, il lavoro, la lotta all’evasione, i politici ladri…
Varie erano le “affezioni” politiche e varie, dunque, anche le opinioni: Monti sì, Monti no; è giusta la lotta all’evasione; però sempre ai poveracci colpiscono; aumentano le tasse ma i loro privilegi non si toccano; la cosa giusta sarebbe la patrimoniale; fa bene chi può a difendersi dal fisco; ecc. ecc …
il testo continua in coda alle foto

arcobaleno1
arcobaleno2

Comune a tutti, però, era la convinzione che ci aspettano tempi difficili, che l’orizzonte su cui ci affacciamo è sfuocato e incerto e le aspettative sul futuro non sono ottimistiche; intanto fuori era grigio, pioveva e tirava vento, proprio come nei nostri discorsi.
Tutto ad un tratto una voce di bimba si alza dal coro, dolce e innocente, e grida: l’arcobaleno! Ci alziamo tutti da tavola e, coinvolti dall’entusiasmo della piccola, usciamo fuori ed ammirare l’evento.     

Beh dopo tante ore di pioggia e cielo scuro, quella immagine è stata particolarmente piacevole e ci ha ricordato che, al di sopra delle nuvole, splende sempre il sole! La riflessione, alla fine del racconto, è che come quell’arcobaleno in un giorno grigio, dobbiamo sempre sperare e aspettarci giorni migliori e vivere e operare per dare il nostro contributo alla realizzazione di una realtà più giusta, non da subire ma da partecipare! Perché come “la quiete dopo la tempesta”, arriva sempre il momento in cui il peggio è passato e si riprende il normale corso della vita, sperando che la tempesta abbia insegnato qualcosa e ci faccia apprezzare di più il sereno:

[…]Ecco il Sol che ritorna, ecco sorride
per li poggi e le ville. Apre i balconi,
apre terrazzi e logge la famiglia:
e, dalla via corrente, odi lontano
tintinnio di sonagli; il carro stride
del passegger che il suo cammin ripiglia.

[…]Giacomo Leopardi

10-04-2012

Anna Cima

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA