Antonio Cima: Come si viene eletti

cima antonio La sudditanza psicologica inversa...
...all'origine della politica iniqua di Antonio Cima

Riflessioni di Antonio Cima anno 2010
La sudditanza psicologica inversa
...all'origine della politica iniqua

Da quando, nella notte dei tempi, la specie umana si è orientata verso forme di coesistenza organizzata, da quando si è affermata la necessità del lavoro, da quando si sono sviluppate le specializzazioni produttive: la pesca, l'agricoltura, la trasformazione, lo scambio, si è affermato un principio di interdipendenza. Il principio di interdipendenza significa che il contadino è grato al pescatore che compra gli ortaggi; successivamente il pescatore sarà grato al contadino quando comprerà il pesce.
Rielaborando tale principio si può affermare che chi ha qualcosa da vendere/fare ad altri, è grato a chi questa cosa gli chiede manifestando un comportamento inconscio di sudditanza psicologica (o di gratitudine se vogliamo).

Quanto sopra definisce un quadro di ovvietà che sembra rendere inutile descriverlo.
Ma non è sempre così.

Vi sono categorie “fortunate” che invertono la sudditanza psicologica; tali soggetti fornendo un servizio ad altri ne ricevono un lauto compenso e si instaura un rapporto di sudditanza psicologica inversa, ovvero del cliente nei confronti del fornitore.
Tali categorie privilegiate sono quelle che curano la salute e gli interessi economici (ancor più se entrambi).

Un importante medico vive (e si arricchisce) grazie ai pazienti i quali  pagano il compenso e (indiscutibilmente) manifestano evidenti forme di sudditanza psicologica.
Della categoria dei "fortunati", oltre ai medici, fanno parte i commercialisti e gli  avvocati emergenti.
Ciò non succede (o succede in modo irrilevante) per ingegneri, architetti, geometri, insegnanti (pur istruiti, colti e titolati quanto i primi -e più numerosi-).
 Potremmo chiudere qui la disquisizione se non emergesse la necessità di vedere gli effetti sociali della sudditanza psicologica.

I soggetti “fortunati” sono coloro che, grazie alla sudditanza, calamitano il consenso elettorale per se o per i candidati che a loro si affidano.
Il fenomeno è ineluttabilmente radicato nei centri piccoli e medi ove, avere il sostegno di un "fortunato", è fonte di garanzia elettorale.
E' pressochè impossibile non essere eletto se su un candidato si allungano le braccia protettive di un medico e di un commercialista. Il massimo avviene in ambito pubblico di assistenza/previdenza.
Se guardiamo gli ultimi quarant'anni di storia amanteana troviamo numerosissime presenze di tali categorie che hanno condizionato le elezioni e quindi le sorti di Amantea.
Tanti degli eletti nelle maggioranze delle ultime elezioni comunali di Amantea o sono essi stessi “fortunati” o di costoro v’è una gravitazione parentale. Il fenomeno si ripropone anche a livello provinciale, regionale e nazionale. Il Parlamento è pieno zeppo di tali categorie. Nel Sud Italia è ancor più accentuato dalla sudditanza atavica ereditata in secoli di dominio straniero.
Qui mi fermo consapevole di non aver detto niente di nuovo e di particolare. Mi premeva solo sottolineare i condizionamenti sociali che non premiano in modo equo il valore effettivo di tutti i pretendenti alla guida cittadina, ma garantiscono ad alcune categorie professionali maggiori risultati rispetto ad altre persone di pari  intelletto, istruzione, cultura e attitudini, che non godono, però, del beneficio della sudditanza psicologica inversa.
Ovviamente nel panorama elettorale complessivo anche altri soggetti sono avvantaggiati: grandi apparati commerciali, grandi famiglie, funzionari pubblici, ma ciò richiede un ulteriore approfondimento.

La domanda di chiusura è: "negli scranni consiliari siedono i migliori, i più meritevoli"?
Mi vergogno della banalità!

Antonio Cima   11-01-2013

a proposito dei meriti mi sovviene, e cito, il passo di apertura de
"DIALOGO SOPRA I DUE MASSIMI SISTEMI TOLEMAICO E COPERNICANO"
di Galileo Galileo
nel quale il grande scienziato definisce i meriti umani:

la differenza che è tra gli uomini e gli altri animali, per grandissima che ella sia, chi dicesse poter darsi poco dissimile tra gli stessi uomini, forse non parlerebbe fuor di ragione. Qual proporzione ha da uno a mille? e pure è proverbio vulgato, che un solo uomo vaglia per mille, dove mille non vagliano per un solo. Tal differenza depende dalle abilità diverse degl'intelletti, il che io riduco all'essere o non esser filosofo: poiché la filosofia, come alimento proprio di quelli, chi può nutrirsene, il separa in effetto dal comune esser del volgo, in piú e men degno grado, come che sia vario tal nutrimento. Chi mira piú alto, si differenzia piú altamente....    

Dialogo sopra i due massimi sistemi Tolemaico e Copernicano
  di Galileo Galilei   scarica il libro integrale

Caro Kussy Sym
Ci risentiamo dopo le feste natalizie che certamente nelle tue latitudini astrali non significano niente, ma sulla Terra, per molti popoli, sono il passaggio annuale più importante. Per ampliare il quadro di valutazione su come siamo fatti t’invio quanto sopra già pubblicato in passato. Per i terrestri amanteani sono cose ovvie e risapute tanto che non vale la pena perdere tempo a leggerle.Tu puoi cominciare la lettura abbandonando subito quando riterrai inutile continuare. Ti stringo la mano che da noi significa salutarsi..ma su questo ritorneremo.
 

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#6 Chomsky 2015-10-17 16:18
non so ad amantea ma a campora spesso il popolo è colluso, sia con la politica che la criminalità. Grazie a ciò ne ricavano vantaggi materiali non di poco conto e pertanto sono ben felici di "asservirsi" al politico di turno. è pieno di persone che non lavorano e non hanno mai lavorato ma perceppiscono finanziamenti per "aziende", fanno assumere i figli a roma in enti "agricoli" e per finanziamenti rurali ecc. ecc.
Citazione
 
 
#5 Elvira Suriano 2015-10-16 21:45
Si Zeman, è proprio questo il concetto che andrebbe approfondito. Quello del popolo complice e non vittima. Ne vado discorrendo da tempo, al di là dei meccanismi elettorali che tutti conosciamo.
Citazione
 
 
#4 filopanto 2015-10-16 13:16
Ottima analisi e reale situazione attuale analoga a tutta la Calabria e in particolare in questo caso ad Amantea, che stride fortemente ma a tuo favore, sulla realtà calabrese descritta oggi sul Corriere della Sera da Carmine Abate che ci dice- beato lui- "la mia terra schiacciata dai pregiudizi ma a ogni ritorno mi sento riconciliato".B ella consolazione per uno che vive in Trentino.
Citazione
 
 
#3 Zeman... 2015-10-16 12:45
Condivido,anche se non hai citato la sudditanza alla criminalità che purtroppo a questa devono sottostare anche gli amministratori e i vari governanti di turno.Comunque la responsabilità è sempre e solo del popolo in quanto:
" UN POPOLO CHE ELEGGE CORROTTI, IMPOSTORI,LADRI E TRADITORI,NON E' VITTIMA E' COMPLICE. cit.
Citazione
 
 
#2 Rosario Cupelli 2015-10-16 10:26
Non fa mai male ripetere. Condivido tutto.
Citazione
 
 
#1 Freddy 2015-10-16 07:48
A proposito di commercialisti/ ragionieri. Al Comune tra assessori e tutor vari ne abbiamo diversi. Lo stato del bilancio comunale ne certifica le loro scarsissime capacità amministrative. La prossima volta sarebbe bene votare chi esercita altre professioni.
Citazione
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA