Fabio Sicoli, la grotta, i cani

sicoli fabio Fabio Sicoli a proposito dell'accesso ai cani nel parco della Grotta di Amantea.
Facciamo il punto della situazione -
02-05-2013

Ho letto con attenzione l'articolo “Quel prato della grotta senza divieti” e la tua puntuale critica su chi ci amministra e chi possiede dei cani mi trova d'accordo. Tempo fa ho avuto la fortuna di possedere un bellissimo cucciolo di cane che, a malincuore, ho dovuto poi cedere ad altra persona di buon cuore a causa di una serie di problematiche sopraggiunte. Abitando dalle parti della grotta non potevo non fare a meno di far passeggiare il mio fido cane, regolarmente iscritto all'anagrafe canina, nei viali del parco, ovviamente munito di guinzaglio e sacchetto per la raccolta degli escrementi.

Nel corso del tempo qualcuno ha inteso bene scrivere con spray un bel divieto di accesso ai cani (è proprio la scritta “naif” che lei fa vedere nella seconda immagine), del tutto privo di veridicità, visto il contenuto dell'ordinanza n.47. La stessa, infatti, vieta l'accesso dei cani nelle aree attrezzate per i bambini. Da ciò ne deriva che il parco è accessibile agli animali a quattro zampe, regolarmente tenuti al guinzaglio ; l'unica accortezza, nonché obbligo, dei padroni è quella di non far entrare gli stessi nelle aree di divertimento attrezzate per i bambini e di raccogliere le feci dei loro fidi animali.

Il tuo articolo rappresenta per me l'occasione per chiarire i tanti equivoci e le tante omissioni che ahimè, nella nostra cittadina, sono all'ordine del giorno.

Una premessa è obbligo farla: il Tar del Piemonte, con  sentenza 593/12 ha annullato l’ordinanza sindacale n. 4 del 21.04.2011,, in relazione alla parte che vietava “l’accesso ai cani anche se al guinzaglio in tutte le aree verdi pubbliche”, invitando la polizia municipale a sanzionare i proprietari trasgressori irrispettosi degli ambienti pubblici.

Quanto sopra ben si sposa con quanto segnali nel tuo articolo!

E' ormai tanto, troppo tempo che tutti noi, cittadini ed amministratori, abbiamo una visione quantomai distorta della “cosa pubblica”. Nell'argomento specifico, la “cosa pubblica” è, dal lato del proprietario del cane, il rispetto delle norme igienico-sanitarie che regolamentano la condotta del cane al di fuori degli spazi domestici; dal lato dell'amministrazione comunale, “cosa pubblica” significa anche capacità di vigilare e sanzionare coloro che violano le regole di cui sopra.

Ho conosciuto tanti “padroni” di animali domestici che, a loro ben dire, amano il cane fino alla follia.....ma poi, appena fuori di casa, lasciano marciapiedi, strade, vialetti, prati sporcati, non degnandosi neanche di raccogliere le feci del proprio fido animale!!!

Ebbene, come accade in tanti aspetti della vita quotidiana, tanta gente onesta e rispettosa delle regole paga per colori i quali si disinteressano della “cosa pubblica” e delle sue regole, ostentando deliri di onnipotenza anche quando passeggia con il proprio animale domestico: è il classico atteggiamo di chi pensa “Me ne fotto!”.

Il mio desiderio è vedere un giorno tanti cani nel parco (perchè hanno il diritto di entrarci!!!) tutti regolarmente al guinzaglio, in regola con l'anagrafe canina, ed i cui padroni siano muniti di sacchetti per la raccolta delle feci che non hanno vergogna ad inginocchiarsi e raccogliere gli escrementi del loro fido compagno.

Mi rendo conto che il mio desiderio è lontano a venire..........lo sa perchè?: “ se il mio cane fa la cacca fuori – pensa il padrone amanteano -chi è l'infame che mi denuncia ????” .

Se poi questo ragionamento lo trasferiamo nei tanti aspetti della vita “incivile” del nostro paese (bici e motorini in controsenso ovunque, guida di mezzi a due ruote senza casco, parcheggi in doppia fila, in prossimità di curve o su strisce continue, soste prolungate nel bel mezzo del traffico di via margherita solo per parlare con l'amico di turno, strombazzamenti a tutte le ore del giorno, furgoncini pubblicitari con impianti di amplificazioni “a palla”, uso smodato dei fuochi di artificio nelle calde sere d'estate, assenza di denuncia di atti delinquenziali ecc.ecc.) capiamo benissimo che, forse, è arrivato il momento in cui tutti dobbiamo riflettere sul futuro che ci aspetta, per il bene della nostra generazione e,soprattutto, per quella dei nostri figli!

Ad maiora semper! Fabio Sicoli

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA