Amantea traguardo volante del Giro 2013

amantea-traguardo-giro Il passaggio del 96° Giro d’Italia
Martedì 7 maggio 2013 Amantea traguardo volante
Allegria per le strade
con grandi e piccini in festa

Quando passa il Giro per un paese, si sa, è come la pioggia della montagna che arriva con sollievo nel letto arido di un torrente in zona marina dopo qualche giorno, come una rondine che riprende a volteggiare intorno alla grondaia a primavera avviata, come la valigia di cartone gonfia d'ogni cosa in mano all’emigrante al ritorno a casa nel ’50.
E' l'attesa che si compie, la rivincita, il clima di festa che sale, il tifo senza campanilismo, senza nazionalismo: che sia Coppi o Bartali, Adorni o Gimondi, Moser o Pantani, Savoldelli o Cunego.
Le bandiere, lo striscione, le transenne, i vigili a contenerti, i bambini che ti scappano di mano, i carabinieri all’incrocio, quello che ti si mette davanti, quello che ti urla “spostati”, quello che dice “stanno arrivando” e l’altro risponde “no, sono a dieci chilometri”.
Lo speaker di paese che diventa De Zan, le donne dai balconi, il bar che anticipa l’apertura, tutti fotografi, alcuni cineoperatori, i fiori sul palco e la fioraia a lato, la bimba sulle spalle del papà, il cappellino del campione, la maglia ingiallita di tanti anni fa.
continua dopo le foto.


E infine arrivano, improvvisamente te li trovi davanti e immediatamente lontani, e urli “bravi, bravi”, e applaudi, e non sai chi è arrivato primo.
Sulla strada ritornano i passi, i tuoi e quelli degli altri, e chiedi “chi ha vinto?”, e non arriva risposta. La risposta arriverà, poi, ma cosa importa, ha vinto la festa.

Così è stato questo 7 maggio 2013 per le strade di Amantea che ha accolto il 96° giro d’Italia con un traguardo volante.
Per la cronaca: 1° n.14 Berard, 2° n.29 Sella, 3° n.109 Roux.
Un ringraziamento va a Giuseppe Frangione che praticamente da solo (oltre al sostegno comunale) ha organizzato l’evento.
La passione degli amanteani per tali manifestazione riporta alla mente i giri ciclistici cittadini durante la ricorrenza patronale di S.Antonio.
Sarebbe cosa “buona e giusta” ripensare a quei tempi esaltanti riportando le due ruote tra Chjazza e Taverna il 12 giugno. In tempi di carenze finanziarie che impediscono iniziative costose ben si confarebbe un coinvolgimento sociale praticamente a costo zero.
Antonio Cima 08-05-2013

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA