Antonio Cima niente di nuovo

cima antonio

A china dugnu dugnu…di Antonio Cima  30-05-2013
Se si votasse oggi ad Amantea avremmo gli stessi eletti e gli stessi risultati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se si prova a fare la domanda: ”perché gli amanteani dovrebbero cambiare?”, vi sentirete rispondere: “perché non funziona niente”. Dopo qualche istante di ravvedimento sentirete aggiungere: “ma a chi dovremmo affidare Amantea?”.
Dal complessivo di tale risposta ne consegue “il solito usato sicuro”, “il meno peggio”, “meglio non rischiare”.
Qualcuno si sente di obiettare qualcosa a tale risposta? Ciò è già successo nel 2011.

Negli ultimi due anni, in questo 18° canto dell’inferno nepetino, è emerso qualche posizione singola o di gruppo in grado di redimere i dannati divenendo stella polare della navigazione degli amanteani?
Per tutto ciò se si rivotasse oggi quasi tutti gli occupanti delle malebolge andrebbero alle urne per onorare il contratto implicito dell’aspettativa di privilegio (sempre auspicato), avremmo le stesse persone, magari diversamente raggruppate, e io me ne andrei di nuovo per foto a Capo Vaticano come nelle ultime amministrative.

Si deve ritenere che ad Amantea tutte le figure dotate di caratteristiche idonee per avviare un cambiamento volontariamente ignorino la prima legge di Newton che afferma: “Ciascun corpo persevera nel suo stato di quiete o di moto rettilineo uniforme, salvo che sia costretto a mutare quello stato da forze applicate ad esso”.
Sembra ovvio che l’intellighenzia amanteana ritenga, visto l’andazzo, soddisfacente il moto impresso da tale giunta.

E la minoranza che fa? A parte qualche comunicato di scia, si diletta nel gluckismo (1).
Sembra, l’opposizione, di identificarsi pienamente nella terza legge di Newton che specifica: “Ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria”.
Ergo
(o meglio Si fallor sum)  non originando l’amministrazione alcuna azione, ne consegue una ovvia assenza di reazione.

Che fine hanno fatto i famosi giovani del 2011? Si sperava in una continuità operativa in grado di far nascere un’aggregazione di riferimento, niente.
Esiste una sola forma associata in grado di andare in direzione ostinata e contraria?
Si è mai espressa una qualche mente libera (non affine all’ottava bolgia) sul quadro amministrativo?
Sull'informazione...è finito l'inchiostro di varie penne, sulla comunicazione comunale...lasciamo stare.

Nonostante le condizioni lo richiederebbero assistiamo all’eterno guardamanismo, duopalismo, amiachiminnifrichismo, unsisamaismo.
In un contesto cittadino così appiattito sugli interessi personali (per quanto legittimi) diventerà molto difficile far emergere risultanze sociali significative.

Il paese è piccolo, la gente mormora, si elencano già numerosi pretendenti al trono che fra tre anni sarà disponibile.
Per alcuni di essi ricordo di una simpatica locuzione milanese (poi diventata slogan nazionale) che recita: “Va avanti ti che a mi me vegn de rid !!!” , che non ha bisogno di traduzione.
Antonio Cima 30-05-2013

(1) gluckisti sono coloro che come attività hanno scelto quella di stare seduti su una sponda del fiume, lanciare in acqua dei sassi e ascoltare il rumore del tonfo che fa gluck, gluck, gluck come descritto nei fumetti


Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#3 Antonio Buffone 2013-06-01 14:55
Dopo la lettera aperta al Sindaco ecco quella alla società civile opposizione compresa. Entrambi non hanno suscitato numerosi commenti. Forse Antonio ha scritto di un paese che non è Amantea? Ritengo di no per cui viene da dire che oltre al fantino (Partiti) bisognerà lavorare molto anche sul cavallo (Società civile).
Citazione
 
 
#2 luna 2013-06-01 08:16
Per governare occorre mente libera e tasca piena . In quanti dei nostri amministratori sono ravvisabili entrambi i requisiti? Amministrare non è un lavoro bensì un servizio reso alla comunità. Risulta che un solo assessore abbia in questi anni rinunciato al proprio compenso per devolverlo ad es. alle famiglie notoriamente bisognose di Amantea? Se questo è stato fatto anche da uno soltanto, rimangio tutto ciò che ho detto e porgo le mie doverose scuse :-) .
Citazione
 
 
#1 ALEX65 2013-05-31 13:43
SOLO CAMPORA STA MANIFESTANDO LA VOLONTA' DI EMERGERE DAL PANTANO COMINCIANDO, DALL'ELEZIONI DEL CONSIGLIO DI FRAZIONE.

GRAZIE SIG.CIMA DI TUTTO
Citazione
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose

 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto

amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 

temesa logo
I Luoghi di Temesa



© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA