Geppino Vetere: ricordando Don Gallo

vetere-giuseppe Geppino Vetere:
Breve profilo di Don Andrea Gallo, recentemente scomparso
25-05-2013

Mi sono reso conto di quale spessore morale fosse dotato don Andrea Gallo, il prete partigiano che si sentiva primo, solo se stava con gli ultimi, sin da quando negli anni passati, diverse volte, l'ho visto in televisione partecipare a dibattiti e leggendo sui giornali alcune sue interviste.
In questi giorni spero che qualcuno riuscirà, uscendo dalle iniziali commozioni, a restituirci pochi semplici ricordi del prete col baschetto ed a volte, pure, con un cappello a tesa larga. La speranza è che storie, come la sua, riescano a entrare anche di poco nella testa degli indifferenti di questo Paese e facciano capire come solo un grande uomo di Fede possa permettersi di dire che conta l’amore e non il ''genere'' di chi lo sta vivendo e che tra gli ultimi non si distingue il colore della pelle: vale solo la dignità della vita.
Don Gallo era malato da tempo, ma la sua morte ha spiazzato lo stesso quanti lo amavamo e lo stimavano. Portava con orgoglio la sua tonaca ed usava la croce per contestare i crociati. Lo faceva con la forza della parola, con la capacità di aprire anche agli ultimi la porta della chiesa, a quelli che altrove venivano cacciati perché diversi, per il loro credo, il colore della pelle, le scelte sessuali, gli orientamenti politici.
Don Gallo non escludeva, ma includeva, ascoltava ,non si rassegnava allo spirito dei tempi, al compromesso etico, dentro e fuori la Chiesa. Per questo subì diffamazioni, aggressioni, sospensioni, ma non si piegò mai, continuò a testimoniare il suo vangelo, prima con le azioni, poi con la predicazione. Allo stesso modo testimoniò la sua scelta antifascista, antirazzista, impugnando con amore la Croce e la Costituzione Repubblicana.
Sempre presente in tutte le battaglie per la legalità e contro ogni bavaglio, perché pochi, come Don Gallo, hanno sempre detto No al regime delle oscurità, degli oscurantismi, degli integralismi di ogni natura e colore. Don Andrea Gallo è stato definito in tanti modi: anarchico, comunista, prete da marciapiede, di prostitute, transessuali e drogati. Sono parole al vento, perchè solo i fatti contano.
Bene, se un giorno altri vorranno tracciare un profilo, spero non attingano al repertorio folcloristico del prete (bella ciao, la messa per Chavez con la bandiera venezuelana, il sigaro ecc.) ma che colgano invece la grandezza dell'uomo che riusciva, nella maniera più naturale del mondo, ad unire e a far convivere due filosofie apparentemente antitetiche, tanto che una completava e arricchiva l'altra, vicendevolmente: comunismo e cristianesimo si fondevano in questo prete, che attingeva alle loro parti migliori.
Nello stesso terreno dove, per decenni, la gente ha scavato solchi, lui ha costruito ponti. Sono certamente pochissimi gli uomini a possedere un talento così straordinario e che dimostra come la ricerca del Bene, nel senso più ampio del termine, non conosce barriere politiche né religiose, né si presta facilmente ad essere etichettata in modo semlpicistico e fuorviante.
Il partigiano antifascista, in cinquantaquattro anni di presbiterio è stato un esempio: diceva ''Sono venuto per servire e non per essere servito'' poi aggiungeva ''Le mie bussole sono due: come cristiano, la mia prima bussola è il Vangelo'' ; come partigiano e come essere, dotato di una coscienza civile, la seconda è la Costituzione''.
Don Gallo è stato un prete ''rivoluzionario'', di amore e pace, seguendo le orme di Gesù, accompagnato per mano dal maestro don Bosco, considera uguali tutti i figli di Dio, il bello come il brutto, il buono, il cattivo, il sobrio e l’ubriacone, l’intelligente come il demente. Il fondatore della Comunità di San Benedetto al Porto di Genova entrava per sempre nel cuore delle persone come altri preti ''rivoluzionari'': don Lorenzo Milani, don Primo Mazzolari, don Ernesto Balducci, Oscar Romero (il vescovo contadino ucciso in Salvador dalle squadre della morte), don Giovanni Fornasini (parroco di Sperticano, medaglia d’oro al valor militare, morto coi suoi parrocchiani durante gli eccidi di Marzabotto), e tanti, tanti altri ancora.
Stare sempre dalla parte degli ultimi con l’impegno di dare a loro la dignità negata. ''Vorrei con tutto il cuore che la mia amata Chiesa cattolica non volesse mai avere un ''posto speciale'' nella storia, diceva ancora. Essa è sale, è lievito, è chicco di grano. Non ha nulla da spartire con il Potere''.
Don Andrea Gallo ha rappresentato la speranza, quella civica, che una vita migliore può esistere. E’ stato un solido punto di riferimento e voce dei bisognosi, dei diseredati, degli inascoltati dal potere. Da qualsiasi posto emergesse una richiesta accorata di riscatto e dignità, don Andrea Gallo era lì ad offrire mani e cuore. Un esempio, non un’omelia. Un partigiano della solidarietà, della giustizia sociale, dei diritti.
Limpido erede della Resistenza, del suo appassionato spirito di rivolta e rivoluzione. Sarà certamente ricordato per i progetti e le speranze che, attraverso il ricordo della sua vita, continuerà a disseminare e le sue impronte rimarranno incancellabili.  Grazie don Gallo, che la terra ti sia lieve.

Geppino Vetere

Pisa, li 25/05/2013


In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA