La mia Taranto la mia Ilva di Antonio Cima

cima antonio

La mia Taranto e la mia Acciaieria di Antonio Cima
La mia Taranto e la mia Acciaieria di Antonio Cima
Da settimane si è sviluppata la questione ILVA di Taranto. Da subito avrei voluto raccontare quanto segue, ma coinvolgendo ciò aspetti privati ho desistito finora. Raccontare di se, quanto non strettamente necessario, è sempre cosa da evitare. Ritenendomi, però, persona assai comune, a raccontare qualcosa di me non peggioro ne miglioro niente che mi appartenga, ne dolo crea ad alcuno.
La questione ILVA di Taranto fa emergere un pezzo del mio passato che mi rende partecipe alle sorti della città e alle migliaia di famiglie coinvolte.
La questione è tra le più controverse che si possano verificare: decidere tra il lavoro di una moltitudine di operai, impiegati, quadri e la salute pubblica. continua dopo le foto
Si è ingarbugliata una matassa tra proprietà, magistratura, politica, sindacati come mai prima si è verificato.
E’ una situazione difficilissima da orientare in un verso o in un altro. Ci vorrà molto buon senso e credo che alla fine si propenderà per una ridotta continuità produttiva e parallelamente per un adeguamento degli impianti e bonifiche ambientali. Costerà alla proprietà e allo Stato, ma tutti gli interventi saranno quanto mai necessari.

I due soggetti coinvolti, Taranto e acciaieria, per quanto lontani nel tempo li ho vissuti entrambi con tracce rimaste in me che frequentemente riaffiorano.

Due anni da marinaio sul cacciatorpediniere lanciamissili Impavido con base a Taranto, mi hanno dato modo di conoscere a fondo la città. Il vizio congenito della curiosità territoriale, nei periodi di non navigazione, mi ha spinto a spaziare in ogni “interstizio” tarantino. Ho amato, ed amo, quella città che i mass media vorrebbero far passare come un groviglio di ciminiere e una distesa di polvere di minerali. Taranto è una bella città, elegante, accogliente, ordinata, pulita. Due settimane fa ho avuto modo di recarmi nella città dei due mari e, con l’occasione, ne mostro le foto.

Nei dieci anni milanesi per quattro ho lavorato alla Breda Siderurgica. Facevo parte del gruppo informatico addetto alla programmazione di materie prime e semilavorati. A continuo contatto con altoforno, acciaio, ferro, ghisa, lingotti, billette, laminatoio.
Ho vissuto intensamente quell’ambiente conoscendone a fondo il funzionamento, la struttura, l’organizzazione e l’accorta dedizione degli addetti al faticoso lavoro.

Seguo con trasporto la vicenda che mette a rischio il futuro di un territorio, ma che ripercussioni potrebbe avere a livello nazionale nel settore dell’acciaio.
Antonio Cima 16-08-2012
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA