Antonio Cima, nulla di nuovo

cima antonio  Estate Amanteana
Sotto l'ombrellone si parla di liste elettorali.
Iniziate le grandi manovre per il prossimo giro.
....Ma tanto non cambia niente!
Antonio Cima 5 agosto 2013

Sul quadro politico amanteano da più parti arrivano insinuazioni su movimenti astrali, su attrazioni gravitazionali, su pianeti in formazione, non preoccupatevi…non cambierà niente.
Ciò serve, questo si, a far vendere più giornali locali, ad avere più accessi sui siti web, ad animare le discussioni in piazza Commercio.
Ufficialmente bisognerebbe attendere fino alla primavera 2016; da mesi si parla di maggio 2014.
Qualunque sia la data, 2014 o 2016, sappiamo cosa succederà: fiumi di parole, la saga infinita delle supposizioni, matrimoni e divorzi quotidiani, accordi e tradimenti dalla sera alla mattina, guelfi e ghibellini ovunque.
Domanda: qualcuno pensa veramente che succederà qualcosa d’inedito e nuovi nomi affidabili e di qualità accertate si faranno avanti, non tre giorni prima della presentazione delle liste, ma oggi, per formare un gruppo in grado di indicare una nuova strada, in direzione ostinata e contraria, fuori dagli schemi dell’autotutela a 360°?

Personalmente dubito che ciò possa succedere ad Amantea per gli antichi motivi che la storia cittadina ha scolpito su ogni pietra.
Al momento c’è solo una cibernetica vitalità del M5S che farebbe cosa giudiziosa a non confondere le elezioni politiche con quelle comunali: sono due tipi di consenso completamente diversi.

Il desiderio si svoltare dall'attuale strada priva di prospettive ci riporta sulla ricorrente riflessione di come si crea il seguito elettorale ad Amantea e con quali prospettive il votante entra nell’urna.
Tempo fa trattai l’argomento indicando come causa del soffocamento del voto amanteano la sudditanza psicologica inversa.
Riprendo l’argomento ragionando da uomo della strada consapevole su come vanno le cose in casa nostra.
Comincio da una constatazione, nota a tutti, che da sè svela il voto amanteano:
il Consiglio comunale è oggi, in realtà da sempre, affollato da medici, commercialisti, dirigenti della Funzione pubblica (Sanità in primis), operatori d’ambito finanziario, lobbies.

Se non sono essi in prima persona si tratta di congiunti o affini. A costoro si aggiungono esponenti di grandi apparati produttivi. Poi ci sono sporadiche figure di altri ambiti, ma sono consiglieri marginali senza alcuna influenza sulla vita amministrativa.
Nella storia repubblicana di Amantea mai una sola persona è stata eletta esclusivamente per conclamati e riconosciuti meriti sociali, ma solo per le appartenenze di cui sopra o dagli apparati di partito quando esistevano.
Per sillogismo elementare si deduce che se non risiedi nell’Empireo amanteano non hai alcuna possibilità di accedere agli scranni della grande sala municipale.
Con una essenziale analisi sulla composizione del Consiglio in carica si deduce che oltre il 90% proviene da voti della terza cantica cittadina e che solo tre consiglieri minori appaiono privi di quel tipo di sostegno.
La cosa è estremamente chiara perché l’amanteano tipo ha un irrinunciabile bisogno di privilegi, tutele e scorciatoie sulle esigenze quotidiane più avvertite (Salute, Soldi e Carte) che sono le materie trattate dai beati che calamitano il voto.

Nonostante tutto è maturato un controverso convincimento di un nuovo orizzonte necessario.
Il pensiero corrente che prevale negli amanteani è: “vista la pochezza amministrativa dell’attuale maggioranza se non si cambia adesso non lo si farà mai più”.
Ma se provate a parlare di queste cose con la gente noterete che, dopo tale sfogo, immediatamente subentra un ravvedimento: “ma se non votiamo questi chi votiamo?”.
Nel 2011 fu usurato il termine “Amantea ha votato per i meno peggio”, "meno male".

E’ questa, piaccia o no, la sconcertante considerazione della stragrande maggioranza degli amanteani.
Questo tipo di valutazione avviene perchè il cittadino, quando ragiona da elettore, non guarda all’intero cerchio delle figure sociali operanti nel territorio, ma si sofferma sull’arco di quelli abitualmente vaganti nell’ambito della spicciola e deprimente politica locale.
In realtà ad Amantea esistono tante persone, con uno spessore decisamente superiore a quello degli attuali amministratori, che potrebbero individuare per la città soluzioni in grado di prospettare un futuro più confacente al suo blasone, ma le logiche del consenso di cui sopra, e il bisogno congenito di privilegi e scorciatoie della maggior parte dei cittadini, fanno tenere il piede fisso sul pedale del freno ai possibili nuovi, buoni amministratori.

D’altra parte amministrare accumulando spaventosi crediti di tributi comunali (temo non finirà bene questa cosa), sorvolando su vaste sacche d'omissione contributiva ed esasperando la parte della popolazione rispettosa delle regole, lo saprebbe fare anche un alieno totalmente ignaro di qualunque forma di amministrazione.
Il quadro amanteano rimanda, inoltre, ad una riflessione di tipo etico sulla ipotesi di un conflitto d’interesse e dovremmo chiederci se esponenti di categorie pubbliche e private ,così fortemente incidenti nella quotidianità di tanti, siano compatibili (almeno moralmente) con l’amministrazione di un comune. Per intenderci: un ottimo professore liceale, con cultura ed esperienze significative, con pochi parenti e un po di amici, come può competere con un medico che ha 1500 assistiti che, pur bravo come medico, non ha alcuna attitudine ad amministrare una comunità?

Conclusioni.
Constatando il timore dell’amanteano tipo di schierarsi contro i poteri locali mettendo a rischio le irrinunciabili tutele e i privilegi su Soldi, Salute e Carte, non resta che dedurre le future formazioni nel campo di calcio del Consiglio comunale: saranno quasi tutti i calciatori uscenti, che indosseranno magliette diverse, con qualche nuovo panchinaro da ultimi minuti, e con un allenatore chicchessia.
Questo è il vero dramma di Amantea che riporterà in consiglio un gruppo di nomi da tutti considerati incapaci, ma che nel segreto dell'urna saranno ancora una volta indicati con nome, cognome e una X per rafforzare il voto, storia vecchia.

Antonio Cima 5 agosto 2013

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#2 FRANCO DANESE 2013-08-06 20:35
Caro Antonio, l'articolo e' straordinario
riflettendo il "modus operandi amanteano.
l'elettore amanteano sembra fermato nel tempo dei"don","i padroni"e la "servitu"
ecc..questa mentalita'di obbedienza taci-
ta..e' difficile cambiare.."vasc inu a capa cumu u ciucciu.,e sinni frigunu du paisi...poi si lagnano..pur sapendo che loro sono partecipi e causanti della grave situazione della nostra amata Amantea.-Un abbaccio fraterno.-
Citazione
 
 
#1 clipclap 2013-08-06 20:11
ni riparramu alla rifriscata...
Citazione
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA