Amantea, Comunicazione, Ufficio Turismo

ufficio turismo Amantea, Comunicazione, Ufficio del Turismo
Riflessione sul futuro turistico cittadino
Antonio Cima

Se andate a Cosenza via Potame, arrivati a Storticati, che è una minuscola contrada di Domanico (paesino montano di 900 anime), potete osservare un tabellone stradale con una grande foto di una dignitosa chiesa con su scritto “Benvenuti a Domanico”.
La stessa cosa se andate ad Aiello, Serra d’Aiello, Cleto e in quasi tutti i comuni della Calabria.

Il 25 maggio 2014, avendo deciso di non votare alle Amministrative, sono andato a visitare la casa natia di Corrado Alvaro. Arrivato alla periferia di San Luca mi fermo per fotografare il tabellone d’accoglienza con su scritto “Benvenuti a San Luca, gemellata con la città di Cascia (PG) e la Città di Vallerano (VT), poco importa se un’auto ha fatto retromarcia per guardare cosa stessi facendo.

Ma qui stiamo trattando Amantea, nobile e antica città, di una consistenza non secondaria, antico e illustre luogo di turismo, e di cultura, e di bellezza.
A voler essere conseguente dovrei qui chiudere sbottando: “ma di cosa stiamo parlando?”.
Stiamo parlando di quei due tabelloni che mancano a nord e a sud della città, sulla SS18, con una bella foto di Amantea con su scritto “Benvenuti ad Amantea, bella ed accogliente”.
Eppure ve ne sono di tabelloni sul territorio, d’ogni fattezza e misura, in ogni angolo, e tanti, troppi.

Quando sciaguratamente il Consiglio dei Ministri decise di “chiudere” il comune di Amantea per mafia tutti i mass media, locali, regionali, nazionali, sguazzarono nella notizia.
Quando il Consiglio di Stato decise di “riaprire” il comune di Amantea nessuna testata si degnò di darne notizia. Un’amministrazione attenta a questo punto cosa doveva fare? Comprare uno spazio sui giornali nazionali per rivendicare l’integrità e la dignità cittadina.
E invece cosa fu fatto? Una festa in via V.Emanuele, con degustazioni e fuochi d’artificio. Mi trovai da solo a biasimare questa iniziativa.

A seguire, con decisione assolutamente legittima, gli amministratori coinvolti si attivarono giudiziariamente rivendicando un riparatore risarcimento. La cosa è condivisibile e non può essere assolutamente discussa. Ma il danno consistente in quella sciagurata vicenda chi lo subì oltre agli amministratori? Certamente Amantea e gli amanteani, con conseguenti ripercussioni d’immagine che bene non hanno arrecato alla città. L’interrogativo è: “è stata valutata la possibilità di chiedere il risarcimento per Amantea?”.

Questi tre contesti evidenziano la scarsa capacità delle amministrazioni comunali di Amantea, da qualche decennio, di attivare le ordinarie iniziative che diano giusto rilievo alle potenzialità del luogo.

Un paese turistico ha ben altra segnaletica e cartellonistica utile ad accompagnare il turista.
Siamo completamente privi di totem pubblicitari (fissi o interattivi); di leggii, targhe monumentali, planimetrie da parete (tranne quella vetusta di Piazza Commercio). Non esiste alcun elemento documentale né digitale nè cartaceo: opuscoli o libretti o guide, pieghevoli, piantine geografiche, planimetrie monumentali (a parte quelli degli alberghi).

Pur essendo, Amantea, un luogo con antiche vestigia gratificanti per un gemellaggio, mai amministrazione si è attivata per istituire un legame con altra località. Un gemellaggio con appropriato paese/borgo, magari su una arteria di rilievo, veicola costantemente il nome in zone lontane diventando ciò una forma di utile promozione.

La comunicazione oggi è favorita dalla rete che consente di avere una platea infinita a costi irrilevanti: basta solo organizzarsi.
Con tutte le risorse di cui dispone Amantea, con tutti gli eventi che mostrano luoghi e tradizioni, non è più tollerabile essere istituzionalmente assenti dal web nel comparto turistico (tralascio quello amministrativo che in questo contesto non conta).

Lunedì 24 marzo 2014, in una frenetica e stordita campagna elettorale, vi fu un convegno nella fantomatica sala convegni del Campus Temesa. Fu presentato un nuovo sito web comunale ordinato a metà gennaio 2014. Siamo pazienti e attendiamo amorevolmente.

Ufficio del Turismo
In ogni località di rilievo, anche se non propriamente turistica, esiste un Ufficio del Turismo.
Spesso è annesso al palazzo comunale, in altri casi ha sede propria. Le due tipologie hanno portata nettamente diversa.
Un Ufficio Turismo nella sede comunale ha costi decisamente inferiori; non richiede la costante presenza di un addetto specifico, il turista di passaggio ha sempre modo di avere una informazione, elementi documentali, c’è sempre qualcuno che risponde al telefono. Vi sono due inconvenienti: a) tutto ciò è garantito solo nelle ore di servizio comunale; b) spesso la sede comunale non è esattamente in centro. La cosa può andar bene nei periodi normali, ma certamente non lo è nei periodi di affollamento.
Un ufficio Turismo con sede propria, generalmente nel punto nevralgico della località, è ben altra cosa. Là dove tutto funziona a regime ordinario risulta essere un servizio determinante. E’ molto visibile, facilmente rintracciabile, dotato di tutti i supporti strumentali e documentali per sostenere il turista, in grado di illuminare il richiedente, di indirizzarlo.
Rispetto alla soluzione comunale ha, inevitabilmente, costi molto superiori, spesso insostenibili.
Nel periodo basso ci si può organizzare ai minimi termini, ma per l’alta stagione (almeno due mesi) richiede un impegno umano rilevante. Aperto da inizio mattinata a tarda sera con un’alternanza di addetti, che conoscano le lingue, che conoscano la storia del luogo, che conoscano il territorio. Senza tali requisiti l’efficacia del servizio risulterà inappropriata.
Ad Amantea vi furono esperienze in materia; per quanto abbiano avuto un minimo di utilità si rilevarono inadeguate per i costi e per le solite intenzioni mirate al consenso.
Da metà agosto 2014 è stato deciso di riprovarci. Il locale sito nella piazzetta degli Emigranti, su via Margherita, è stato organizzato per svolgere le funzioni di assistenza turistica. La direzione e la gestione è stata affidata alla locale Pro-Loco che da sùbito si è adoperata per espletare al meglio le funzioni implicite. Ci vorranno tempo e risorse comunali per arrivare alla piena funzionalità e si spera che per la prossima stagione estiva si possa raggiungere la piena efficienza.

Conclusioni
E’ tempo di avviare un processo virtuoso per recuperare il terreno perduto dal punto di vista della moderna comunicazione. Senza un adeguato allineamento alle avveniristiche tecniche di propagazione dell’immagine di un luogo non si va da nessuna parte.
Del turismo non può farsene carico il solo assessore; nell'ambito delle competenze territoriali occorre coinvolgere figure con specifiche attitudini ed esperienze:
- conoscenza minuziosa del comprensorio e di tutto ciò che offre
- referente dell'associazionismo e degli operatori turistici
- relazioni e comunicazione web
Nel mondo associativo esistono soggetti coinvolgibili che possono assolvere a tali compiti.
So bene che ciò non va nella direzione della cooptazione del consenso, ma anche questo cambiamento del modo di amministrare fa parte di questa necessaria rivoluzione, altrimenti saremo alla solita minestra riscaldata.

Antonio Cima 20 agosto 2014

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#1 Cittadino 2014-09-18 19:38
I siti web sono una finestra su un determinato luogo. I veri messaggeri però sono i turisti stessi.
Citazione
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA