Il giorno del rapimento di Moro

cima antonio Quel 16 marzo del 1978  di Antonio Cima
Rapimento di Aldo Moro e strage della scorta
Il ricordo di quel giorno per una circostanza casuale
In taxi per l'aereo Milano-Napoli il tassista ci disse...

Degli accadimenti che restano impressi nella vita di un paese raramente ricordiamo le circostanze in cui tali notizie furono apprese; fino a qualche anno fa quasi sempre avveniva davanti alla TV, oggi da Internet. Ma quel 16 marzo 1978 mi capitò in una circostanza particolare che ricordo perfettamente anche per una battuta a caldo di cui subito mi sono pentito.
Da anni, in questo giorno, sono tentato di raccontarlo, ma ho sempre rinunciato. In fondo è cosa personale che non ha alcun significato, e che forse non interesserà a nessuno.
Considerando, però, che nulla toglie e nulla aggiunge, che è libera facoltà leggere o passare avanti, quest’anno ci provo.

A quell’epoca vivevo e lavoravo a Milano nel centro direzionale dell’Alfa Romeo, servizi informatici. Da due anni stavamo realizzando un progetto per la gestione del magazzino ricambi con nuove tecniche arrivate dall’Inghilterra. Per un pò di tempo siamo stati affiancati da consulenti britannici.
Nei primi mesi del 1978 il nuovo sistema fu installato nella sede meneghina del Portello e ad Arese. Nel mese di marzo di quell’anno dovevamo installarlo ed avviarlo anche nella sede dell’Alfa Sud a Pomigliano d’Arco. Fu deciso di andare nello stabilimento Campano il 16 marzo.

Tre tecnici della direzione milanese fummo coinvolti in questa operazione. Ci ritrovammo quel giorno nella direzione di Arese per raccogliere le “carte”. Arrivò intorno alle ore 10 il taxi con il quale ci dirigemmo vero l’aeroporto di Linate. In auto si cominciò a parlare del più e del meno, come sempre.
In un momento di pausa della conversazione il tassista intervenne dicendo di avere sentito per radio del rapimento di Aldo Moro a Roma. Chiedemmo ulteriori ragguagli, ma non fu in grado di darceli perché avevano dato la notizia scarna senza alcun particolare.
Fu oggetto di discussione per tutto il tragitto fino a Linate. Ignari della strage avvenuta ognuno di noi si espresse motivato dall’appartenenza politica e dalla visione del quadro sociale del momento. Non sapendo nulla di ciò che fosse realmente accaduto, al divagare generico del gruppo aggiunsi una battuta che in seguito reputai fuori luogo.

Da almeno dieci anni le tensioni sociali in Italia erano molto accese tra bisogno di grandi cambiamenti chiesti da studenti e lavoratori contrastati dell’arroccamento dei poteri forti.
Il dialogo tra Berlinguer e Moro poteva avviare una fase di equilibrio tra i diversi interessi sociali. Anche i militanti del PCI più dubitativi sul dialogo con la DC guardavamo con fiducia al progetto proprio per la statura dei due esponenti di grande rilievo a capo dell’iniziativa.

Il resto è noto a tutti, gli anni a venire, i sogni infranti, la presenza di tanti voltagabbana.

E’ notizia di oggi l’ennesima apertura di un nuovo fronte d’indagini che, con la tecnologia corrente, potrebbe portare elementi preziosi sul tavolo degli inquirenti, speriamo bene.
Antonio Cima 16-03-2015

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#6 morailtuopopolo 2018-03-16 13:00
Mi trovavo in un avamposto delle FFAA sperduto e avvolto dalla nebbiolina mattutina, quando il giornalista rai del gr2 Cesare Palandri (gli toccò in seguito dare notizia di un'altra disgrazia) interruppe i programmi per un'edizione straordinaria del Giornale radio per diffondere la notizia. Quel giorno cominciarono giorni tristi e bui per l'Italia.
Citazione
 
 
#5 Elvira Suriano 2015-03-17 15:56
Sono curiosa di sapere la battuta...anch' io ricordo quella giornata e il sentimento di grande inquietudine che mi attanagliò per tutta la durata del sequestro fino alla sua tragica conclusione. Guardavo mio figlio nato da pochissimo e,alla gioia della mia maternità tanto desiderata si sovrapponeva una inspiegabile ansia per i giorni a venire. Che furono difficili.
Citazione
 
 
#4 GIANFRANCO SURIANO 2015-03-17 10:41
Sig. politico antico (quanto m'imbarazza non poterla chiamare con nome e cognome), non a caso ho citato due grandi statiti e persone di statura morale indiscutibile. Poi in questo mondo, in tutti i settori, ci sono persone per bene e persone disoneste.
Citazione
 
 
#3 politico antico 2015-03-16 16:28
Sig. Suriano, non sia cosi restrittivo, il panorama politico italiano ha espresso grandi personalità, purtroppo qualcuno è stato causa del suo triste destino, non so, se è il caso di portarlo ad esempio per i posteri. Amantea è un esempio di decadentismo, a prescindere.
Citazione
 
 
#2 FRANCO DANESE 2015-03-16 15:28
Caro Antonio grazie per il ricordo di questa triste storia della politica italiana..Inacc ettabili le "barbarie terroristiche su personaggi politici...
siano-essi-di sinistra,destra ,centro e mixto..come anche di nessuno cittadino.
Le differenze ideologiche, politiche e sociali si dialogono faccia a faccia seduti ad un tavolino..Parla re, Capire e DEFINIRE SEMPRE in PACE,.----
Citazione
 
 
#1 GIANFRANCO SURIANO 2015-03-16 11:13
Caro Antonio, chi si vuol impegnare oggi in politica, dalle periferie alle grandi città italiane, dovrebbe studiare la storia e il pensiero di due grandi uomini, Moro e Berlinguer. Troppi oggi si dichiarano politici e amministatori ma non avendo neanche le minime basi politico-cultur ali per poter svolgere decentemente la propria funzione, contribuiscono solo a far arretrare le loro comunità. Amantea ne è un classico esempio.
Citazione
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA