Amantea, arrivano i nostri

cima antonio Amantea in attesa dei salvatori della patria
Ma quel che ci voleva era una lista di salute pubblica
Ora è necessario che ogni cittadino faccia la sua parte
di Antonio Cima

Dal giorno della caduta della giunta Sabatino sono riemerse tante vecchie figure che si ripropongono per la guida della città. Trovano i favori di tanti cittadini che non risparmiano espressioni di entusiasmo tipo: “Finalmente ora ci pensa tizio, era ora voteremo caio, questa volta vincerà sempronio, ecc.”.
Tizio, caio, sempronio, ecc. sono persone che hanno amministrato nell'arco degli ultimi 30-35 anni portando gradualmente sul lastrico le risorse di Amantea, esplose con l’ultima maggioranza che ha avuto l’impudenza e l’imprudenza di voler governare nel solco del passato (tranne alcuni mesi finali).
Ora tanti si vrocculijnu come futuri salvatori della patria; a tal punto pare che una lista la vogliano fare anche gli omini extraterrestri che stanno facendo pubblicità su Rai1 al Festival di San Remo.
Dall’aria che tira sembra non prefigurarsi il dissesto, che allungherebbe i tempi, il che significa che tra maggio-giugno si dovrebbe votare. Avremo le solite 3-4 liste (poco probabile arrivare a 5, i soliti candidati ballerini fino all'ultima notte, i soliti consiglieri e assessori.
Da questa logica è escluso il M5s che opera al proprio interno con regole stringenti.
Stavolta sarà arduo comporre tante liste ampie perché il clima di sfiducia complessivo non favorisce l’aggregazione di persone nuove estranee al menage di specie, anzi, figure abituali del contesto si disimpegneranno. Ulteriori accortezze si evidenzieranno sulle quote rosa considerando lo sbilanciamento delle ultime elezioni.

Mai come in questa occasione sarebbe stata necessaria una lista civica di Salute Pubblica fatta di persone con le qualità giuste per garantire la straordinaria governabilità imprescindibile a tal punto.
Questo doveva avvenire da tempo; non è accaduto non per assenza di tali figure ma per i soliti motivi: il timore di schierarsi, l’ansia di restare emarginati, chi me la fa fare. Emerge il freno abituale che mettersi contro i “soliti” è atto poco accorto,  da evitare anche nel fare/dire quotidiano.
Allora è preferibile far parte di un'associazione, di un club, di una confraternita, di una fondazione. Si va ai convegni, alle rievocazioni, alle presentazione di libri, con il sindaco sempre presente, meglio evitare atti di "eroismo”.
Pur con le tante potenzialità umane, attitudinali e culturali che esprime il territorio si resta sempre al passo, di ciò siamo tutti colpevoli.
E allora tra poco sentiremo gli squilli di carica, il rumore dei cavalli, “arrivano i nostri” capeggiati dal generale Custer sotto il palazzo municipale per conquistare il fortino amanteano.

Come ho già evidenziato in altro scritto i tempi sono cambiati, le leggi di orientamento del governo cittadino sono diventate rigidi e non consentono le "fantasie" possibili in passato. Si rende necessario un dialogo con i cittadini convincendoli e coinvolgendoli nelle sorti civiche: occorre la partecipazione di tutti. Qualcuno pensa di salire su un'auto con prestazioni brillanti capace di fare tanta strada; invece troverà gomme totalmente usurate, parabrezza rotto, motore grippato, cambio sballato, senza assicurazione, senza bollo, senza revisione.

Rischiando di sconfinare nella retorica cito simbolicamente due contesti regionali vicini alla religione ma con forte significato antropologico e valenza civica.
acquaformosa madonna montagnaDurante la festa della Madonna della montagna di Acquaformosa, arrivati ad uno spiazzo contiguo ad una vallata, la gente prende un sasso dalla strada e lo getta nel burrone. E’ questa una promessa alla Madonna di ritornare. Togliere il sasso significa lasciare libero il sentiero per i cammino. Tutti partecipano favorendo il fine comune di ritornare. Questo atteggiamento trova riscontro opposto ad Amantea ove con rassegnazione si dice:"un si ponu cacciari tutti 'i petri 'i mmenz'a via".
anoia s sebastiano raccolta legnaPer la festa di San Sebastiano ad Anoia si prepara un grande falò. Tutti i cittadini che possono vanno nella campagna adiacente al paese e prendono un pezzo di legna, ognuno secondo le proprie forze.
Ripercorrono la strada di ritorno fino al falò portando ognuno il proprio contributo alla causa comune che è il falò.

Sorvolando sulla interpretazione che tanti esprimeranno sui due esempi, questo dovrà accadere ad Amantea con la guida morale e credibile delle istituzioni comunali. Se ciò la comunità sarà in grado di fare non lo so, è certo che se non avverrà ce ne accorgeremo presto.
Antonio Cima 25-01-2017

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#13 michele 1 2017-01-27 11:31
Cari cittadini pensate bene al voto- perché Amantea dovrebbe essere la più bella del Sud perché a tutti i titoli per esserla
Citazione
 
 
#12 FRANCO DANESE 2017-01-26 23:51
D'Accordo totalmente coi concetti del punto nº11 del sig. Mattei..Persone che non promettono ma FANNO..SI PREOCCU-
PANO..e LAVORANO PER IL PAESE E PER IL SUO POPOLO CON GIUSTIZIA, ONESTA',TRASPAR ENZA ED OBBIETTIVITA'st ando permanentemente in dialogo coi cittadini e le Forze
Vive del Paese.-Basta coi soliti ciarlatani di promesse incompiute...Vo ltate pagina...e ci sara' un'altra Amantea.
Citazione
 
 
#11 Renzo Mattei 3 2017-01-26 17:55
Quello che ci vorrebbe é un GESTORE, una persona di BUON SENSO (merce rara al momento) possibilmente fuori dalla politica convenzionale (o simpatizzante ma non burattino di partito). Il mio lato pessimista vede gli amanteani votare sempre i soliti,che sono proprio la causa del degrado e dello schifo che si vede ogni giorno.
Citazione
 
 
#10 Renzo Mattei 2 2017-01-26 17:54
Sarebbe interessante vedere cosa propongono queste "nuove" persone: posti di lavoro con le cooperative (che non vengono pagate?)? assunzioni mirabolanti ( vedi caso vigilini?)? perdono bollette e balzelli(e poi dove li prendono i soldi per fare funzionare la macchina comunal?)?. La cittá ha grossissime potenzialitá 8) se gestita bene.
Citazione
 
 
#9 Renzo Mattei 2017-01-26 17:54
La attuale situazione del paese é direi piú che critica. Vedremo vecchie volpi ;-) di nuovo saltare per cercare di arrivare all'uva, ma vorrei informare che uva purtroppo non ce ne sta piú.
Citazione
 
 
#8 FRANCO DANESE 2017-01-26 15:42
CARO ANTONIO..RIPETO ancora una volta..
*PER TRAVOLGERE LA SPORCA E NEFASTA SITUAZIONE POLITICA AMANTEANA IL POPOLO DEVE BUTTARE FUORI A TUTTI COLORO CHE HANNO FATTO PARTE DEL CIRCO COMUNALE SINO A POCHI GIORNI FA E SOCI..E' NECESSARIO GENTE NUOVA..FACCE NUOVE..ED IDEE NUOVE CON UN SOLO OBBIETTIVO IL BENESSERE DEL PAESE E DEL SUO POPOLO.BASTA DI SPORCIZIA DEL PASSATO...----- -----
Citazione
 
 
#7 guardoavanti 2017-01-26 11:48
la situazione attuale di Amantea non potrà cambiare che con il M5s, altre soluzioni saranno sempre le stesse.
Citazione
 
 
#6 fiducioso 2017-01-26 10:24
Forse la cosa migliore è chiudere con il passato, non solo con chi ha amministrato già, ma anche con la realtà clientelare che ha avvantaggiato tanti cittadini. Non sarà facile ma un tentativo di persone nuove ci potrebbe essere. Ovviamente persone in grado di mettersi sulle spalle questo peso. Se le elezioni saranno in giugno ci sono almeno tre mesi e dovrebbero essere sufficienti per fare una lista innovativa.
Citazione
 
 
#5 cittadino 2017-01-26 10:15
Diciamo la verità: la situazione è complicata da tanti anni, ma, pur essendo chiara a tutti la situazione amanteana è stata lasciata la gestione sempre agli stessi. Sperimo che questa volta si migliori.
Citazione
 
 
#4 Antonio Cima 2017-01-25 21:49
Risposta ad unodeitanti
Sta proprio nel tuo intervento la conferma al mio dire.
Io mi assumo l'onere di scrivere mettendoci faccia, nome e cognome, poter sbagliare ed accettare le critiche avverse: fa parte della civile convivenza.
Ciò che mi rende perplesso su parte del contesto sociale è l'attitudine a nascondersi come hai fatto tu.
Questa è esattamente la conferma di quanto sostengo nell'articolo.
Citazione
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA